Léa Seydoux tornerà per il 25° film di James Bond

Léa Seydoux

L’attrice francese Léa Seydoux tornerà per il 25° film di James Bond, su esplicita richiesta dell’attore Daniel Craig, e in accordo con il regista Cary Joji Fukunaga.

Secondo The Daily Mail, l’attrice francese Léa Seydoux tornerà nel mondo dello spionaggio internazionale per il 25° film di Bond. Léa Seydoux è apparsa in precedenza come Dr. Madeleine Swann in Spectre, il 24° film di James Bond, nel 2015. Le è stato chiesto di tornare nel cast da Daniel Craig, attuale interprete di Bond. E, a quanto pare, per la prima volta il regista del nuovo film su 007, Cary Joji Fukunaga, è d’accordo. «Léa tornerà», ha confermato Fukunaga, aggiungendo «Ho alcuni dei migliori attori del mondo qui. Perché non dovrei aspirare al meglio?». «Insieme a Seydoux, ritorneranno anche Ralph Fiennes, Ben WhishawNaomie Harris e Craig, ovviamente, ancora una volta leggendario agente segreto britannico».

Il 25° film di Bond ha effettivamente avuto dei problemi nell’ultimo anno. Inizialmente doveva essere diretto da Danny Boyle, che è uscito improvvisamente dal progetto quest’estate per delle differenze creative. La produzione è stata quindi ritardata mentre lo studio è stato costretto a cercare nuovi possibili registi, prima di scegliere Fukunaga, meglio conosciuto per aver diretto la prima stagione dell’acclamata serie True Detective della HBO. La EON Productions e la Metro Goldwyn Mayer Studios hanno recentemente raggiunto un accordo con la Universal Pictures per collaborare all’uscita mondiale del 25° film di James Bond. La precedente uscita della super spia, Spectre, è stata inaugurata nelle sale americane il 16 novembre 2015 e il film ha guadagnato 200 milioni di dollari a livello nazionale e 680,6 milioni a livello internazionale, per un totale mondiale di 880,7 milioni di dollari.

Spectre - Léa Seydoux e Daniel Craig
Léa Seydoux e Daniel Craig in una scena del 24° film di James Bond, Spectre

Il 25° film di Bond, ancora senza titolo, uscirà nelle sale cinematografiche il 14 febbraio 2020.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui