Addio a David Zard, portò in Italia Michael Jackson, Madonna e Notre Dame

David Zard

E’ morto David Zard, impresario musicale che portò in Italia le più grandi star mondiali, da Michael Jackson a Madonna, e musical di successo come Notre Dame de Paris.

Se n’è andato questa mattina David Zard, leggendario impresario musicale e produttore discografico di origine libica. Era ricoverato all’Ospedale Gemelli di Roma, dove si è spento all’età di 75 anni in seguito di una lunga malattia.

Nato a Tripoli il 6 gennaio del 1943 da una famiglia di religione ebraica e costretto ad abbandonare la Libia a causa delle persecuzioni contro gli ebrei in concomitanza della Guerra dei sei giorni, Zard diventò uno dei maggiori impresari musicali. Fu lui ad organizzare i primi concerti negli stadi e a portare in Italia i tour di Michael Jackson (Bad World Tour, 1988, e Dangerous World Tour, 1992), MadonnaDavid Bowie, Rolling Stones, Bob Dylan, Lou Reed, Frank Zappa, Santana, Cat Stevens, Genesis, Elton John, Tina Turner.

Uomo burbero, visionario, contraddittorio, Zard è stato anche manager dei vari Riccardo Cocciante, Angelo Branduardi, Gianna Nannini (di cui è stato produttore degli ultimi album), collaborando anche con Loredana Bertè (che licenziò alla seconda data di un importante tour), Claudio Baglioni (il suo storico mega concerto allo stadio Olimpico) e Renato Zero, per il quale si occupò delle luci e del suono ai tempi del tendone di Zerolandia, contribuendone al successo. Dopo un periodo di crisi anche finanziaria, a seguito del concerto dei Rolling Stones del 1990, David Zard si rimise in pista buttandosi sul teatro, organizzando gli spettacoli del Cirque du Soleil e soprattutto importando nel 2002 il musical Notre Dame de Paris di Riccardo Cocciante, un autentico kolossal portato in scena per oltre 1000 repliche, e in un’altra creazione fortemente voluta da Zard, il Gran Teatro, che poteva ospitare ben 3000 persone. Seguì quindi un altro musical di incredibile successo, Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo, adattato per l’Italia da Vincenzo Incenzo, tutt’ora in tour nelle principali città.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui