Primati: recensione dell’album de Lo Stato Sociale, rivelazione sanremese

Primati banner

Primati è la “raccolta differenziata” de Lo Stato Sociale, gruppo rivelazione all’ultimo Festival di Sanremo 2018, dopo il secondo posto ottenuto con il trascinante brano Una vita in vacanza. 

Lo Stato Sociale dei Primati

Primati è il nuovo cofanetto de Lo Stato Sociale composto da CD e due DVD in cui sono presenti estratti dai concerti tenuti al Forum di Assago e al PalaDozza di Bologna, rispettivamente il 22 aprile 2017 e il 21 novembre 2015. L’elenco delle diciassette tracce si apre con il brano Una vita in vacanza, secondo posto al Festival di Sanremo 2018, e contiene, oltre tredici brani derivati dagli album precedenti, altri due inediti. Fare mattina, canzone in cui gli scherzosi lampi musicali elettronici si innestano come denominatore comune all’impianto sonoro dell’intera raccolta, tratta, dal punto di vista testuale, un avvenimento triste come può essere la fine di una relazione. Facile, invece, conduce il lavoro della band verso un’apertura alle sonorità pop. Non a caso la registrazione della canzone avviene in featuring con il cantante loro conterraneo Luca Carboni.

Sono veramente così indie?

Più che dai brani inediti l’attenzione dei fans del gruppo all’ascolto del loro album viene catturata dal rifacimento di Sono così indie. Inciso nel 2010 il brano appare come una caricatura sarcastica sull’atteggiamento comune che viene da assumere quando minoranze che professano determinati gusti “cedono” al consumismo commerciale. Così facendo vanno incontro ad un mancato consenso dell’uditorio perdendo di credibilità. La nuova versione del brano contiene interventi di personaggi “Guest” come Jovanotti e J – Ax, per restare ancorati al panorama musicale. Proverbiale è il verso della canzone “Sono così indie che uso la parola indie da dieci anni e nessuno ha ancora capito che cosa vuol dire”.

Il successo

Nessuno ci avrebbe scommesso, a maggior ragione dopo aver ascoltato la prima esibizione de Lo Stato Sociale sul palco dell’Ariston. Eppure la band bolognese ha stupito, in tutti i sensi, le diverse tipologie degli accaniti telespettatori fedelissimi alla manifestazione canora per eccellenza. Alcuni ascoltatori “puristi” della canzone italiana avranno ritenuto certamente eccentrica e “di tamponamento” la scelta della direzione artistica di accogliere tra i big del festival qualcosa di ben diverso rispetto alle tendenze melody della maggior parte degli artisti. Altri invece, senza mezze misure, avranno professato un disgusto poiché assolutamente una canzone come Una vita in vacanza non può “battere” musicisti con la “M” maiuscola e ottenere il secondo posto al Festival.

Stessa storia, stesso (secondo) posto…

Grazie a Primati anche chi ignorava l’esistenza di questo gruppo di ragazzi bolognesi, apparentemente controcorrente alle tendenze musicali in auge, può scegliere di scoprire il loro mondo. Una lettura ironica e provocatoria di luoghi nella vita di ognuno. Non c’è bisogno di un ascolto attento e approfondito per ipotizzare a cosa si vada incontro imbattendosi in titoli come L’amore ai tempi dell’Ikea piuttosto che Quello che le donne dicono e ancora Buona sfortuna. E’ immaginabile una reazione di un pubblico più accomodante che all’ascolto della canzone durante la prima serata del Festival possa aver etichettato la canzone come “bella ma non si capisce“. Stessa sorte toccò ad Elio e le Storie Tese con La terra dei cachi nel 1996, ma proprio l’ultimo Arrivedorci sanremese al loro pubblico potrebbe essere meno amaro grazie ad un platonico passaggio di testimone ai ragazzi de Lo Stato Sociale.

Primati è uscito il 9 febbraio 2018 per l’etichetta Garrincha Dischi. Tra i brani presenti c’è è anche il singolo sanremese Una vita in vacanza.

Voto
 

Tracklist

  1. Una vita in vacanza
  2. Sono così indie 2018
  3. Fare mattina
  4. Facile feat. Luca Carboni
  5. Buona sfortuna
  6. Eri più bella come ipotesi
  7. Amarsi male
  8. Niente di speciale
  9. Io, te e Carlo Marx
  10. In due è amore in tre è una festa
  11. C’eravamo tanto sbagliati
  12. La musica non è una cosa seria
  13. Abbiamo vinto la guerra
  14. Mi sono rotto il cazzo
  15. Quello che le donne dicono
  16. Amore ai tempi dell’Ikea
  17. Pop

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here