Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo, recensione: a scuola di perfidia, ma all’insegna dell’amicizia

Gru e i Minions - Minion 2 - Come Gru diventa cattivissimo
Gru e i Minions - Minion 2 - Come Gru diventa cattivissimo

La recensione di Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo, nuovo capitolo dell’amatissima saga: un prequel che racconta con la solita ironia una storia ricca di amicizia

Piccolo Gru

Sono gli anni ’70 e Gru, che non è ancora diventato il maestro del male conosciuto da tutti, è solo un ragazzo di 12 anni che vive in periferia e trama di conquistare il mondo dal suo seminterrato. Quando incontra i Minions, tra cui Kevin, Stuart, Bob e Otto, questa famiglia inaspettata unisce le forze e cerca di portare a termine le prime missioni. Il sogno di Gru è quello di entrare a far parte dei Malefici 6, un famigerato gruppo di cattivi che ha appena spodestato il loro leader, il leggendario lottatore Willy Krudo. Il colloquio per diventare il nuovo membro non va a buon fine, ma Gru per farli ricredere ruba una pietra potentissima. A quel punto diventa il loro obiettivo principale e si ritrova improvvisamente nel mirino. Così non gli resta che fuggire, sempre scortato dai fedelissimi Minions.

Minions, dott. Nefario e Willy Krudo

Max Giusti torna a doppiare il suo Gru in Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo, che in questo prequel è poco più di un bambino. Gli è già chiaro, tuttavia, ciò che vuole fare nella vita: diventare, appunto, cattivissimo. Insieme ai Minions si diverte a scorrazzare per la città mettendo a segno scherzi e marachelle, ma come si dice in questi casi “il meglio deve ancora venire”. La pellicola rivela così le dinamiche che hanno portato alla collaborazione con i fedelissimi Minions, il primo incontro con il dott. Nefario (e il suo conseguente ingaggio) e il legame con l’inedita figura di Willy Krudo. Proprio quest’ultimo permetterà a Gru di affinare le tecniche di cattiveria, diventando una figura di riferimento sui generis ma pur sempre “formativa”.

I Minions - Minion 2 - Come Gru diventa cattivissimo
I Minions – Minion 2 – Come Gru diventa cattivissimo

Segreti da tramandare

Ingrediente imprescindibile della saga dedicata a Gru e ai Minions è da sempre l’amicizia. Il loro rapporto piace proprio per l’affetto che trapela, sempre condito da simpatiche gag. Tale componente non manca nemmeno in Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo, nella quale si aggiunge il bel rapporto tra il piccolo Gru e la new entry Willy Krudo. L’anziano cattivissimo è una sorta di nonnino pronto a tramandare i suoi segreti al giovane allievo, il che fa tenerezza nonostante lo scopo ultimo siano delle “nefandezze”. Ma questo paradosso accompagna da sempre uno dei brand di maggior successo della Illumination, rappresentandone uno degli ingredienti vincenti.

Formula vincente non si cambia

Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo punta inevitabilmente su certezze consolidate anno dopo anno, film dopo film. Il risultato è quindi un nuovo capitolo molto divertente, carico di quella sana ironia che non può non strappare la risata. Dai personaggi alle gag, passando per una trama ricca di azione (come restare indifferenti ai Minions allievi di Kung Fu?), la pellicola raggiunge il suo scopo pur senza introdurre grosse novità. Squadra che vince non si cambia, e vince ancora una volta.

Minions 2 – Come Gru diventa cattivissimo arriva nelle sale il 18 agosto distribuito da Universal Pictures. Diretto da Kyle Balda e Brad Ableson, tra i doppiatori originali figurano Steve CarellAlan Arkin, Julie Andrews e Pierre Coffin, Max Giusti invece in quella italiana.

VOTO:
3 stelle e mezza

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui