Premi Lumière: trionfano The Sisters Brothers e La strada di Samouni di Stefano Savona

Premi Lumièr

Sono stati assegnati durante la cerimonia del 4 febbraio i Premi Lumière, che hanno visto trionfare The Sisters Brothers di Jacques Audiard, e il bellissimo documentario La strada di Samouni, di Stefano Savona.

Si è svolta ieri sera, 4 febbraio, all’Arab World Institute di Parigi la 24a cerimonia dei Premi Lumière, riconoscimento assegnato annualmente dall’Académie des Lumières per il cinema francese. A trionfare è stato The Sisters Brothers di Jacques Audiard, adattamento cinematografico del romanzo Arrivano i Sister presentato in anteprima alla 75a Mostra del Cinema di Venezia, il lungometraggio con protagonisti John C. Reilly, Joaquin Phoenix e Jake Gyllenhaal infatti si è aggiudicato ben tre premi: Miglior film, Miglior regia e Miglior fotografia a Benoît Debie. Alex Lutz è stato premiato come Miglior attore per la sua interpretazioni in Guy, premiato anche per la musica firmata da Vincent Blanchard e Romain Greffe. Il premio per la Miglior attrice è stato assegnato a Élodie Bouchez per Pupille, mentre gli attori rivelazione sono stati Ophélie Bau protagonista femminile di Mektoub My Love, dramma sentimentale giovanile diretto dal regista de La vita di Adele Abdellatif Kechiche, e Félix Maritaud per la sua interpretazione in Sauvage.

The Sisters Brothers - Joaquin Phoenix e John C. Reillyd in una scena del film di Jacques Audiard
The Sisters Brothers – Joaquin Phoenix e John C. Reillyd in una scena del film di Jacques Audiard

Per la Miglior sceneggiatura sono stati premiati Pierre Salvadori, Benoît Graffin e Benjamin Charbit, autori di En liberté!, invece il premio per il Miglior documentario è andato a La strada di Samouni, del palermitano Stefano Savona, delicata storia di una famiglia che il regista ha conosciuto nel 2009 sotto i bombardamenti dell’operazione israeliana “Piombo Fuso”. Dilili a Parigi, di Michel Ocelot, ha ricevuto il premio dell’animazione, Xavier Legrand ha vinto il premio nella categoria del Miglior primo lungometraggio, e Girl, di Lukas Dhont (Belgio), ha ricevuto il premio per i film dei paesi di lingua francese. L’Accademia dell’Illuminismo, composta da un centinaio di corrispondenti in rappresentanza di oltre venti paesi, ha reso inoltre un omaggio speciale all’attrice Jane Birkin e al film Un uomo e una donna, di Claude Lelouch con protagonista Anouk Aimée, presenti alla cerimonia. A fare gli onori di casa sono stati Eve Jackson e Pierre Zéni, e i vincitori hanno ricevuto i Flammes, trofei creati da Joaquín Jiménez e la Monnaie de Paris.

La strada dei Samouni
La strada dei Samouni – una scena del bellissimo docufilm di Stefano Savona

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui