Rami Malek vince l’Oscar e ricorda Freddie Mercury con i Queen in platea

    Rami Malek vince l’Oscar come miglior attore per Bohemian Rhapsody davanti ai Queen, ringraziando loro e Freddie Mercury, oltre a ricordare le proprie origini.

    Rami Malek ce l’ha fatta. L’attore americano di origini egiziane partiva da favorito nella corsa all’Oscar 2019 per il miglior attore protagonista grazie alla sua eccezionale trasformazione in Freddie Mercury nel film campione di incassi Bohemian Rhapsody. E dopo aver vinto il Golden Globe e il BAFTA, Malek si aggiudica anche la statuetta più prestigiosa, dedicandola ai Queen (presenti in platea) e al loro indimenticabile leader e ricordando le sue origini di immigrato egiziano:«Grazie ai Queen per avermi permesso di essere una piccolissima parte del vostro patrimonio, dell’eredità incredibile che lasciate a noi, io sarò sempre debitore nei vostri confronti. Abbiamo fatto un film su un uomo gay, su un immigrato che ha vissuto la sua vita essendo semplicemente se stesso, il fatto di poterlo celebrare, di potergli rendere omaggio e di essere qui oggi con la sua storia. È una prova sufficiente per capire che noi tutti abbiamo bisogno di storie come queste, io sono il figlio di immigrati che vengono dall’Egitto, io sono la prima generazione americana, e una parte della mia storia si sta scrivendo qui sotto ai miei occhi e non potrò mai essere più grato a tutti voi, a tutte le persone che hanno creduto in me».

    Bohemian Rhapsody si è aggiudicato ben 4 Oscar, portando a casa oltre a quella del suo protagonista, anche le statuette per il miglior montaggio, il miglior sonoro e il miglior montaggio sonoro. Il film ha già incassato oltre 860 milioni di dollari in tutto il mondo.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here