Musica che unisce, una serata commovente che ci rende orgogliosi di essere italiani

Musica che unisce

Cinque ore commoventi senza interruzioni pubblicitarie hanno visto alternarsi ben 27 artisti, personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport per raccogliere fondi per la Protezione Civile. Il meglio della musica italiana degli ultimi anni in versione acustica per renderci meno soli ed emozionarci. Questo è il potere della musica. Grazie Rai.

Cinque ore commoventi senza interruzioni pubblicitarie hanno visto alternarsi ben 27 artisti, personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport per raccogliere fondi per la Protezione Civile al fine di acquistare supporti di prevenzione per il personale medico ed infermieristico, impegnato in prima linea per arginare l’emergenza sanitaria provocata dal Coronavirus. Una serata che ha raccolto moltissimi italiani davanti alla tv con la musica come assoluta protagonista e con brani in versione intima ed acustica che hanno fatto scendere qualche lacrima, riaffiorare ricordi e ci ha fatto pensare a quanto sia bella la musica italiana, il nostro paese e il nostro popolo che nel momento di difficoltà è sempre pronto a unirsi per risolverlo e rialzare la china.

Elisa - Musica che unisce
Elisa – Musica che unisce

Si parte con Cremonini che si esibisce in Poetica per proseguire con Tiziano Ferro che canta dalla sua casa di New York e omaggia anche Mia Martini. Andrea Bocelli suona il piano ed emoziona con la sua potentissima voce. Duetto inaspettato tra Diodato e Giuliano Sangiorgi, Francesco Gabbani presenta Il sudore ci appiccica, uno dei tormentoni papabili di quest’estate, Ludovico Einaudi lascia parlare il suo piano e basta chiudere gli occhi, ascoltare per viaggiare lontano. Ermal Meta omaggia Leonard Cohen con una notevole interpretazione di Hallelujah, con tanto di accompagnamento di un violino che contribuisce a creare più pathos.

Una scaletta ben costruita con la scelta di canzoni che incoraggiano a superare questo momento, all’incontro dopo la quarantena, alla condivisione e alla riflessione. Questo è il potere della musica. Descrive la nostra vita e ci emoziona, facendoci sentire meno soli, meno sfortunati. Grazie Rai per aver organizzato una serata così umanamente ed artisticamente bella.

Negramaro - Musica che unisce
Negramaro – Musica che unisce

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui