L’Isola del Cinema, Bruce Beresford a Roma porta anteprime australiane

L'Isola del Cinema - Isola Mondo

L’Isola del Cinema: tre giorni alla scoperta dell’Australia con tante proiezioni in anteprima e un’ospite d’onore: il regista australiano Bruce Beresford.

A Roma dal 9 all’11 Luglio 2019 L’Isola del Cinema diventa una vetrina per scoprire e confrontarsi con le Cinematografie di ogni parte del mondo. Nell’ambito della sezione Isola Mondo si parte, in questo quarto appuntamento, per un paese tanto lontano quanto affascinante, l’Australia. Per tre giorni si avrà la possibilità di scoprire, attraverso la settima arte, i costumi, la storia, i cambiamenti di questo meraviglioso Paese, in collaborazione con l’ambasciata di Australia in Italia. Si inizia martedì 9 luglio, con una serata evento a inviti e la proiezione del film, tratto dal libro The Women in Black di Madeleine St John, Ladies In Black, la commedia diretta dal regista di A spasso con DaisyBruce Beresford, uno dei maggiori registi australiani, che sarà presente in sala.

Alle ore 21:30 presso l’Arena Groupama verrà presentata in anteprima una storia di donne e immigrazione, sullo sfondo delle trasformazioni sociali e culturali dell’Australia. La vicenda è ambientata nell’estate del 1959, quando Lisa, che vorrebbe frequentare l’Università di Sydney, decide di cimentarsi in un lavoro estivo presso un grande magazzino. Qui lavora fianco a fianco con un gruppo di commesse che le permetteranno di formarsi, crescere e aprire gli occhi su un mondo che va molto al di là della sua esistenza protetta. La serata vanterà la presenza dell’Ass.re al Turismo di Roma Carlo Cafarotti che salirà sul palco insieme alDirettore Artistico Giorgio Ginori e all’ambasciatore d’Australia in Italia, Greg French.

L'Isola del Cinema - Ladies in Black
Una del fim Ladies in Black diretto da Bruce Beresford

Mercoledì 10 luglio, sempre alle ore 21,30 all’Arena Groupama, si rimane sempre in Australia con l’anteprima internazionale di una commedia romantica Top End Wedding di Wayne Blair. Lauren e Ned sono fidanzati e innamorati, ma prima di coronare il loro sogno d’amore devono per ritrovare la madre di lei, scomparsa da qualche parte nel remoto nord dell’Australia, e hanno solo dieci giorni di tempo per riunire i genitori di Lauren e celebrare finalmente il loro matrimonio. Giovedì 11 luglio il viaggio in Australia termina in bellezza con il famoso, irriverente ed esilarante The Adventures of Priscilla, Queen of the Desert di Stephan Elliot, vincitore di un Premio Oscar per i costumi, sempre all’Arena Groupama alle ore 21,30, con ingresso gratuito.

Gli eccentrici Felicia, Mitzi e Bernadette, nomi d’arte di Ralph, Tick e Adam, sono in viaggio, nel mezzo del deserto australiano, per andare ad esibirsi in un cabaret. Felicia e Mitzi sono due travestiti, Bernadette è transessuale. Il viaggio con un vecchio e appariscente torpedone rosa shocking di nome Priscilla è il pretesto per una esibizione del kitsch e di molti calcolati isterismi, con parentesi di umanità, tra disavventure, ricordi d’infanzia, confidenze, solitudini e legami indissolubili. Il film è stato d’ispirazione anche per un musical teatrale che è andato in tournée internazionale.

L'Isola del Cinema - The Adventures of Priscilla, Queen of the Desert
Una scena del film The Adventures of Priscilla, Queen of the Desert di Stephan Elliot

Bruce Beresford nato a Sidney, dove si è laureato nel 1963, Bruce Beresford è oggi uno dei maggiori registi australiani. Ha diretto 30 film, ma anche opere liriche. Noto a livello internazionale per film come:A spasso con Daisy, Uomini e topi, Crimini del cuore, Evelyn, Signore in nero, solo per citarne alcuni, ha diretto sia in Australia che negli USA e in Italia le opere liriche: Otello di Rossini ,Elettra di Strauss, Un tram chiamato desiderio di Previn. Molti dei suoi film sono pluripremiati. Ha pubblicato recentemente un libro di memorie tratto dai suoi diari e dagli incontri professionali intitolato I migliori film che non ho fatto.

L'Isola del Cinema - Bruce Beresford
Bruce Beresford

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here