Addio a Rutger Hauer, iconico replicante di Blade Runner e super cattivo del cinema mondiale

Rutger Hauer

E’ morto Rutger Hauer, uno dei cattivi più iconici del cinema mondiale, protagonista di Ladyhawke, The Hitcher, ed indimenticabile replicante di Blade Runner, con il suo leggendario monologo «Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi..».

Neanche i miti sono immortali: è morto Rutger Hauer, il celebre attore olandese diventato un’icona grazie al ruolo di replicante in Blade Runner. Solo oggi il suo agente Steve Kenis ha reso noto il decesso, avvenuto venerdì 19 nella sua casa in Olanda, a funerale avvenuto.

Rutger Hauer ha partecipato a circa 170 tra film e serie tv, interpretando negli anni ’80 a titoli di culto quali Blade Runner, Ladyhawke, The Hitcher, I falchi della notte, Osterman Weekend, La leggenda del santo bevitore. In carriera ha frequentato praticamente tutto il cinema, ma in particolare quello di genere, protagonista di tanti b-movie action, thriller e horror spesso dimenticabili (anche in Italia, come il Dracula di Dario Argento).

Negli anni 2000 si è fregiato di partecipazioni prestigiose come in Confessioni di una mente pericolosa, Sin City, Batman Begins, Valerian e la città dei mille pianeti, fino a I fratelli Sisters lo scorso anno. Vinse un Golden Globe nel 1988 come miglior attore non protagonista per il film tv Fuga da Sobibor di Jack Gold, ottenendo poi un’altra nomination nel 1995 come protagonista del film tv Delitto di stato.

Hauer ha interpretato quasi sempre ruoli da villain, ma il ruolo della vita resta quello di Roy Batty in Blade Runner di Ridley Scott, l’iconico replicante che dà la caccia ad Harrison Ford e che nel finale regala il celebre ed algido monologo entrato di diritto nell’immaginario collettivo e nella storia del cinema: «Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di morire».

Subito sono arrivate le reazioni di Hollywood alla scomparsa di Rutger Hauer, iniziando con il regista premio Oscar Guillermo del Toro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here