L’arte viva di Julian Schnabel, prosegue la Grande arte al cinema

L’arte viva di Julian Schnabel

Dopo il clamoroso successo di pubblico dell’evento cinematografico più visto in Italia Loving Vincent, la Grande arte al cinema di Nexo Digital prosegue il 12 e 13 dicembre con L’arte viva di Julian Schnabel di Pappi Corsicato.

Un evento speciale realizzato grazie a importanti testimonianze

L’arte viva di Julian Schnabel è un film diretto da Pappi Corsicato e dedicato alla superstar del panorama artistico newyorkese, già presentato come evento speciale al Tribeca Film Festival. Il film è stato realizzato anche grazie alle testimonianze di Al Pacino, Mary Boone, Jeff Koons, Bono Vox, Laurie Anderson.

Il 12 e 13 dicembre: in sala il film sull’eclettico artista

Il film evento, che sarà nelle sale solo il 12 e 13 dicembre, racconta la storia personale e la carriera pubblica del celebre artista e regista Julian Schnabel. Scritto e diretto da Pappi Corsicato e prodotto da Buena Onda con Rai Cinema, L’Arte viva di Julian Schnabel ripercorre la formazione di Schnabel, nato a Brooklyn e cresciuto a Brownsville, Texas: dagli esordi della vita professionale nella New York City di fine anni Settanta all’ascesa negli anni Ottanta fino al raggiungimento dello status di superstar nel panorama artistico di Manhattan.

Schnabel: un artista poliedrico attento alla realtà

Il film descrive l’approccio estroverso e anticonvenzionale di Schnabel nei confronti del lavoro e della vita: l’amato pigiama di seta, la dimora di Montauk a Long Island e quella nel palazzo in stile veneziano nel West Village di Manhattan. Schnabel è ritratto intento a dipingere, ad allestire una nuova mostra in giro per il mondo e in parallelo nella sua vita privata, in vacanza con i familiari. Ci sono poi gli approfondimenti sulla sua passione cinematografica che lo porta a realizzare film come Basquiat nel 1995, oltre al pluri-premiato Prima Che Sia Notte e Lo Scafandro e la Farfalla.

Qualche parola sul regista, Pappi Corsicato

Il regista del film, Pappi Corsicato, nasce a Napoli nel 1960. Si trasferisce a New York nel 1980, dove studia danza e coreografia alla Alvin Alley Dance School e recitazione all’Academy of Dramatic Arts e presso l’Actor’s Studio. Pappi torna in Italia nel 1993 per scrivere e dirigere il suo primo film, la commedia intitolata Libera. Vince i premi Ciak d’Oro e Grolla d’Oro per il migliore lungometraggio e si porta a casa un premio quale Migliore Giovane Regista, conferitogli dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.  Altri lungometraggi di fiction includono Buchi Neri (1995), un episodio del film collettivo comico, i Vesuviani (1997), Il Seme della Discordia (2008).

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui