MoliseCinema, 18ª edizione con film, doc, corti e ospiti Chicchiarelli, Robustelli, Braucci, Bonito

MoliseCinema 2020 - banner
MoliseCinema 2020 - banner

Parte il 18° MoliseCinema: in concorso 7 opere prime e seconde (da Figli a Favolacce), 7 doc e 42 corti, visibili anche online; ospiti Barbara Chicchiarelli, Marianna Robustelli, Maurizio Braucci e Giuseppe Bonito

Dal 4 al 9 agosto si svolgerà la 18ª edizione di MoliseCinema a Casacalenda, in provincia di Campobasso. Il Festival si svolgerà in forma “ibrida” con film ed eventi in streaming sul portale MYmovies e proiezioni in presenza nel centro storico del paese. Sei giorni di film, corti, documentari, anteprime, eventi, il tutto nel rispetto delle normative anti-covid e con spazi di proiezione che garantiranno il distanziamento sociale e con la necessità di prenotarsi e registrarsi per accedere alle proiezioni.

Sono 4 sono le sezioni competitive di MoliseCinema, che saranno quasi integralmente visibili online ad accesso gratuito, sul portale MYmovies. Tra i titoli in programma numerose anteprime italiane o internazionali. 24 i cortometraggi internazionali (online), 18 i cortometraggi italiani (online), 7 i documentari italiani (online). 7 i titoli di Paesi in lungo, sezione dedicata alle opere prime e seconde che da quest’anno si apre ai film internazionali. (5 in presenza, 2 online). Tra gli eventi speciali la presentazione del libro, giovedì 6 agosto, Pierfrancesco Favino. Collezionista di anime, curato Fabio Ferzetti e Federico Pommier Vincelli, terzo volume della collana editoriale del Festival pubblicata da Cosmo Iannone Editore. Giovedì 6 agosto ci sarà la presentazione del volume che contiene saggi critici, approfondimenti inediti sull’attore e le testimonianze di Marco Tullio Giordana, Marco Bellocchio, Giuliano Montaldo, Ferzan Ozpetek, Kasia Smutniak e Maria Sole Tognazzi. La presentazione sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook di MoliseCinema.

Tra le anteprime assolute il Festival presenta, per la sezione Doc.special fuori concorso, Andate al mare. La disfatta della prima repubblica, di Antonio Plescia e Giacomo Visco Comandini. Il documentario racconta il movimento referendario di Mario Segni e Achille Occhetto. Andate al mare è l’esortazione con la quale Bettino Craxi invita gli italiani a disertare le urne nel giugno 1991. A presentare il documentario ci saranno i registi e il giornalista, direttore de l’Espresso, Marco Damilano. Da sempre attento ai nuovi autori e linguaggi del cinema MoliseCinema ha anche uno sguardo retrospettivo. E per la serata inaugurale di martedì 4 agosto Molisecinema rende omaggio a Federico Fellini nel centenario della nascita con lo slideshow fotografico Fellini e le donne: circa 50 fotografie, alcune inedite, tratte dall’archivio della Fondazione Fellini di Sion e curata dal critico Federico Grandesso. Un altro omaggio a Giuliano Montaldo e al suo primo film Tiro al piccione, tratto dal romanzo dello scrittore molisano, nativo proprio di Casacalenda, Giose Rimanelli. Il film è stato restaurato dalla Cineteca Nazionale e sarà presentato sabato 8 agosto.

7 opere prime e seconde in concorso

Sono 7 i lungometraggi che concorrono al Premio del Pubblico. Ad aprire il Festival martedì 4 agosto, per Paesi in lungo – Concorso: L’immortale di Marco D’Amore, alla presenza dell’interprete Marianna Robustelli con un videosaluto di Marco D’Amore. Mercoledì 5 agosto sarà la volta di Buñuel – Nel labirinto delle tartarughe opera prima d’animazione di Salvador Simó, vincitore ai Goya 2020 e agli EFA 2019 del premio per il Miglior Film d’Animazione Europea. (online). Sempre il 5 sarà presentato Martin Eden di Pietro Marcello. A incontrare il pubblico del festival lo sceneggiatore Maurizio Braucci. Per questo film Luca Marinelli ha vinto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile. Venerdì 7 agosto, alla presenza del regista, sarà presentato Figli di Giuseppe Bonito con Valerio Mastandrea e Paola Cortellesi. Il film è tratto dal monologo I figli invecchiano di Mattia Torre.

Sabato 8 agosto, sarà la volta di Un divano a Tunisi di Manele Labidi con Golshifteh Farahani, film franco-tunisino in cui  Selma, cresciuta a Parigi, decide di tornare a Tunisi per aprire uno studio da psicanalista. Domenica 9 agosto sarà la volta di Maternal di Maura Delpero con Lidiya Liberman: ambientato a Buenos Aires in un centro religioso per ragazze madri, vede protagoniste tre donne diverse che influenzeranno reciprocamente le proprie vite e il proprio rapporto con la maternità (online). Sempre domenica 9 Favolacce di Fabio e Damiano D’Inncocenzo con Elio Germano, accompagnato al Festival dall’attrice protagonista Barbara Chicchiarelli. Il film è una favola nera che racconta senza filtri un mondo apparentemente normale dove la rabbia è pronta ad esplodere. Miglior sceneggiatura al Festival di Berlino 2020.

Il programma completo con i concorsi anche dei documentari e dei cortometraggi è sul sito ufficiale di MoliseCinema

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui