Addio ad Antonio Coggio, co-autore di Baglioni e produttore di Nava, Martini, Barbarossa

Antonio Coggio
Antonio Coggio

È morto Antonio Coggio, per tutti Tonino, co-autore di Claudio Baglioni con hit come Questo piccolo grande amore, E tu…, scopritore di talenti e produttore da Mia Martini a Barbarossa, da Patty Pravo a Mariella Nava

Si è spento oggi a Roma a 82 anni Antonio Coggio, storico compositore di tanti successi di Baglioni, ma anche arrangiatore e importante produttore discografico.

Tonino Coggio è stato un autentico scopritore di talenti, dal già citato Claudio Baglioni, per il quale è stato co-autore delle musiche di hit come Questo piccolo grande amore, Porta Portese, Io me ne andrei, E tu…, Poster, Sabato pomeriggio, oltre ad avergli prodotto i cinque album dal 1971 al 1975.

E proprio Baglioni lo ha voluto salutare sui social, scrivendo “Addio caro Tonino. Attraverso me, ti saluta e ti abbraccia un’ultima volta, quel ragazzo non ancora diciottenne in cui credesti subito e che accogliesti nella tua piccola famiglia e nella tua grande amicizia. Se in tutto questo tempo ho combinato qualcosa di buono, il primo complice sei stato tu. Te ne sarò sempre grato“.

Non solo Claudio, nella lunga carriera di Coggio, che ha prodotto brani come Tutt’al più e Pensiero stupendo di Patty Pravo e album di Ivano Fossati, Mia Martini, Mimmo Cavallo, Luca Barbarossa, Stefano Rosso, oltre al brano sanremese Caffè nero bollente di Fiorella Mannoia.

L’altra grande protagonista con cui Coggio ha lavorato a lungo è Mariella Nava, portata per mano sin dagli esordi fino agli album più recenti, grazie alla sua etichetta Calycantus. Lei lo ricorda commossa: “Ho imparato tutto ma proprio tutto da te. Da quando sono arrivata a Roma mi hai preso per mano e mi hai insegnato a liberare il cuore e donarlo interamente alla vita e alla musica. Insieme a te ho camminato per una strada che è ancora in salita e abbiamo gioito insieme di quello che abbiamo raggiunto ….tu eri lì a sospingermi sempre anche contro tutti. Non è facile adesso saperti da un’ altra parte, ricongiunto con l’altro mio “genitore adottivo” Roberto…. Non mi sono mai sentita più protetta da nessuno. Dirti questo “ciao” senza “ci sentiamo domani!“ è veramente dura. Ti prometto ancora tutto quello che mi hai sempre detto!!!! Te lo devo ! Il mio grazie continuerà per te, Tonino, per sempre“.

1 commento

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui