La Milanesiana 2022, grande successo per la manifestazione ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi

La Milanesiana 2022 - logo
La Milanesiana 2022 - logo

La Milanesiana 2022, grande successo per la manifestazione ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi: oltre 60 incontri in 20 città italiane con più di 150 ospiti, dirette streaming da oltre 7 milioni di visualizzazioni e 9 mostre

Grande successo per la 23ª edizione de La Milanesiana (qui il sito internet ufficiale), ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, quest’anno dedicata al tema OMISSIONI, che ha raggiunto migliaia di persone in tutta Italia. 20 le città che ha toccato dalla sua partenza, il 4 giugno: Milano, Sondrio, Bergamo, Seregno, Pvia, Torino, Alessandria, Bassano Del Grappa, Ascoli Piceno, Firenze, Faenza, Imola, Bagno di Romagna, Cervia, Gatteo A Mare, Dozza, Bormio, Livigno, Venezia e Gardone Riviera.

La maggior parte degli appuntamenti è stata anche trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook de La Milanesiana, raggiungendo oltre 55000 views. Il sito del quotidiano nazionale Corriere della Sera ha trasmesso inoltre 24 appuntamenti in diretta streaming, che hanno ottenuto più di 7 milioni di visualizzazioni.

«L’edizione 2022 della Milanesiana è stata un grande successo – dichiara Elisabetta Sgarbi, direttore artistico della Milanesiana – un viaggio entusiasmante in oltre due mesi, oltre 60 appuntamenti, attraverso 20 città d’Italia. Ovunque, La Milanesiana è stata accolta da un pubblico straordinario, che ha riempito le piazze, i teatri, le gallerie d’arte, riconquistando spazi di cultura, confronto, divertimento. Un viaggio in Italia che ha toccato non solo grandi città, ma anche riscoperto città di provincia e borghi, dimostrando che il bisogno di bellezza è ovunque, e La Milanesiana nasce e vive per dare non una, ma molteplici risposte a questa domanda di bellezza. Voglio citare le 20 città italiane toccate dalla Milanesiana, perché le migliaia di persone che hanno partecipato agli eventi di questi due mesi sono l’anima del festival, e a loro va il mio ringraziamento: Milano, Sondrio, Bergamo, Seregno, Pavia, Torino, Alessandria, Bassano Del Grappa, Ascoli Piceno, Firenze, Faenza, Imola, Bagno Di Romagna, Cervia, Gatteo A Mare, Dozza, Bormio, Livigno, Venezia, Gardone Riviera».

Al Premio Nobel per la Letteratura 2021 Abdulrazak Gurnah è stato consegnato il Sigillo della cittàdall’Assessore alla Cultura di Milano Tommaso Sacchi. Il Premio Omaggio al Maestro / La Milanesiana è stato assegnato al regista statunitense Abel Ferrara. La scrittrice Premio Strega Giovani 2021, poetessa, regista e testimone della shoah di origine ungherese Edith Bruck ha ricevuto il Premio Rosa d’Oro della Milanesiana in occasione del suo intervento in streaming al Santuario San Giuseppe di Milano. Presenti all’evento AlexandrSokurov (Leone d’oro a Venezia 2011) e Piergaetano Marchetti.

Lo scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun, Premio Goncourt 1987, è stato omaggiato con il Premio Jean-Claude e Nicky Fasquelle / La Milanesiana alla Rocca Sforzesca di Imola dove ha presentato anche il drappo da lui dipinto per la città di Feltre. Al Comune di Bormio è stata donata dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi la scultura luminosa di Marco Lodola dedicata alla Rosa dipinta da Franco Battiato, rielaborata anche quest’anno da Franco Achilli, che fin dalla prima edizione è il simbolo de La Milanesiana. 

Sono stati oltre 60 gli incontri con grandi nomi italiani e internazionali della Letteratura, Musica, Cinema, Scienza, Arte, Filosofia, Teatro, Diritto, Economia e Sport.

LETTERATURA

Alcuni dei momenti più preziosi e importanti all’interno del programma de La Milanesiana sono da sempre legati agli incontri letterari. Il 13 giugno è stato accolto in un Piccolo Teatro Grassi di Milano tutto esaurito, in dialogo con Paolo Giordano, il Premio Nobel per la Letteratura 2021 Abdulrazak Gurnah, a cui è stato consegnato il Sigillo della città dall’Assessore alla Cultura di Milano Tommaso Sacchi. Lo scrittore francese Édouard Louis è stato applaudito a Milano, al Teatro Franco Parenti, con lo spettacolo per la regia di Thomas Ostermeier “QUI A TUÉ MON PÈRE / Chi ha ucciso mio padre”, e il giorno successivo, al Teatro Carcano, è stato protagonista di un incontro con i fratelli d’Innocenzo.

Fratelli D'Innocenzo
Fabio e Damiano D’Innocenzo

La Milanesiana ha ospitato le letture e gli interventi di Claudio Magris e Paolo Di Paolo, di Massimo Cacciari, del Premio Pulitzer 2018 Andrew Sean Greer insieme a Enrico Rotelli e Lisa Halliday, del Premio Goncourt 2016 Leila Slimani e di Lucrezia Lerro. Il 21 giugno nell’ambito degli incontri dedicati al diritto a cura diPiergaetano Marchetti, lo stesso Marchetti ha dialogato in collegamento con Edith Bruck. A Pavia, nella serata dedicata a Guerre e omissioni, si sono tenute le letture del Premio Pulitzer 1996 e 2016 Joby WarrickFerruccio De Bortoli, a cui è seguita l’anteprima assoluta di “Bandiere Nere”, melologo per attore e pianoforte di Fabio Vacchi tratto dal libro “Bandiere Nere” di Joby Warrick con la voce narrante di Agnese NanoErick Bertsch al pianoforte e le immagini di Theo Volpatti.

Il linguista Noam Chomsky ha dialogato con Andrea Moro alla Milanesiana a Pavia, seguito dal concerto spettacolo di Sonia Bergamasco, “Il quaderno di Sonia”. Alessandria ha ospitato due appuntamenti, uno con Vittorio Sgarbi e l’altro un dialogo illustrato tra Vincenzo Trione Mario Andreose dedicato a Umberto Eco e l’arte, e a Imola si è tenuta la serata dedicata al Premio Goncourt 1987 Tahar Ben Jelloun, con presente anche Lorena Cesarini, che all’ultimo Festival di Sanremo ha letto degli estratti de “Il razzismo spiegato a mia figlia” di Tahar Ben Jelloun.

Sonia Bergamasco
Sonia Bergamasco

Al cinema Anteo, grandi applausi per il Premio Nobel per la Letteratura 2003 John Coetzee, il due volte Premio Strega Sandro Veronesi intervenuto in streaming, lo scrittore Premio Strega 2021 Edoardo Nesi e lo scrittore e traduttore armeno naturalizzato greco Petros Markaris.

Lo Spazio Volvo Milano ha ospitato gli interventi tra Scienza e Letteratura di Giorgio Vallortigara, il Premio Goncourt 2020 Hervé Le TellierPiergiorgio Odifreddi, e della saggista best seller Jennifer Ackerman. Grande successo anche per le serate a Bormio, dove si sono tenute le letture del Premio Pulitzer 1999 Michael Cunningham, di Enrico Rotelli, di Nuccio Ordine.

MUSICA

Anche quest’anno la musica è stata grande protagonista de La Milanesiana, a partire dalla serata inaugurale, il 4 giugno a Sondrio, con il concerto di Simone Cristicchi. Gli Extraliscio sono tornati al Festival con 5 performance, tra cui le due speciali anteprime assolute: a Milano, Extraliscio CONTRO Tre Allegri Ragazzi Morti, e a Firenze Romantic Robot con Orchestra Maderna e Peter Pichler. Milano ha ospitato anche una serata speciale dedicata interamente al Canto Popolare, con il concerto de Il Coro delle Mondine di Novi e i Flexus e le letture di Pacifico,Luca Simonetta Sandri e Piero Colaprico.

Non sono mancati gli omaggi al grande Franco Battiato: con la serata “Canto fermo. Le musiche classiche di Franco Battiato” – con prologo letterario di Fabrizio Gifuni, il contributo cinefotografico di Theo Volpatti, “Sulle tracce di Beethoven. Omaggio a Franco Battiato” (2022, 6’) e il concerto in Anteprima Assoluta “Canto fermo” con Carlo Boccadoro – e con la serata “Alice canta Battiato” che ha registrato il tutto esaurito a Livigno. Applaudito l’intervento musicale di Vinicio Capossela a Seregno, preceduto dalla proiezione di “Indebito” (2012, 87’) diAndrea Segre, con lo stesso Capossela.

Incontro tra le arti anche nelle serate dedicate a Ermal Meta – che ha presentato in un dialogo con Luca Bottura il suo primo romanzo “Domani e per sempre” (2022, La nave di Teseo) e ha eseguito live alcuni brani del suo repertorio – e in quella dedicata a Eduardo De Crescenzo, con la presentazione del progetto che omaggia le sue radici musicali e la sua città, “AVVENNE A NAPOLI passione per  voce e piano”, con lettura di Federico Vacalebre, proiezione del video di “Marechiaro” di Michele Bernardi e il concerto di Eduardo de Crescenzo e Julian Oliver Mazzariello.

Ermal Meta
Ermal Meta

Tra gli artisti ospitati quest’anno anche: Morgan con un concerto al piano dedicato a Nino Migliori, Uri Caine con il suo spettacolo “Change!”, Antonio Ballista e Bruno Canino, il pianista Ramin Bahrami con “Tra Oriente e Occidente”, il jazz di Paolo Fresu & Dino Rubino, Giovanni Caccamo, Enrico Ruggeri, Cristina D’Avena con Gem Boy, Luigi Piovano al violoncello, la pianista e compositrice Giuseppina Torre, il pianista siriano palestinese Aeham Ahmad, il giovane violinista Premio Paganini 2021 Giuseppe Gibboni con Carlotta Dalia, Elio che ha cantato e recitato Enzo Jannacci, il ritorno di Vasco Brondi con un live set acustico, il concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti feat. Extraliscio, il chitarrista Renato Caruso, il concerto autobiografico “Non perderti niente” di Luca Barbarossa e il concerto al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera, a chiusura de La Milanesiana, di Ara Malikian, tra i più brillanti ed espressivi violinisti della scena musicale contemporanea.

CINEMA

Il cinema è sempre stato uno dei temi centrali de La Milanesiana. Il Cinema Anteo di Milano, in occasione dei novanta anni dalla nascita di François Truffaut, ha ospitato la Maratona Truffaut, con le proiezioni di “I 400 colpi” (1959, 99′), “Finalmente domenica” (1983, 110′), “L’ultimo metrò” (1980, 131′) e le letture di Paola Malanga e Paolo Mereghetti dedicate al grande regista francese. Sempre all’Anteo, la serata dedicata al regista statunitense Abel Ferrara ha visto il prologo letterario di Gabriele Tinti e un dialogo tra il regista, Pedro Armocida e Giulio Sangiorgio, con intervento di Chiara Caselli e proiezione di “Molly Bloom” (2016, 20’) di Chiara Caselli e diThe Addiction” (1995, 82’) di Abel Ferrara. Al Cinema Mexico di Milano sono stati proiettati “Occhi blu” (2021, 86’) di Michela Cescon, “Dracula” (1931, 75’) di Tod Browning con una sonorizzazione dal vivo a cura di Massimo Zamboni (chitarra e voce), Cristiano Roversi (tastiera) e Simone Beneventi (percussioni e vibrafono) e l’anteprima assoluta del film “LA LEGGE. La Costituzione recitata dagli animali con la voce del padrone” (2022) di Flavia Mastrella. Al Teatro Carcano di Milano sono stati invitati Damiano e Fabio D’Innocenzo, che con il loro film “Favolacce” hanno vinto l’Orso d’argento per la migliore sceneggiatura al Festival di Berlino 2020 e cinque Nastri d’argento tra cui miglior film e al Teatro Ventidio di Ascoli Piceno Basso Carlo Verdone ha dialogato con Paolo Mereghetti.

Abel Ferrara
Abel Ferrara

FILOSOFIA e SCIENZA

Al Teatro Franco Parenti di Milano si è tenuto l’incontro dedicato alla cultura e alle voci della Lombardia, con gli interventi di Stefano Bruno Galli (Assessore all’Autonomia e Cultura Regione Lombardia), Giordano Bruno Guerri, Pier Luigi Vercesi, Ada Gigli Marchetti e Stefano Zecchi. All’Arianteo Chiostro dell’Incoronata di Milano si è tenuta una serata dal tema “Lode dell’oblio”, con Lectio Magistralis sull’argomento di Massimo Cacciari. A Seregno, l’incontro tra Vinicio Capossela e il politico greco ed economista Yanis Varoufakis, per la serata “Guerre e omissioni”; a Firenze, la lectio “La cura, il dire, il non dire” di Gianpaolo Donzelli; alla Casa dell’Energia e dell’Ambiente di Milano, l’appuntamento dedicato a “La Città”. Il Volvo Studio Milano ha ospitato le serate “I numeri e l’universo”, con Piergiorgio Odifreddi, il Premio Goncourt 2020 Hervé Le Tellier e Aurelio Picca, e “Le parole della scienza” insieme ad Andrea Moro, Giorgio Vallortigara e Jennifer Ackerman.

ARTE

Non sono mancati importanti omaggi di Vittorio Sgarbi a grandi artisti come Leonardo, Raffaello, Canova, Caravaggio e Pasolini. Menzione speciale per la sua lectio su Raffaello a Bormio.

Il Festival ha dato anche grande spazio alle mostre in diverse città italiane. All’Auditorium di Seregno si è tenuta la mostra “Omaggio a Luca Crippa. Il ricordo di 35 artisti dell’Accademia di Brera” a cura di Carlo Franza e Stefano Pizzi, nell’ambito della mostra diffusa “Luca Crippa. Pioniere del surrealismo italiano”. Alla Galleria Ceribellidi Bergamo si è tenuta la mostra con le opere del grande interprete della fotografia contemporanea Nino Migliori(classe 1926) con “Lumen – A lume di candela” (a cura di Marina Nella Truant ed Elisabetta Sgarbi).

Di seguito le mostre ancora in corso ospitate quest’anno da La Milanesiana. Sono disponibili i cataloghi delle mostre, editi dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi.

Fino al 18 agosto al Ca’ Sagredo Hotel di Venezia è visitabile la mostra “Ignazio Stella (Stern). Dalla collezione Cavallini Sgarbi”, a cura di Vittorio Sgarbi e Pietro Di Natale. Accesso libero tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00.

Fino al 31 agosto al MVSA – Museo Valtellinese di Storia e Arte di Sondrio è visitabile la Mostra “SIMONE CRISTICCHI. Omissioni”, in collaborazione con Comune Di Sondrio, Fondazione Gruppo Credito, Valtellinese, Pro Valtellina Onlus, Schena Generali, Bim, Lions Club, Sondrio Host, Lions Club Sondrio Masegra, Lions Club Bormio, Lions Club, Morbegno, Lions Club Tellino, Ciaccio Arte. Accesso libero dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

Simone Cristicchi
Simone Cristicchi

Fino al 3 settembre a Milano, al Volvo Studio Milano, è visitabile la Mostra “Volvo P1800. Simon Templar, il cinema e il mito di un’auto” a cura di Elisabetta Sgarbi, in collaborazione con Volvo Car Italia e Ciaccio Arte. Accesso libero da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 20.00 sabato dalle 10.00 alle 19.00

Fino all’11 settembre alla Reggia di Venaria a Venaria Reale (TO) è visitabile la Mostra “Tutti i linus. 100 anni con Charles Schulz” a cura di Igort, Stefania Rumor ed Elisabetta Sgarbi. Progetto di allestimento Luca Volpatti. In collaborazione con Consorzio Delle Residenze Reali Sabaude, Enel, Salone Del Libro Di Torino, Ciaccio Arte. Accesso libero dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 18.30.

Fino al 15 settembre presso la Banca Popolare di Sondrio a Bormio è visitabile la Mostra “Doppio TRICARICO” a cura di Elisabetta Sgarbi, progetto di allestimento Luca Volpatti. In collaborazione con Comune di Bormio, Bormio marketing Proloco, Provincia di Sondrio, Comunità montana, Bim, Banca Popolare di Sondrio, Rotary Bormio, Rotary Precotto Milano, Banca Popolare di Sondrio, Ciaccio Arte. Accesso libero dal lunedì al venerdì dalle 08.10 alle 13 e dalle 14.15 alle 15.45.

Fino al 15 settembre alla galleria d’arte “Osvaldo Licini” di Ascoli Piceno è visitabile la Mostra “CARLO VERDONE. Il colore del silenzio” a cura di Elisabetta Sgarbi e Paolo Mereghetti. In collaborazione con Regione Marche, Comune di Ascoli Piceno, Fondazione Carisap, Camera di commercio delle Marche, Circolo culturalmente insieme, Galleria Ceribelli, Ciaccio Arte. Accesso libero martedì e giovedì dalle 10.00 alle 13.00, mercoledì e venerdì dalle 15.00 alle 18.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00.

Carlo Verdone
Carlo Verdone 

TEATRO

Tra gli spettacoli teatrali ospitati da La Milanesiana: “QUI A TUÉ MON PÈRE / Chi ha ucciso mio padre”, scritto e interpretato da Édouard Louis e diretto da Thomas Ostermeier; “Amistade”, una contaminazione di Flavia Mastrella e Antonio Rezza tra Fratto X e la poetica di Fabrizio De André sfuggita dalle labbra di Dori Ghezzi (in dialogo con Armando Besio); “IO” di Antonio Rezza e Flavia Mastrella. In occasione dei 100 anni dalla prima pubblicazione, al Teatro No’hma di Milano, è andato in scena lo spettacolo “Joyce” di e con Mauro Covacich, con prologo di Giuliana Bendelli. Sono tornati alla Milanesiana “Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show” e lo spettacolo di e con Gene GnocchiSe non ci pensa Dio ci penso io” che ha registrato il tutto esaurito a Bormio.

Massimo Lopez e Tullio Solenghi show
Massimo Lopez e Tullio Solenghi

DIRITTO

A 30 anni di distanza dalle uccisioni di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, a Milano si è tenuto un importante incontro per ricordare, e mai dimenticare, i due magistrati. In dialogo Claudio Martelli, Livia Pomodoro, Giangiacomo Schiavi. Anche per questa edizione de La Milanesiana, Piergaetano Marchetti (presidente della Fondazione Corriere della Sera e Bookcity) ha curato la sezione dedicata al Diritto e Doveri, in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Fondazione Corriere della Sera. Con la scrittrice Edith Bruck, è stato affrontato il tema della “Memoria”, con a seguire la proiezione del documentario “Edith Bruck. Il tatuaggio dell’anima” di Raphael Tobia Vogel. Il giorno seguente, si è tenuto l’incontro dedicato all’importante tematica “L’arte e il potere”, insieme al regista Aleksandr Sokurov (Leone d’Oro a Venezia 2011), la scrittrice e traduttrice russa di origine ucrainaAliona Shumakova e la scrittrice e traduttrice ucraina Elena Kostioukovitch. L’ultimo appuntamento è stato dedicato al “Diritto alla privacy” con il dialogo tra Pasquale Stanzione (Presidente del Garante per la protezione dei dati personali), Franco Toffoletto e Piergaetano Marchetti. Si è parlato il 26 giugno a Milano del diritto alla protezione dei dati personali insieme al politico Antonello Soro, al giornalista Bruno Giurato, al dirigente d’azienda e scrittore Guido Maria Brera, al filosofo e accademico Maurizio Ferraris, al giurista, notaio e accademico Piergaetano Marchetti e all’avvocato e saggista Umberto Ambrosoli; prologo letterario di Michele Monina. Livigno ha ospitato l’incontro tra Alan Friedman e Francesca Masiero, coordinato da Paolo Conti.

Paolo Borsellino
Paolo Borsellino

SPORT

Dopo essere stato introdotto l’anno scorso come uno dei temi de La Milanesiana, anche quest’anno è stato tra i protagonisti del festival. Il giornalista, telecronista sportivo e scrittore Federico Buffa è stato protagonista di due appuntamenti con il suo spettacolo “Italia Mundial (1982/2022)”, insieme al pianista Alessandro Nidi. Ad Ascoli Piceno, lo spettacolo è stato preceduto dalla proiezione di un’esclusiva intervista a Dino Zoff di Maurizio Crosetti. A Gatteo A Mare Enrico Ruggeri, ha parlato della sua esperienza come Presidente della Nazionale Cantanti. Bormio ha ospitato una serata dedicata a Federica Pellegrini, una delle più grandi atlete che l’Italia abbia mai avuto, ancora oggi detentrice del record del mondo nei 200 stile libero e primatista europea nei 400, con proiezione del documentario a lei dedicato, “Underwater” (2020, 101’) di Sara Ristori, e un dialogo con Elena Stancarelli e Stefano Barigelli, direttore della Gazzetta dello Sport,.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui