Petra, recensione: un’ottima Cortellesi nei panni della detective più famosa della Spagna

Petra - Paola Cortellesi (3)
Petra - Paola Cortellesi (Foto Luisa Carcavale)

Paola Cortellesi debutta nella serialità televisiva con Petra: ecco la recensione della nuova serie Sky che porta sul piccolo schermo la più celebre detective spagnola, dai best seller di Alicia Giménez-Bartlett

L’ispettrice Delicato

Petra Delicato (Paola Cortellesi), ex avvocato di successo, è un ispettore della squadra mobile di Genova. Anticonformista e solitaria, dopo un periodo trascorso a lavorare in archivio viene spostata al settore operativo. Al suo fianco, il vice ispettore Antonio Monte (Andrea Pennacchi), un uomo di mezza età e con molti anni di servizio sulle spalle. Lui è veneto, vecchio stampo, vedovo e fondamentalmente disilluso. Lei è romana, esasperatamente diretta, divorziata due volte. Insieme dovranno gestire le indagini di quattro casi a dir poco spinosi. Superate le prime divergenze di carattere e di metodo, Petra e Antonio scopriranno una profonda sintonia e formeranno una coppia investigativa caratterizzata da una rara alchimia. La serie, ambientata a Genova, è diretta da Maria Sole Tognazzi.

Petra - Paola Cortellesi (9)
Petra – Paola Cortellesi (Foto Luisa Carcavale)

Quattro casi da risolvere

Petra è composta da 4 episodi auto conclusivi della durata di circa 90 minuti. In ciascuno di essi viene presentato un caso che verrà prontamente risolto da una coppia di poliziotti davvero ben caratterizzati. È evidente la provenienza dalla letteratura: la serie porta infatti sul piccolo schermo i personaggi creati dalla fortunata penna di Alicia Giménez-Bartlett. Interpretando l’ispettrice Delicato, Paola Cortellesi dimostra ancora una volta di saper vestire bene panni più complessi della semplicità comicità. L’artista si è cimentata al cinema molte volte ma è alla sua esperienza nella serialità televisiva italiana. Il ruolo non sembra dispiacerle, al contrario: senza troppi complimenti, affidandosi ad un modo di fare autentico ed ironico, il suo personaggio tiene bene la scena rivelando la sua storia a piccole dosi. “Petra è la donna che vorrei essere: schietta e che se ne frega del giudizio degli altri”, ha affermato l’interprete.

Buone sinergie

A bilanciare i modi ruvidi dell’ispettrice Delicato c’è il vice ispettore Antonio Monte, interpretato da Andrea Pennacchi. Un volto magari meno noto al grande pubblico rispetto alla Cortellesi, eppure capace di integrarsi egregiamente con la collega. La complementarietà tra i co-protagonisti in effetti è doverosa in questo tipo di fiction e la sfida appare vinta. È così che Petra si inserisce bene nella proposta italiana, nella quale abbondano storie di natura investigativa. Difficile ormai eccellere – servirebbe una trovata davvero innovativa, assente da tempo – ma l’intrattenimento fornito è di buona qualità. In particolare, è da apprezzare la coesistenza dell’indagine vera e propria con un contorno che sa sdrammatizzare senza prendersi troppo sul serio.

Petra - Paola Cortellesi e Andrea Pennacchi
Petra – Paola Cortellesi e Andrea Pennacchi (Foto Luisa Carcavale)

Dal bestseller spagnolo alla tv italiana

Chiaramente risolvere un caso di omicidio in un solo episodio impone delle tempistiche serrate (e, di conseguenza, un accurato lavoro di montaggio). Con un mix di scientifica, intuizione, fortuna ed espedienti vari, le risoluzioni appaiono abbastanza credibili. Da un romanzo di successo (la Giménez-Bartlett, pubblicata in Italia dalla Sellerio, nella sua Spagna ha venduto oltre un milione e mezzo di copie) ad una buona serie tv, il passaggio non è da dare per scontato. L’obiettivo tuttavia appare centrato: le quattro storie gialle al femminile ispirate alla celebre detective di Barcellona sembrano destinate a piacere anche al pubblico italiano nonché a sperare che ne seguano delle altre. Fondamentale la scelta di Genova come location, al posto della Barcellona descritta dalla Giménez-Bartlett. Per Maria Sole Tognazzi il capoluogo ligure possiede tutte le caratteristiche necessarie a restituire le ambientazioni originali dei romanzi. La serie è scritta da Giulia Calenda, Furio Andreotti e Ilaria Macchia. Una sceneggiatura è firmata anche da Enrico Audenino.

Petra è una produzione Sky Original con Cattleya e Bartlebyfilm. Va in onda dal 14 settembre, ogni lunedì alle 21.15 su Sky Cinema e in streaming su NOW TV.

VOTO:

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui