Trovato morto Keith Flint, il cantante dei Prodigy: la band sotto shock

Keith Flint - Prodigy

Morto il cantante dei Prodigy, Keith Flint, trovato senza vita stamattina (presumibilmente suicida) a soli 49 anni. Lo shock della band inglese regina della musica elettronica.

E’ stato trovato morto questa mattina nella sua casa di Dumnow, in Inghilterra, il frontman dei Prodigy, il vulcanico Keith Flint. La polizia, chiamata intorno alle 8 del mattino, ha constatato il decesso del cantante e ballerino 49enne, escludendo però che si tratti di una morte “sospetta”. Di altro avviso però è il co-fondatore dei Prodigy Liam Howlett, che dal profilo Instagram della band lo ricorda, parlando apertamente di suicidio: «La notizia è vera. Non posso credere che lo stia dicendo, ma nostro fratello Keith si è tolto la vita durante il weekend. Sono terribilmente scosso, fottutamente arrabbiato, confuso ed ho il cuore a pezzi. RIP fratello».

Prodigy ricordano Keith Flint su Instagram
Prodigy ricordano Keith Flint su Instagram

Keith Flint era da poco tornato a casa, nell’Essex, reduce dal tour in Australia con i Prodigy, mentre a maggio avrebbe dovuto iniziare quello negli Stati Uniti. Il loro ultimo disco No Tourists è uscito lo scorso 2 novembre, mentre l’album di maggior successo di una delle band più iconiche della musica elettronica è The Fat of the Land (1997), con il singolo Firestarter campione di vendite e con oltre 100 milioni di visualizzazioni su Youtube.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here