Le Mans ’66 – La grande sfida, recensione: Christian Bale e Matt Damon corrono insieme nella più grande corsa mai raccontata

le-mans-66-la-grande-sfida-nuovo-trailer-italiano-del-biopic-con-christian-bale-e-matt-damon-2

Le Mans ’66 – La grande sfida è un prodotto notevole, che miscela abilmente adrenalina, dramma e poesia per trasformare un film sulle corse in qualcosa di profondo, intimo e umano.

Un’auto per la rivoluzione

In Le Mans ’66 vediamo la storia vera di due grandi uomini, il visionario designer di automobili Carroll Shelby (Matt Damon) e l’intrepido pilota britannico Ken Miles (Christian Bale), che insieme si batterono contro l’interferenza delle corporation, le leggi della fisica e i loro demoni personali per costruire una rivoluzionaria auto da corsa per la Ford Motor Company e sfidare le imbattibili auto di Enzo Ferrari (Remo Girone) alla 24ore di Le Mans in Francia nel 1966.

Molto più che una sfida

Le Mans 66 è un film adrenalico e profondo che sfrutta le macchine come metafora di una società ridotta ad uso a consumo che ha perso il valore delle cose dietro il vile denaro. Ken Miles si oppone a questo modello di massificazione, grazie al suo spirito ribelle e intraprendente che purtroppo non va d’accordo con il sistema capitalista delle aziende Ford, molto più proiettate verso la produzione in massa che verso l’artisticità e la qualità del mezzo. La Le Mans ’66 diviene l’occasione perfetta per invertire i processi, grazie a Carroll Shelby, un pilota fuori dai giochi che nonostante l’impossibilità di partecipare non si perde d’animo e cercherà di costruire la macchina più veloce del mondo, al pari solo delle scuderie Enzo Ferrari.

Le Mans '66 - Ford VS Ferrari.
Le Mans ’66 – Ford VS Ferrari.

Tensione e distensione

In Le Mans ’66 oltre i roboanti motori e scene che mozzano davvero il fiato, il film vuole andare oltre mostrando esattamente il meccanismo dietro questo splendido quanto spietato mondo. James Mangold con una regia delicata e attenta cerca di esprimere attraverso il suo punto di vista una visione d’insieme attenta al quadro generale e non alle singole metafora di questa o quella scena in una tendenza che sfocia verso una narrazione multi-lineare, tesa come una corda che si esaurisce nella totale distensione ritmica e sonora. Le Mans ’66 diventa quindi un prodotto commerciale che proprio nel suo rivolgersi a tutti in maniera ambivalente assume corpo, mostrandosi come una visione universale e stratificata del mondo reale da cui è tratta la vicenda.

Quando tutto è in ballo

I protagonisti della vicenda sono due uomini molto diversi, accomunati dalla passione per i motori e il desiderio irrefrenabile di correre in pista e vincere. Questa tensione si mostra attraverso l’amicizia che lega i due e il desiderio di divenire sempre migliori come le macchine per cui lavorano. Carroll è un pilota che ha visto il suo ultimo tramonto e per problemi cardiaci e non può più correre, Ken Miles interpreta esattamente lo spirito represso di Matt, un uomo ribelle ed energico che non scende a compromessi con il rischio di perdere tutto quello che ama ma anzi trasforma questo irrefrenabile pulsione anarchica in modo tale da sfruttarla sul circuito. Un uomo che non ha fatto i conti con la conseguenza delle proprie azioni e la scelta di cooperare, nonostante sia in ballo tutto quello in cui ha sempre creduto. La macchina diventa, come i protagonisti del film, un elemento da interiorizzare e analizzare in un contesto filmico che vuole evadere da ogni preconcetto per porsi al di fuori della prospettiva, come un obiettivo che in mondo spietato e analitico fa emergere tutto: disagi, dolori, tensioni, rimpianti, sconfitte, gioie e vittorie.

Le Mans '66 - La grande sfida - Christian Bale e Matt Damon.
Le Mans ’66 – La grande sfida – Christian Bale e Matt Damon.

Circolo Vizioso

La mano esperta di James Mangold, già confermata con Logan arriva a mettere il punto, armonizzando il film con una fotografia e uno stile estremamente attento all’interiorizzazione, i personaggi chiusi in un circolo edipico ne emergeranno solo grazie alla propria autodistruzione per rinnovarsi e maturare, nonostante il fato, spietato come un circuito con la pioggia, sia presente benevole e crudele a mostrare sempre la sua onnipresente incombenza.

Le Mans ’66 – La grande sfida arriva al cinema il 14 novembre con 20th Century Fox. Diretto da James Mangold con Christian Bale, Matt Damon e Jon Bernthal.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui