Mary Poppins, recensione: incantevole musical sulla tata più amata

Mary Poppins, recensione: incantevole musical sulla tata più amata

Mary Poppins – Il musical è uno spettacolo preso in prestito da Broadway e in effetti si intravede la mano sapiente di chi ha creato la magia: con alcune delle canzoni più amate della Walt Disney, lo spettacolo è pronto a far sognare grandi e piccoli.

La tata che tutti i bambini vorrebbero avere

Mary Poppins non ha bisogno di presentazioni: è semplicemente la tata che tutti i bambini vorrebbero avere, così divertente e piena di magia. Purtroppo il signor Banks (interpretato da Alessandro Parise) è un bancario di Londra troppo preso dai suoi affari per badare alla famiglia, così la moglie Winifred (Alice Mistroni) cambia una tata dopo l’altra nella speranza che i suoi figli siano seguiti a dovere. I due bambini, Jane e Michael (a vestirne i panni ci sono 3 coppie di bambini per tutto il tempo delle rappresentazioni), sono però piuttosto vivaci e difficili da domare. Ma niente paura: come lo stesso tuttofare-spazzacamino Bert (Davide Sammartano) nota nella prima scena, il vento dell’Est sta cambiando e porta con sé una novità chiamata proprio Mary Poppins (Giulia Fabbri).

La prima produzione italiana

Il musical di Mary Poppins nasce dalla fusione delle storie della creatrice Pamela Lyndon Travers e dall’omonimo film Disney (del quale sta arrivando un sequel con Emily Blunt). La musica e le parole sono quelle delle canzoni originali di Richard e Robert Sherman, alle quali si aggiungono i nuovi testi di George Stiles e Anthony Drewe. Si tratta della prima produzione italiana dello show, presentata grazie ad un accordo con il Music Theatre International d’Europa. Anche l’occhio meno esperto è portato a notare la perfetta macchina che si nasconde dietro al musical: si tratta di uno spettacolo dal solido impianto che nella trasposizione italiana preserva intatto tutto il suo fascino senza tempo.

Mary Poppins il musical: Mary e Bert a braccetto
Mary (Giulia Fabbri) e Bert (Davide Sammartano) a braccetto

Attenzione al particolare

Mary Poppins è un musical che deve la sua grandezza alla buona riuscita di ogni piccolo dettaglio. I costumi sono il primo aspetto da notare: sontuosi e colorati, danno piacere agli occhi e valorizzano le già ottime performance degli attori. Notevole anche la scenografia, con la casa della famiglia Banks in primo piano pronta a mostrare due piani diversi e altrettanti arredi. Deliziosi anche i trucchi di illusionismo che condiscono la storia: Mary Poppins vola e ha davvero una borsa magica dalla quale può uscire un attaccapanni o una lampada, mentre Bert può cogliere un mazzo di fiori da un quadro. Un plauso per la scena della passeggiata nel parco (con il personaggio inventato di Miss Andrew, interpretata da Lucrezia Zoroddu): tra i colori dei costumi, la vivacità della musica e l’impeccabile coreografia, la resa dell’insieme lascia davvero a bocca aperta.

Indimenticabile colonna sonora

Poche canzoni possono essere paragonate a Supercalifragilistichespiralidoso, Cam caminì, Com’è bello passeggiar con Mary e Un poco di zucchero in termini di popolarità e coinvolgimento. Il pubblico del Teatro Nazionale di Milano non ha certo fatto eccezione e si è acceso con queste amatissime melodie. L’orchestra dal vivo aumenta la spettacolarità della musica, regalando un’atmosfera a dir poco magica. Gli amanti del celebre film d’animazione della Walt Disney datato 1964 – o della rilettura di Saving Mr Banks del 2013 – non faticheranno a ritrovarsi completamente immersi nelle medesime atmosfere da sogno e ameranno fantasticare insieme a Mary Poppins e all’immancabile spazzacamino Bert.

Mary Poppins: una scena del musical dedicato alla tata più amata di sempre
Una scena del musical dedicato alla tata più amata di sempre

Mary Poppins – Il Musical va in scena al Teatro Nazionale CheBanca! di Milano dal 13 febbraio 2018 con la regia di Federico Bellone, la supervisione musicale di Simone Manfredini e le coreografie di Andrew Wright.

VOTO:

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui