Speciale Oscar 2018: tutte le scommesse dei bookmakers

Oscar 2018

Oscar 2018, scoprite i favoriti secondo i dati Agipro sulle scommesse dei bookmakers per il miglior film, la migliore regia e le interpretazioni dell’anno.

Miglior film: testa a testa Tre manifesti e La forma dell’acqua

Oscar 2018. È testa a testa nelle quote per il premio più prestigioso, con Tre manifesti a Ebbing, Missouri a 2 volte la scommessa e La forma dell’acqua vicinissimo a 2,50. L’outsider, spiega Agipronews, potrebbe essere Lady Bird, la commedia scritta e diretta da Greta Gerwing, simbolo del nuovo cinema indie statunitense: la vittoria dell’Oscar vale 9 volte la posta. Più lontani in lavagna gli altri candidati al Miglior film, a partire da Dunkirkche si gioca a 21,00, come Scappa – Get Out, il thriller a sfondo razziale scritto e diretto da Jordan Peele. Si sale a 34,00 per The Post di Steven Spielberg, con protagonisti Meryl Streep e Tom Hanks. C’è anche un pizzico di Italia nelle nomination degli Oscar 2018: Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino ha conquistato quattro candidature, ma la statuetta al Miglior film si gioca 40 a 1. Ancora più difficile, per i bookmaker, la vittoria de L’ora più buia – il biopic su Winston Churchill, interpretato da Gary Oldman – che vale 67,00. Ultimo film in tabellone, a 81,00, Il filo nascosto di Paul Thomas Andrerson, che segna l’ultima interpretazione di Daniel Day-Lewis.

Tre manifesti a Ebbing, Missouri - Frances McDormand

Miglior regia: Guillermo Del Toro favorito, statuetta a 1,61

Dopo la vittoria del Golden Globe per il Miglior regista, Guillermo Del Toro punta al bis ai prossimi Oscar: l’autore messicano de La forma dell’acqua – che ha collezionato ben 13 nomination – è favorito nella corsa alla statuetta per la Miglior regia, in lavagna a 1,61. A strappargli il suo primo Oscar dalle mani, per i bookmaker, potrebbe essere solo Christopher Nolan, candidato per Dunkirk e bancato a 3 volte la posta. Sul podio dei favoriti anche una donna, la giovane Greta Gerwig, offerta a 9 volte la posta. A 34,00 gli altri candidati, l’esordiente Jordan Peele e il veterano Paul Thomas Anderson.

La forma dell'acqua - Sally Hawkins e la creatura

 Miglior attore: Gary Oldman sbanca le quote, il premio a 1,07

L’interpretazione di Winston Churchill nel biopic L’ora più buia potrebbe regalare il primo Oscar della sua carriera a Gary Oldman: l’attore britannico, già premiato con il Golden Globe, è alla sua seconda nomination dopo quella ricevuta per La talpa nel 2012 e ora è, come riferisce Agipronews, il favorito dei bookie per la statuetta al Miglior attore a 1,07. Doppia cifra – a 13,00 – per il giovane Timothee Calamet, protagonista di Chiamami col tuo nome nei panni di un 17enne che si innamora di uno studente americano, e per Daniel Kaluuya, candidato per il thriller Scappa – Get Out. In fondo al tabellone, a 26,00, si piazzano due veterani: per Daniel Day-Lewis l’eventuale statuetta per Il filo nascosto sarebbe la quarta, dopo quelle conquistate per Il mio piede sinistro, Il petroliere e Lincoln (e sarebbe anche l’ultima, perché l’attore ha annunciato il ritiro dalle scene). Per Denzel Washington, candidato per Roman J. Israel, Esq sarebbe il terzo Oscar, dopo quello vinto nel 2002 per Training Day e quello al Miglior attore non protagonista conquistato nel 1990 per Glory – Uomini di gloria.

L'ora più buia - Gary Oldman

Miglior attrice: Frances McDormand senza rivali

Nel 1997 ha vinto l’Oscar per la sua interpretazione della poliziotta di Fargo, agli Oscar 2018 è favorita per il bis come Miglior attrice per Tre manifesti a Ebbing, Missouri, in cui veste i panni di una madre che chiede giustizia per la morte della figlia, per cui si è aggiudicata un Golden Globe e il suo terzo Screen Actors Guild Award: Frances McDormand, prosegue Agipronews, domina la lavagna dei bookmaker a 1,25. Si sale a 6,00 per l’Oscar a Saoirse Ronan, protagonista di Lady Bird e vincitrice del Golden Globe per la Miglior attrice di una commedia, mentre Sally Hawkins, candidata per La forma dell’acqua, vale 10 volte la posta. Si sale a 26,00 per Margot Robbie, alla sua prima candidatura come Miglior attrice protagonista per I, Tonya. Attualmente detiene il record di candidature agli Oscar (21 in totale, compresa l’ultima per The Post) e ne ha già vinti tre come Migliore attrice non protagonista per Kramer contro Kramer e Migliore attrice protagonista per La scelta di Sophie e per The Iron Lady: la quarta statuetta per l’inossidabile Meryl Streep è quotata 40 a 1.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here