Meeting del Mare: tanti ospiti a Marina di Camerota

Planet Funk

Dal 31 maggio al 2 giugno si terrà a Marina di Camerota il Meeting del Mare, festival ideato da don Gianni Citro e che giunge all’edizione n.23. Molti ospiti tra cui i Planet Funk, Motta, Franco 126 e Bianco.

Da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno l’area porto di Marina di Camerota (Salerno) si trasforma in un grande palcoscenico all’aperto per la XXIII edizione del Meeting del Mare, il festival ideato e diretto da don Gianni Citro che anticipa la stagione dei grandi raduni open air italiani. Musica, mostre, installazioni, danza, azioni teatrali e incontri d’autore in riva al mare del Cilento per una gioiosa esplosione di creatività giovanile. Dopo l’anteprima di aprile a Sapri con Rocco Hunt, l’happening che ogni anno raduna migliaia di giovani da tutto il Sud Italia approda nuovamente a Marina di Camerota, per tre giorni e tre notti di concerti, incontri ed eventi artistici, rigorosamente a ingresso gratuito, indagando il tema di questa edizione: Io ricordo.

Tre gli headliner, uno per ogni giornata del festival, con uno sguardo attento alla scena italiana contemporanea. Venerdì 31 maggioFranco126: il suo disco d’esordio come solista, Stanza singola – il primo dopo la fine del sodalizio con Carl Brave – è già un susseguirsi di hit, da Frigobar a Ieri l’altro alla title track con Tommaso Paradiso. Sabato 1 giugnoPlanet Funk: nei primi anni 2000 hanno rivoluzionato la scena elettronica e dance in Italia con brani come Inside All the People, Who Said e The Switch. Adesso ritornano per festeggiare 20 anni di carriera con All On Me, nuovo brano che anticipa l’uscita del prossimo album d’inediti. Domenica 2 giugnoMotta: due dischi, La fine dei vent’anni e Vivere o Morire,  vari singoli di successo alle spalle e prestigiosi riconoscimenti – dalla Targa Tenco al Premio Fabrizio De André – fanno dell’artista toscano uno dei nomi più interessanti della scena cantautorale italiana.

Franco126
Franco126

Insieme a loro, come tradizione, una folta schiera di artisti emergenti e interessanti realtà della musica underground nazionale: N!et, La Terza Classe, Malatja, Stanley Rubik, 1989, Fran e i Pensieri Molesti, La Gabbia, Barracca Republic, DiMeglio, Martino Adriani, Matteo Cappella, San De Villa, Indubstry, Johnny DalBasso e molti altri, per un totale di 50 esibizioni.

Oltre ai concerti, previsti ogni giorno workshop e seminari con professionisti di settore, aftershow, dj set, incontri con gli autori e jam session presso il Meeting del Mare Camp: un vero e proprio mini-campus (attivo dal 30 maggio con un contest per band emergenti) in cui, dalla mattina fino a notte fonda, tutte le band avranno la possibilità di confrontarsi e far ascoltare i loro dischi/demo agli ospiti presenti al festival. Tra questi: Magellano ConcertiThe Goodness FactoryOctopus RecordsExitWellPrimo Maggio RomaiCompanyFanpage.itArealiveLe Rane. In più, due band selezionate dal festival parteciperanno a dei laboratori di scrittura e arrangiamento realizzati in collaborazione con Reset Festival di Torino, lavorando al fianco di due tutor d’eccezione, Bianco e Francesco Di Bella (protagonisti di un secret concert in chiusura del festival).

Meeting del Mare 2019 - Manifesto
Meeting del Mare 2019 – Manifesto

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui