Prima e dopo il Virus: parla il cinema italiano: Castellitto, Serraiocco e Veronesi in video

Sergio Castellitto
L'attore Sergio Castellitto

Prosegue Prima e dopo il Virus: parla il cinema italiano, iniziativa della Fondazione Cinema per Roma, che raccoglie le video-testimonianze di autori, produttori e attori del cinema. Nel weekend le clip di Sara Serraiocco, Sergio Castellitto e Giovanni Veronesi.

Prosegue Prima e dopo il Virus: parla il cinema italiano, l’iniziativa realizzata dalla Fondazione Cinema per Roma e curata da Mario Sesti che raccoglie in video le testimonianze di autori, produttori e attori del nostro cinema. Nel corso delle video interviste, i protagonisti intervengono consigliando al pubblico film, serie, libri, esperienze, discutendo i modi in cui l’epidemia influenzerà e modificherà i racconti del cinema e, infine, immaginando le prime cose da fare non appena si potrà tornare alla vita di tutti i giorni. Nel weekend, tre nuove clip saranno condivise, a partire dalle ore 12, sul sito www.romacinemafest.org e attraverso i canali social della Fondazione @romacityfest con gli hashtag #CityFest, #IoRestoACasa, #LaCulturaInCasa: venerdì 3 sarà protagonista Sara Serraiocco, sabato 4 toccherà a Sergio Castellitto mentre  domenica 5 spazio a Giovanni Veronesi.

Sara Serraiocco
Sara Serraiocco

Numerose le personalità che hanno deciso di aderire al progetto: Carlo Verdone, Liliana Cavani, Daniele Luchetti, Francesca Cima, Cristina Donadio, Sara Serraiocco, Francesca Archibugi, Paola Cortellesi, Riccardo Milani, Pietro Valsecchi, Sergio Castellitto, Giovanni Veronesi.

Giovanni Veronesi
Giovanni Veronesi

Nel corso delle video interviste, i protagonisti interverranno consigliando al pubblico film, serie, libri, esperienze, discutendo i modi in cui l’epidemia influenzerà e modificherà i racconti del cinema e, infine, immaginando le prime cose da fare non appena si potrà tornare alla vita di tutti i giorni.

«In questo momento così particolare e unico, abbiamo pensato, con la Fondazione Cinema per Roma, che ascoltare la voce di chi per mestiere è abituato, attraverso i film, a raccontare noi e ciò che ci circonda fosse interessante e anche d’aiuto per capire che mondo ci troveremo di fronte quando usciremo dall’emergenza, ma anche per cercare di scambiare pensieri, sensazioni e consigli sul nostro vissuto di oggi» ha detto Mario Sesti.

«Credo di dover ringraziare, con Mario Sesti, a nome di Fondazione Cinema per Roma i protagonisti del cinema che hanno accettato di rispondere alla nostra iniziativa. E’ anche questo un modo, da parte loro, per dare al nostro #IoRestoAcasa il senso di un’iniziativa che, ancora di più, accorci, in questo tempo sospeso, le distanze tra il cinema e il nostro pubblico. È uno scambio che in questi giorni così difficili mettiamo in Rete perchè parla di oggi, certo, ma anche del domani che ci attende. E che il cinema, come sempre, racconta e spesso anticipa» ha detto Laura Delli Colli.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui