Addio all’attore Sid Haig, Capitano Spaulding di Rob Zombie e icona horror

Sid Haig

Il cinema horror dice addio a Sid Haig, ben 150 tra film e serie tv interpretati in carriera, iconico Capitano Spaulding dei film di Rob Zombie, caratterista per Quentin Tarantino e attore feticcio di Jack Hill

Il cinema, in particolare quello horror, perde l’ennesimo iconico caratterista, Sid Haig, morto sabato scorso all’età di 80 anni. Il celebre Capitano Spaulding dei film di Rob Zombie, malato da tempo, era ricoverato da due settimane in terapia intensiva. Haig era infatti stato vittima di una brutta caduta per la quale era stato tenuto in osservazione, ma durante quella stessa notte l’attore aveva vomitato con il rigurgito che gli era finito nei polmoni. Subito aspirato, sembrava aver avuto un miglioramento, come raccontato dalla moglie Susan L. Oberg su Instagram il 15 settembre, ma la stessa ha poi annunciato il decesso di sabato: «Sabato 21 settembre 2019, la mia luce, il mio cuore, il mio vero amore, il mio Re, l’altra metà della mia anima, Sidney, è passato da questo regno al prossimo. È tornato nell’universo, una stella brillante nei suoi cieli. Era il mio angelo, mio marito, il mio miglior amico e sempre lo sarà. Adorava la sua famiglia, i suoi amici e i suoi fans. È stato uno shock per tutti noi. Noi come famiglia chiediamo che venga rispettata la nostra privacy e il nostro tempo per compiangerlo».

In quasi 60 anni di carriera Sid Haig ha interpretato oltre 150 tra film e serie tv, diventando da subito attore feticcio del re dell’exploitation Jack Hill, con il quale ha girato ben sette film tra il 1966 e il 1974, da Sesso in gabbia a Foxy Brown, dopo un corto western girato insieme quando era appena ventenne.

Negli anni ’70 Haig prese parte a diversi cult, da L’uomo che fuggì dal futuro (1971) di George Lucas ad Agente 007: Una cascata di diamanti (1971) con Sean Connery, e a decine dei serie tv, ma a riportarlo sullo schermo dopo qualche anno di assenza è Quentin Tarantino, che memore dei suoi film con Hill gli offre il ruolo del giudice nel suo blaxploitation Jackie Brown (1997) e quello del barista del locale in cui lavora Michael Madsen in Kill Bill – Volume 2 (2004).

Il definitivo rilancio di Sid Haig avviene però grazie a Rob Zombie, che gli offre l’iconico ruolo del Capitano Spaulding, gestore del museo degli orrori, nel dittico horror La casa dei 1000 corpi (2003) e La casa del diavolo (2005), trasformandolo in autentica star dell’horror. Nei successivi 15 anni, Haig ne gira addirittura una ventina (quasi tutti z-movies), partecipando ovviamente ai successivi film di Rob Zombie, Halloween – The Beginning (2007), Le streghe di Salem (2012) e Three from Hell, uscito nei cinema americani appena una settimana fa, in cui torna a vestire i panni del Capitano Spaulding a chiusura della trilogia.

E proprio Rob Zombie ha voluto omaggiare l’amico Sid Haig con un lungo ricordo sul suo profilo Facebook, concludendo con «Il Capitano è andato.. ma non sarà mai dimenticato» e postando l’ultima foto del cast riunito, risalente a quasi un anno e mezzo fa:

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui