Manhunt: Unabomber, su Netflix è ancora grande caccia al crimine

Manhunt: Unabomber

Ancora caccia all’uomo su Netflix. Sbarca sul servizio di streaming la nuova miniserie crime che ripercorre le vicende di uno dei killer più celebri della storia statunitense. Manhunt: Unabomber racconta la cattura di Theodore Kaczynski da un punto di vista inedito: quello della linguistica forense.

Ancora crimine e psicologia su Netflix

Dopo il successo di Mindhunter, arriva su Netflix una nuova promettente serie che unisce crimine e psicologia per raccontare la storia vera della caccia all’uomo più famosa della storia recente: quella a Theodore Kaczynski, meglio conosciuto come Unabomber. Manhunt: Unabomber racconta la vicenda secondo una prospettiva del tutto inedita, quella dell’agente dell’FBI Jim “Fitz” Fitzgerald, pioniere in linguistica forense e responsabile della costruzione del profilo psicologico che portò poi alla cattura del terrorista. Secondo Sodorski, creatore della serie, questo fu possibile soprattutto perché anche Fitz era un outsider, «il suo cervello funzionava come quello di Kaczynski. Su parti opposte della barricata, cacciatore e cacciato pensavano nello stesso modo». Ecco la locandina ufficiale!

Manhunt: Unabomber

La vicenda Unabomber

Theodore Kaczynski, genio della matematica ed ex-professore dell’Università di Berkeley, terrorizzò per quasi vent’anni gli Stati Uniti, spedendo pacchi-bomba direttamente nelle case di perfetti sconosciuti. Le modalità assolutamente gratuite e casuali con cui Unabomber colpiva sconvolsero il Paese ed il mondo intero e la sua cattura, avvenuta nel 1996, pose fine a una scia di sangue e terrore e ad un’ansia che aveva ormai abbandonato i grandi scenari di guerra per penetrare nella dimensione privata e casalinga di ciascuno. «Una figura che mi ha ossessionato a lungo. Aveva il potere di entrare metaforicamente in casa tua ogni volta che suonava il campanello della posta», afferma Greg Yaitanes, il regista di Manhunt: Unabomber.

Dettagli e cast di Manhunt: Unabomber

La miniserie, una sorta di docudrama a puntate che ripercorre tutta la vicenda della cattura, è una co-produzione Netflix e Discovery Channel. Le otto puntate sono disponibili sul servizio di streaming a pagamento dal 12 Dicembre e successivamente andranno in onda su uno dei canali Discovery. La serie è una creazione di Andrew Sodroski, che figura anche come produttore esecutivo. Alla regia troviamo Greg Yaitanes, anche lui produttore esecutivo e showrunner. I protagonisti sono Paul Bettany, che interpreterà Kaczynski, e Sam Worthington, nel ruolo dell’agente Fitz. Nel cast anche Chris Noth (Don Ackerman, che creò la task force anti-Unabomber), Jane Lynch (il ministro della giustizia Janet Reno), Keisha Castle-Hughes (Tabby, agente partner di Fitz) e Jeremy Bobby e Ben Weber nel ruolo di due burocrati dell’FBI che cercheranno di ostacolare il lavoro d’avanguardia avviato dall’agente Fitz.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui