Milano Music Week 2018: dal 19 parte la seconda edizione

Milano Music Week

La Milano Music Week torna con una seconda edizione dal 19 al 25 novembre 2018: il mondo della musica si racconta in una settimana, sempre più internazionale, che riunisce tutti i protagonisti della filiera, confermando il ruolo di Milano come Music City italiana per eccellenza.

Saranno oltre 170 appuntamenti in tutta la città fra concerti, showcase, incontri e momenti di formazione, mostre, presentazioni di nuovi progetti discografici ed eventi speciali, che metteranno Milano al centro della musica (e la musica al centro di Milano): dopo il successo della prima edizione, torna dal 19 al 25 novembre Milano Music Week, la settimana – quest’anno ancora più internazionale – che racconta il mondo della musica attraverso tutta la sua filiera e i protagonisti che ne fanno parte. Più di 200 artisti da ogni continente, 70 location, 135 live, 64 djset, 72 incontri e workshop di formazione, oltre 100 partner produttori di contenuti animeranno l’intera città, offrendo un’occasione unica per vivere la musica più da vicino, per entrare nei luoghi dove si fa e si impara, scoprirne il dietro le quinte, conoscere gli artisti e le principali figure di questo settore.

Elisa aprirà la Milano Music Week al Teatro Dal Verme

Da sempre città trainante per la vitalità dello spettacolo e della musica, Milano si conferma un punto di riferimento sia per il pubblico, con una proposta musicale ampia e di qualità tutto l’anno, sia per i professionisti del settore, quale protagonista nella filiera musicale nazionale e internazionale. E, proprio a partire dalla MMW, favorisce la collaborazione fra realtà differenti – dalle major alle etichette indipendenti, dai grandi locali alle associazioni – che compongono il dinamico tessuto artistico e produttivo milanese. La Lombardia detiene infatti il primato di regione regina della musica con il 20,2% delle imprese del settore, mentre Milano rafforza il suo il ruolo di Music City italiana per eccellenza, con oltre 2.600 eventi all’anno e un volume d’affari per concerti che supera i 52 milioni di euro, circa 950 imprese in costante crescita (in aumento del 2,7% nell’ultimo anno e pari al 9,6% del totale nazionale), oltre 7.000 addetti che operano nel settore (pari al 13,2% a livello nazionale) – secondo i dati SIAE 2017 e della Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi.

«Dopo una prima edizione che ha visto un’importante partecipazione da parte del pubblico e degli operatori della filiera musicale, questa seconda conferma la volontà di far dialogare i diversi mondi della formazione, della produzione e della distribuzione mettendo in connessione il mondo della musica anche in senso verticale, dal top player alle piccole case discografiche e ai locali indipendenti» ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno. «Milano Music Week rappresenta un’importante piattaforma di comunicazione, non solo milanese ma anche nazionale, che vuole essere il più possibile partecipata, e per questo coinvolge tutti i quartieri, anche i più lontani dal centro, con una programmazione che nasce dal tessuto sociale e produttivo della città e offre quindi una pluralità di proposte e linguaggi».

Emma Marrone banner
Emma sarà una delle protagoniste dell’evento di chiusura della Milano Music Week, curato da Billboard Italia

Concerti, showcase, incontri e momenti di formazione, mostre, presentazioni di nuovi progetti discografici ed eventi speciali: saranno oltre 170 gli appuntamenti in programma durante la Milano Music Week, dal centro alle periferie, tra grandi palazzetti, piccoli club, locali storici ma anche nuovi luoghi della Milano contemporanea, come l’Apple Store o Starbucks Reserve Roastery, e l’apertura straordinaria delle case discografiche al pubblico. Tanti gli artisti italiani e internazionali da ascoltare o incontrare: Elisa, protagonista della serata inaugurale VH1 Storytellers, Eros Ramazzotti, MHD, per la prima volta in Italia, i Mudhoney, Emma Marrone, Riccardo Sinigallia, Jean Michel Jarre, Trevor Horn, Dolcenera per citarne solamente alcuni, più molti altri che faranno parte del party di chiusura della Milano Music Week di Billboard Italia. Non mancheranno inoltre speciali occasioni di apprendimento e conoscenza dei meccanismi e delle dinamiche del mondo musicale con i maggiori esperti del settore a partire da Linecheck Music Meeting and Festival che si conferma la principale music conference italiana. Tra gli eventi più attesi, l’incontro tra il rapper Marracash e il sindaco Giuseppe Sala.

«Il concetto portante di questa edizione di Milano Music Week è il racconto della musica. Una settimana in cui si potranno conoscere tutte le fasi di creazione, produzione ed esecuzione musicale. Per questo Elisa è una artista perfetta per dare il via alla settimana con VH1 Storytellers, in cui racconterà le sue canzoni e la sua storia. Per sette giorni Milano presenterà eventi di tante tipologie differenti e sarà possibile entrare in contatto diretto con tutte le figure professionali che animano questo mondo, per fornire un’idea il più possibile completa su cosa significhi oggi la musica come arte, cultura, lavoro, impresa, intrattenimento, spettacolo», afferma Luca De Gennaro, curatore della Milano Music Week e Vice Presidente Talent & Music di Viacom International Media Networks.

Milano Music Week 2018 - Marracash e Giuseppe Sala - banner
Incontro tra il rapper Marracash e il sindaco di Milano Giuseppe Sala

 

Sarà Palazzo Giureconsulti (Piazza Mercanti, 2) l’infopoint della Milano Music Week, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19. Qui verranno inoltre ospitati una serie di panel sulle realtà musicali e sul rapporto con le tecnologie digitali 4.0, in collaborazione con il Punto Impresa Digitale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Per l’intera settimana, Palazzo Giureconsulti sarà centro della scena musicale milanese anche grazie alla collaborazione con l’associazione Artisti di Strada di Milano.

Il sito ufficiale della manifestazione è www.milanomusicweek.it.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui