Paolo Poli è: Prorogata la mostra multimediale dedicata al grande artista

Paolo Poli

Prorogata fino al 6 gennaio la mostra Paolo Poli è, un percorso visivo, che copre 64 anni di progetti e attività teatrale del grande artista.

La mostra multimediale PAOLO POLI è…, a cura del giornalista e critico teatrale Rodolfo di Giammarco e del compositore e nipote di Poli Andrea Farri,è stata prorogata ancora fino al 6 gennaio al Teatro Valle. Grande affluenza per celebrare il talento puro, la cultura a tutto tondo e l’intelligenza dell’eclettico artista, attraverso un percorso visivo, che consente ai visitatori di sfogliare le pagine di vita dell’amato Poli attraverso 40 monitor allestiti nei palchi e in platea; uno per ogni spettacolo che ha realizzato (dal 1950 al 2014), in una carrellata storica che copre 64 anni di progetti e attività teatrale. Sugli schermi scorrono loop di immagini, fotografie, video, bozzetti di scene di Eugenio Guglielminetti, Aldo Buti, Lele Luzzati; bozzetti di costumi di Santuzza Calì, Anna Anni, Danda Ortona; locandine e poster. Una mostra che si sfoglia come un album per raccontare la storia e l’arte di un uomo libero, un anticonformista, un intellettuale dall’ironia beffarda, tagliente, stimolante, che ha perseguito la propria libertà d’espressione e di critica. Il Valle è stato il teatro di Poli a Roma, quello in cui ha portato la maggior parte dei suoi più grandi successi. Restituirlo virtualmente in mano a Poli è un omaggio che il Teatro di Roma e l’Amministrazione capitolina rendono alla Città e a uno dei più importanti attori teatrali del ‘900. La mostra è a ingresso gratuito, dal giovedì al sabato dalle ore 17 alle 20 e la domenica dalle 11 alle 18.

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui