Mai per sempre, video intervista a Fabio Massa e Yuliya Mayarchuk

La nostra video intervista a Fabio Massa e Yuliya Mayarchuk, protagonisti del film Mai per sempre, una storia di abbandoni, di segreti e di vendette diretta dallo stesso Massa, in uscita al cinema il 24 settembre

Vi presentiamo la nostra video intervista esclusiva a Fabio Massa e Yuliya Mayarchuk, protagonisti del film Mai per sempre, di cui Massa è anche regista. Ci hanno raccontato dell’idea del film, della Napoli “diversa” da quella di Gomorra, dei tanti caratteristi partenopei con in primis Cristina Donadio, dell’uscita di aprile rimandata per il covid, ed altro. Mai per sempre arriva nelle sale il 24 settembre 2020, distribuito da Goccia Film.

Sinossi

Mai per sempre è la storia di Luca: un ragazzo che avrebbe potuto godersi la vita, se ne sarebbe potuto fregare degli affari loschi che pratica il padre, avvocato di prestigio, e trovarne giovamento. E, invece, no: preferisce spezzarsi la schiena in un’officina meccanica che gli hanno dato in gestione lontano da Napoli. Ha deciso, inoltre, di dare una seconda possibilità al suo grande amico, Antonio, per gli amici 6=, regalandogli l’occasione di ricominciare lavorando da lui in Puglia, non appena uscito dal carcere. Oltre alla madre, Silvana, che ama profondamente, altro tassello importante con Napoli è rappresentato da Don Michele, un prete, al quale è molto legato, già amico e confessore della madre.

Luca è fidanzato con Maria, una donna ucraina di qualche anno più grande. I due stanno progettando l’idea di avere un bambino. Maria lavora a nero presso una vecchia signora che non ha sufficiente denaro per regolarizzare la sua posizione, quindi si trova, suo malgrado, a non poter rinnovare il permesso di soggiorno. Ma non è questo il problema più grave: Livio, il suo ex fidanzato, è tornato dopo essere sparito per problemi di droga, e la sua presenza è un peso insopportabile. Intanto anche 6= ha trovato una sua strada affettiva: ha incontrato Sara e il loro rapporto cresce sempre di più. Eppure, la felicità sembra essere un progetto a termine. Il male compare, si insinua e distrugge…

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui