Mary Shelley, autrice di Frankestein, scelta come prossimo soggetto della serie Genius

Mary Shelley Frankestein

National Geographic ha annunciato il suo prossimo “genio”. La terza stagione della serie antologica Genius sarà dedicata a Mary Shelley, autrice del capolavoro Frankestein, intellettuale e femminista ante-litteram.

Genius, Mary Shelley nella terza stagione

National Geographic ha annunciato chi sarà il prossimo genio a cui verrà dedicata la terza stagione della serie antologica Genius, già rinnovata in maniera ufficiale. Dopo Albert Einstein e Pablo Picasso, tocca stavolta a Mary Shelley, autrice del romanzo Frankestein, o il moderno Prometeo, capolavoro del genere horror-gotico. «L’opera di Mary Shelley ha lasciato un segno indelebile su generazioni, plasmandone l’immaginario», ha affermato Carolyn Bernstein, Vice Presidentessa dello sviluppo e della produzione per National Geographic Global Networks. «Ed ugualmente d’ispirazione è la storia della implacabile voglia di innovazione di Shelley, combinata con il suo desiderio di vivere secondo i propri termini, sicuramente non convenzionali per l’epoca, a dispetto di immensi ostacoli sociali e culturali. Non vedo l’ora che il nostro talentuoso team porti sullo schermo l’eccezionale storia senza tempo di questa donna e renda giustizia alla sua eredità letteraria».

Mary Shelley Frankestein
Una scena de La moglie di Frankestein, film diretto da James Whale (1935)

L’eredità di Shelley: non solo Frankestein

Il romanzo di Mary Shelley è sicuramente tra i più noti non solo del genere, ma di tutta la letteratura mondiale. Pubblicato per la prima volta nel 1818, Frankestein, o il moderno Prometeo racconta la storia di Victor Frankestein, uno scienziato che riesce a dar vita ad una creatura senziente, seppur dalle mostruose sembianze. Quest’opera ha ispirato generazioni di creativi, ponendo una pietra miliare per il genere horror-gotico-fantasy, le cui influenze arrivano sino ad oggi, in letteratura come nel cinema, e creando un vero e proprio serbatoio di immagini e narrazioni. Mary Shelley, nata nel 1797, ha scritto e pubblicato inoltre tante altre opere, oltre ad essere una intellettuale ed una femminista ante-litteram. «Mary Shelley ha ispirato innumerevoli filmmakers con il suo racconto di un essere miserabile portato alla vita da un esperimento scientifico andato storto, ma in pochi hanno davvero colto la sua penetrante riflessione sulla società nel mito che si è lasciata dietro», ha affermato il produttore esecutivo Ron Howard. «In pochi conoscono le sue battaglie contro le inuguaglianze di genere, i suoi altri scritti, la sua influenza su altri individui storicamente molto importanti e, in generale, sulla società tutta. Portare sullo schermo qualcuno come Mary Shelley, il suo meraviglioso intelletto, la sua compassione e forza è esattamente ciò per cui questa serie è stata pensata e stiamo continuando questa vincente collaborazione con National Geographic e Fox 21 Television Studios».

Mary Shelley
Un ritratto di Mary Shelley

Altri dettagli

La terza stagione di Genius dovrebbe arrivare nel 2019, ma del cast non sappiamo ancora niente. I nuovi episodi saranno prodotti dalla Fox 21. Il produttore esecutivo Ken Biller servirà di nuovo come showrunner e, come nelle precedenti stagioni, lo show vedrà come produttore esecutivo Brian Grazer e Imagine Entertainment, MWM Studios e EUE/Sokolow. «La nostra esperienza con Courtney, Carolyn e il team di Nat Geo è stata un successo e i tanti riconoscimenti alla nostra prima stagione hanno addirittura superato ogni nostra aspettativa», ha affermato Bert Salke, presidente di Fox 21. «Adesso il pubblico potrà godersi Antonio Banderas nei panni del nostro Picasso e l’avvincente scrittura di Ken Biller. La scelta di Mary Shelley come prossimo soggetto dimostra la profondità del nostro franchise. La scelta di portare sullo schermo una delle donne più geniali di tutti i tempi è assolutamente calzante rispetto al momento e al tempo che stiamo vivendo. E la storia di Mary è allo stesso tempo più strana della finzione stessa e incredibilmente drammatica. Non vediamo l’ora di iniziare», conclude.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui