India Estate: in arrivo la seconda edizione all’ex complesso Mira Lanza

India Estate

India Estate torna per la sua seconda edizione all’ex complesso Mira Lanza dal 6 giugno. Tantissimi eventi ricchi di musica ed intrattenimento che terranno compagnia al popolo romano.

Cultura, musica e teatro all’aria aperta, in uno degli spazi più affascinanti di Roma: dopo il successo della prima edizione, dal 6 giugno 2019 torna India Estate.

Nel cuore post industriale della città, tra le rovine dell’ex complesso Mira Lanza ai piedi del Gazometro, le aree esterne del Teatro India ospitano la seconda edizione di una manifestazione estiva unica nel suo genere che anima di musica, teatro, cinema all’aperto, art expo, performance, eventi e presentazioni, area famiglie, urban market con artigiani, food & beverage e dj set una delle aree più suggestive della capitale, tutti i giorni dalle 19.00 alle 02.00.

India Estate - Una foto dell'anno scorso
India Estate – Una foto dell’anno scorso

Oltre 2000 m², circondati dall’archeologia industriale del quartiere Ostiense/Marconi e divisi in due grandi aree: l’Arena, uno spazio rettangolare, circondato di ruderi delle mura del vecchio complesso, che ospita spettacoli e artisti di livello internazionale, e il Cortile, area destinata alle famiglie, per il pre e post concerto/teatro, o per chi semplicemente vuole trascorrere la serata in relax, sorseggiando un drink, godendo di una vista imbattibile sul Gazometro. Due spazi in uno, per rispondere alle esigenze del territorio, dei romani e non solo, in grado di offrire intrattenimento di qualità tra musica, teatro, performance, ma anche inedite incursioni, un urban market dove trovare le creazioni artigianali più originali, e street food, tra prodotti regionali, novità esotiche, cocktail e birra artigianale, dall’aperitivo fino a tarda notte. Tutto rigorosamente plastic free.

India Estate - Le luminarie
India Estate – Le luminarie

A farla da padrone è il programma musicale che miscela con sapienza alcune delle più interessanti novità della scena, tra artisti emergenti e nomi affermati, e che vede protagonisti per il 2019: Blindur (7 Giugno), Sbaglio Dischi (11 Giugno), TheAndree (13 Giugno), LMS Les Moustache (15 giugno), Sale (16 giugno), Erika Giuili + the fireflais (18 giugno), Subba (21 Giugno), INDIAN NEIGHBOURS (22 giugno), Lo stretto indispensabile (23 giugno), Nuvola + Redh (24 giugno), Giovane Giovane + Zeno (25 giugno), Fosco 17 & Nostromo (27 Giugno), Cimini (29 Giugno), Edda (30 Giugno), Bianco (4 luglio), Manitoba (7 luglio), Leo Pari (12 luglio), Dutch Nazari (13 luglio), Mecna (17 luglio), Diaframma (18 luglio), Le capre a sonagli (19 luglio), Rivoluzione Dischi showcase (23 luglio), Auroro Borealo (27 luglio), Bartolini (30 luglio).

Un concerto ad India Estate
Un concerto ad India Estate

Spazio anche al teatro con una delle realtà più attive della capitale: Dominio Pubblico_ la città agli under 25. Il festival interamente dedicato alla creatività giovane, torna a India Estate con la sua sesta edizione per due weekend consecutivi, dal 14 al 23 giugno 2019, al teatro India – Teatro di Roma. Dopo i 5000 spettatori dello scorso anno, ad animare gli spazi del Teatro India – Teatro di Roma per India Estate, da sempre cuore creativo del progetto, arrivano più di 50 eventi: 14 spettacoli di teatro, 6 di danza, 7 eventi di musica dal vivo, 4 spettacoli di circo, 9 vernissage/esposizioni di artisti visivi e installativi, 13 proiezioni di cortometraggi, 2 masterclass di alta formazione, 3 workshop e meeting nazionali e internazionali. Tutte le sere, al termine della regolare programmazione a partire dalle ore 23, si prosegue con gli eventi di Fuori Dominio che animano l’arena esterna del teatro con musica dal vivo e dj set.  17 Giugno, Stand up comedy con Luca Ravenna Daniele Tinti Stefano Rapone.

India Estate - Vista Gazometro
India Estate – Vista Gazometro

La cornice urbana del Teatro India, con India Estate sarà poi scenografia di IF/INVASIONI(dal)FUTURO che abiterà l’area industriale vista Gazometro dal 27 agosto al 1 settembre 2019, trasformandone gli spazi in una vera e propria “cittadella” della narrativa di fantascienza, una ‘rassegna’ multidisciplinare e pluridisciplinare disseminata per gli ambienti del teatro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here