La Prima Estate 2024, racconto serata finale con Kasabian e Fontaines dc

Kasabian live - La Prima Estate 2024 - ph. Stefano Dalle Luche
Kasabian live - La Prima Estate 2024 - ph. Stefano Dalle Luche

Ecco il racconto della serata conclusiva de La Prima Estate 2024 con protagonisti i  Kasabian, Fontaines dc, Shame e Wu-Lu

Dopo il grande successo della giornata di sabato, con Paolo Nutini headliner, si è chiusa con una line up all’insegna del rock e delle chitarre con quattro realtà britanniche che hanno trovato terreno fertile anche tra gli amanti del genere in Italia. Ad aprire Wu-Lu, produttore, polistrumentista e cantautore di Brixton che unisce venature hip-hop con arrangiamenti punk che ricordano i primi Linkin Park.

Wu-Lu - La Prima Estate 2024 - ph. Stefano Dalle Luche
Wu-Lu – La Prima Estate 2024 – ph. Stefano Dalle Luche

Spazio poi ai londinesi Shame con l’ultimo album Food for Worms. Attivi dal 2018, hanno subito trovato un grande consenso di pubblico e di critica e hanno infiammato i presenti con la loro energia, con il doppio stage diving del frontman Charlie Steen.

Shame - La Prima Estate 2024 - ph. Stefano Dalle Luche
Shame – La Prima Estate 2024 – ph. Stefano Dalle Luche

Hanno presentato in anteprima il nuovo disco Happenings, in uscita il 5 luglio, i Kasabian che tornano live e lo fanno per la prima volta in Italia orfani di Tom Meighan che ha abbandonato il gruppo nel 2020. A non farlo rimpiangere ci ha pensato un Sergio Pizzorno in forma smagliante che ha dominato la scena. Venti anni di carriera, oltre 5 milioni di album venduti in tutto il mondo e tanti altri riconoscimenti rendono la band di Leicester tra le più rappresentative del nuovo brit rock.

Kasabian - La Prima Estate 2024 - ph. Stefano Dalle Luche
Kasabian – La Prima Estate 2024 – ph. Stefano Dalle Luche

A chiudere l’edizione 2024 sono stati i Fontaines D.C., freschi di uscita con il nuovo singolo Favourite. Giovanissimi ma in grado di avere in poco tempo un seguito importante, portano sul palco la loro poesia generazionale, con testi intrisi di pathos e accompagnati da un sound crudo e chitarre distorte. Irlandesi, ci tengono a ribadirlo, dal microfono con i colori della bandiera agli occhiali indossati dal frontman Grian Chatten alle luci in prevalenza verdi. Ad agosto uscirà il loro quarto album dal titolo Romance e non è da escludere un loro ritorno in Italia entro la fine dell’anno.

fontaines dc - La Prima Estate 2024 - ph. Stefano Dalle Luche
fontaines dc – La Prima Estate 2024 – ph. Stefano Dalle Luche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome