Patrick Melrose, recensione: un tossico e strepitoso Benedict Cumberbatch

Patrick Melrose - banner

La miniserie Patrick Melrose è il percorso di rinascita di un drogato segnato dalla sua infanzia. Uno spettacolare Benedict Cumberbatch dà vita a un personaggio che è al contempo eroe e anti-eroe della sua storia.

La storia di un anti-eroe

Il primo episodio di Patrick Melrose immerge immediatamente lo spettatore in un tunnel di alcol e droga, al seguito del suo omonimo protagonista (Benedict Cumberbatch) che ha appena ricevuto la notizia della morte del padre (Hugo Weaving). In un episodio folle e psichedelico, si pone Patrick quasi come anti-eroe della sua stessa storia e viene mostrato il punto più basso della vita di Melrose. Il suo rapporto con il padre comincia ad essere costruito: David Melrose sembra essere circondato da un’aura di sacralità che, però, Patrick distrugge urlando addosso al cadavere la felicità provata per la sua morte. Sarà solo nei successivi episodi, tuttavia, che si capiranno le ragioni del figlio: all’inizio, infatti, le continue dosi di droga assunte da Patrick distolgono l’attenzione dal suo dramma personale, sviscerato successivamente.

Il dramma dell’infanzia

Patrick appare come un uomo viziato, rivoltosi alla droga per cercare euforia in una vita di monotoni agi, in realtà diventa sempre più un personaggio dalle molte sfaccettature: cerca di evitare i suoi problemi fino a quando si rende conto che neanche la morte del padre gli permette di scappare da questi. E così, puntata dopo puntata, la storia di Patrick diventa sempre più complessa, mentre sono raccontate le vicende che hanno definito la sua vita. Già nel secondo episodio, nella campagna francese in cui da bambino trascorreva le vacanze con la famiglia, si intuisce un segreto inconfessabile che tormenta il piccolo Patrick. Di sottofondo il paesaggio assolato e le cene dal retrogusto decadente condite con humor inglese e a tratti dark.

Patrick Melrose - Benedict Cumberbach
Benedict Cumberbatch interpreta Patrick Melrose

Un cast cinematografico

Il cast vede protagonisti, oltre a Cumberbatch e Weaving, anche Jennifer Jason Leigh nel ruolo di una madre e moglie connivente (se non omertosa) rinchiusa nella sua fragilità e nel suo agio quasi colpevole, e Pip Torrens che con il suo Nicholas rappresenta l’ultima frontiera di una resistenza nobiliare intenta a restare chiusa nella sua torre d’avorio rifiutandosi di lavare i panni sporchi in pubblico. Il livello complessivo degli attori è ottimo e quasi cinematografico, ma Benedict Cumberbatch regala una performance mozzafiato, trasformandosi completamente in ogni scena ed ottenendo così una nomination come Miglior attore protagonista in una miniserie agli Emmy 2018.

La storia dell’uomo

Basata sul ciclo di romanzi I Melrose di Edward St Aubyn, la miniserie di produzione anglo-americana è composta da cinque puntate che seguono la vita di Patrick negli anni 1982, 1967, 1990, 2003 e 2006. La regia di Edward Berger narra con i giusti tempi una storia incredibilmente umana, che mostra aspetti delicatissimi del carattere del protagonista, toccando sì il tema della droga e della dipendenza, ma anche del suicidio, del tradimento, dell’abuso, della voglia di rivalsa su un passato immutabile. Come se fosse un Inferno al contrario, Patrick Melrose racconta di un uomo che, seppur con innumerevoli crisi e ricadute, cerca di rialzarsi e tornare alla luce.

Patrick Melrose è stata trasmessa in Italia da Sky Atlantic dal 9 luglio al 6 agosto 2018.

VOTO:

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui