Addio a Christopher Plummer, da Tutti insieme appassionatamente all’Oscar

Christopher Plummer
Christopher Plummer

E’ morto a 91 anni Christopher Plummer, grande attore con oltre 215 film e serie all’attivo, premio Oscar per Beginners e celebre capitano Von Trapp nel classico Tutti insieme appassionatamente

E’ morto il celebre attore Christopher Plummer, capitano Von Trapp di Tutti assieme appassionatamente e premio Oscar per Beginners si è spento all’età di 91 anni nella sua casa di Weston, nel Connecticut, con al fianco la moglie Elaine Taylor, con cui era sposato da oltre mezzo secolo.

Nato il 13 dicembre 1929 a Toronto, in Canada, nipote del primo ministro canadese Sir John Abbott, Christopher Plummer era figlio dell’avvocato e segretario universitario John Plummer. Finito il liceo, si iscrisse nel 1950 al Canadian Repertory Theatre di Ottawa dove in due anni interpretò ben settantacinque ruoli. Venne così notato dalla Canadian Broadcasting Company che lo ingaggiò per alcuni radiodrammi. Nel 1953 fece il suo esordio sulle scene di Broadway per poi tornare in Canada e affermarsi nella Shakespeare Festival Company di Startford (Ontario).

Forte della sua fama di grande interprete shakespeariano debuttò nel 1958 al cinema, accanto a Henry Fonda e Susan Strasberg in “Fascino del palcoscenico” di Sidney Lumet. Nel 1964 passò con disinvoltura da “La caduta dell’impero romano” di Anthony Mann, a uno splendido Otello televisivo diretto da Philip Saville. Raggiunto il grande successo di pubblico con Tutti insieme appassionatamente, interpretò nel 1967 il ruolo di una spia in “Agli ordini del Führer e al servizio di Sua Maestà” per poi impersonare un re azteco in “La grande strage dell’impero del sole” (1969) di Irving Lerner.

Dopo “Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo” (2009), Plummer è tornato nelle sale con “The last station” (2010, candidato all’Oscar come migliore attore protagonista), “Millennium – Gli uomini che odiano le donne” (2011), “Elsa & Fred” (2014), “Remember” (2015), “Dickens: L’uomo che inventò il Natale” (2017), “Tutti i soldi del mondo” (2017), “Era mio figlio” (2020).

(fonte: ADNkronos)

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui