Addio ad Amedeo Tommasi, autore delle colonne sonore di Pupi Avati e grande jazzista

Amedeo Tommasi
Amedeo Tommasi

E’ morto il grande Maestro Amedeo Tommasi, autore di molte colonne sonore dei film di Pupi Avati, e prima ancora apprezzato pianista jazz anche con Chet Baker ed arrangiatore alla RCA per Morandi, Pavone e Zero

Si è spento a Roma all’età di 85 anni il Maestro Amedeo Tommasi, grande pianista jazz, arrangiatore di tanti successi della RCA e storico compositore di colonne sonore per i film di Pupi Avati. Ad annunciarlo è il figlio su Facebook. I funerali saranno celebrati giovedì 15 aprile a Roma, nella Chiesa degli Artisti di Piazza del Popolo.

Papà darà il suo ultimo saluto domani, Giovedì 15 Aprile, alle ore 15 presso la Basilica Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli Artisti) in Piazza del Popolo a Roma

Pubblicato da Amedeo Tommasi su Mercoledì 14 aprile 2021

Amedeo Tommasi nasce a Trieste il 1° dicembre 1935. A 6 anni comincia a studiare il pianoforte prendendo lezioni private da un’insegnante classica. Interrompe gli studi dopo 3 anni causa la guerra, per poi riprenderli dal 1946 al 1950. A 17 anni frequenta l’Università a Bologna e comincia ad appassionarsi di jazz. Costituisce un trio (pianoforte, basso e batteria) con il quale fa parecchi concerti in ambito locale, finchè nel ’59 partecipa alla Coppa del jazz, concorso nazionale indetto dalla RAI, e, pur essendo sconosciuto ai più, si classifica terzo in Italia tra i gruppi di stile moderno.

Dopo questo exploit, il trio di Amedeo Tommasi comincia a fare concerti jazz in tutta Italia, e suona con i migliori musicisti italiani di passaggio in Italia. Nel ’61 conosce Chet Baker, il famoso trombettista americano, e da allora fa parte del suo gruppo, composto interamente da musicisti europei di fama (Giovanni TommasoFranco MondiniRené Thomas, Bobby Jaspar). Con questo gruppo incide per la RCA un disco unanimemente considerato uno dei capolavori di Chet Baker, Chet is Back. Dopo i numerosi concerti fatti con Chet Baker, Tommasi continua la sua attività musicale all’estero, partecipando a tutti i principali festival del jazz europei, tra cui Comblain La TourLiegi, KoblenzBledJouan les Pins, per poi trasferirsi a Roma, dopo la laurea in Economia e Commercio.

A Roma viene assunto come arrangiatore dalla RCA Italiana, e conosce tutto il mondo musicale nazionale. Collabora con numerosi arrangiatori e cantanti. Con Rita Pavone Tommasi fa una tournée in Inghilterra, dirigendo numerose orchestre per vari spettacoli televisivi. Fa anche una tournée europea con Mikis Teodorakis (memorabile il concerto alla Royal Albert Hall) e suona all’Olympia di Parigi con Gianni Morandi. Tra le varie esecuzioni, Amedeo Tommasi ha anche inciso con la sua orchestra nel 1967 i primi due brani dell’allora 17enne Renato Zero, Non basta, sai e In mezzo ai guai.

Verso la fine degli anni Sessanta, Tommasi inizia a fare musica da film, e, dopo alcuni film minori, collabora per circa 10 anni con il regista Pupi Avati, realizzando le musiche di numerosi suoi film tra cui La casa dalle finestre che ridono, Balsamus, Thomas (Gli indemoniati), La mazurka del barone, della santa e del fico fiorone, Bordella, Le strelle nel fosso, Tutti defunti tranne i morti, oltre alle serie televisive Jazz Band e Cinema, fino al recente Il signor Diavolo del 2019.

L’attività di Tommasi da quel periodo si è rivolta al cinema e alla televisione. Ha composto le colonne sonore di numerosissimi documentari televisivi ed ha contribuito a moltissime trasmissioni. Ha collaborato con Bruno Biriaco alle musiche della trasmissione Piacere Rai Uno (circa 300 puntate), ed ha creato le musiche per la versione italiana del serial Santa Barbara (circa 1000 puntate), mentre in tempi più recenti ha composto le musiche originali del serial televisivo Passioni con Virna Lisi e Gigi Proietti, Un amore americano, Prigioniere del Cuore, le due serie tv Non ho l’età con Marco Columbro.

Per decenni Tommasi ha collaborato con Ennio Morricone, fornendogli materiale sonoro elettronico per i suoi film, componendo anche 8 brani per la colonna sonora de La leggenda del pianista sull’oceano, del regista premio Oscar Giuseppe Tornatore.

Amedeo Tommasi ha iniziato la sua carriera didattica con l’insegnamento dell’armonia Jazz alla scuola di musica St. Louis di Roma, inaugurando un sistema nuovo di insegnamento basato sulla riarmonizzazione dei famosi standard americani. Tommasi ha insegnato ad una classe di oltre 150 allievi, che venivano da tutta Italia per assistere alle lezioni al St. Louis. Tommasi ha avuto anche la cattedra di ear training e di armonia per 5 anni ai corsi estivi di Siena Jazz assieme ai migliori jazzisti italiani. All’insegnamento ha sempre alternato esibizioni in serate e festival internazionali.

Celebri anche le sue performance su Facebook dove, negli ultimi anni, deliziava i suoi fan con lezioni ed esibizioni live esclusive, sempre con il garbo e la professionalità che lo contraddistinguevano.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui