Razzies Awards 2018: Emoji, Cruise e Basinger sono i peggiori dell’anno

Razzies Awards 2018: Emoji, Cruise e Basinger sono i peggiori dell'anno

La notte degli Oscar ha decretato i migliori prodotti cinematografici dell’anno ma nel frattempo i Razzies Awards 2018 hanno eletto i peggiori: Emoji, Tom Cruise e Kim Basinger – purtroppo per loro – hanno sbaragliato la concorrenza.

Quando si parla di Razzies Awards anche una nomination è vista come un attacco al proprio lavoro. D’altronde, per quanto lo spirito del premio sia estremamente goliardico, non è mai piacevole essere considerato uno dei peggiori dell’anno. La lista dei papabili non aveva sorpreso più di tanto, con 50 sfumature di grigio, il film d’animazione Emoji e la commedia horror Boo 2! A Madea Halloween a contendersi la maggior parte dei premi. Oltre ai singoli verdetti, la cerimonia ha dedicato spazio a tutti coloro che di recente hanno detto addio alla propria carriera per motivi che esulano dalla vera e propria pensione: Harvey Weinstein, Woody Allen, Kevin Spacey e James Franco

Tornando ai vincitori, il premio (al contrario) come Peggior film è andato a Emoji: il cartone animato dedicato a faccine e smartphone non è proprio piaciuto ai critici americani. Non a caso gli sono stati assegnati anche altri ‘importanti’ titoli: Peggior sceneggiatura, Peggior regista ad Anthony Leonidis e Peggior combinazione (meritato, si legge nella motivazione ufficiale, da tutte le odiose faccine).

Come Peggior attrice le varie Emma Watson, Jennifer Lawrence, Dakota Johnson e Katherine Heigl hanno potuto tirare un sospiro di sollievo: a primeggiare è stato un uomo, Tyler Perry, protagonista femminile (travestito da anziana signora) nel suo Boo 2! A Madea Halloween. Il Peggior attore è un volto decisamente noto al grande pubblico: Tom Cruise per il suo ruolo ne La Mummia. Premiati anche Mel Gibson come Peggior attore non protagonista in Daddy’s Home e Kim Basinger come Peggior attrice non protagonista in 50 sfumature di grigio. Alle vicende erotiche della coppia Mr Grey-Anastasia è stato assegnato anche il premio di Peggior sequel. Considerando la recente uscita del terzo e conclusivo capitolo della saga, c’è da aspettarsi che ai Razzies Awards 2019 si sentirà ancora parlare della 50 sfumature così odiate dalla critica ma anche così osannate dai botteghini…

Razzie Awards 2018: 50 sfumature di grigio ha vinto il premio di peggior sequel
50 sfumature di grigio ha vinto il premio di peggior sequel

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui