Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento con Pupi e Antonio Avati

Pupi e Antonio Avati

Sabato 13 aprile gli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento si aprono con Pupi e Antonio Avati, a seguire anteprime, proiezioni e  l’incontro con Yasemin Samdereli.

Un omaggio a due grandi protagonisti del cinema italiano, Pupi e Antonio Avati, apre la giornata di sabato 13 aprile, con un incontro che rende omaggio ai 50 anni di carriera e successi della loro società di produzione, la Duea Film. Durante l’incontro moderato da Remigio Truocchio (ore 12.00 – salone del Palazzo Comunale), si ripercorreranno le tappe salienti del sodalizio artistico tra il regista Pupi Avati e il fratello Antonio, sceneggiatore e produttore, iniziato nel 1968 e che ha visto la realizzazione di oltre cinquanta film.

Si continua poi con le anteprime nel segno del cinema tedesco, tra cui il documentario Il Muro di Jürgen Böttcher (ore 17.00 – Cinema Tasso) realizzato in occasione del trentennale dalla caduta del muro di Berlino, che offre una visione sfaccettata del momento in cui la Guerra Fredda è stata abbattuta. Uno degli obiettivi salienti della politica culturale del Partito Socialista Unificato di Germania era il confronto con i fatti storici: un processo nel quale i responsabili del partito e del governo si consideravano gli interpreti di tutte le correnti che avevano contribuito a strutturare un ideale umano universale.

Scena del film Almanya - copyright Roxy Film
Scena del film Almanya – copyright Roxy Film

In serata, invece, la regista Yasemin Samdereli presenterà il suo Almanya – La mia famiglia va in Germania (ore 21.45 – Cinema Tasso), storia di Huseyin Yilmaz, che ha lasciato la Turchia nel 1964 per andare a lavorare in Germania, dove la moglie e i figli lo hanno poi raggiunto, e ora, anni dopo, durante un viaggio di famiglia per andare in vacanza proprio là dove tutto è cominciato, racconta alla nipote la sua storia, con toni affettuosi ma con un pizzico di umorismo. Durante il viaggio ognuno dei presenti si troverà a fare i conti con la stessa domanda: qual è la vera patria.

Yasemin_Samdereli - copyright Roxy Film
Yasemin_Samdereli – copyright Roxy Film

Tra gli eventi speciali della giornata, la proiezione di Ancora un giorno, di Raúl de la Fuente e Damian Nenow (miglior film di Animazione agli European Films Awards 2018), un emozionante racconto tratto dal reportage-capolavoro Another Day of Lifedi Ryszard Kapuściński, nelle sale italiane dal 24 aprile per I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, racconto del viaggio durato tre mesi che il celebre reporter Ryszard Kapuściński ha intrapreso attraverso l’Angola, stato martoriato dalla guerra causata da confini mutabili di giorno in giorno. Un racconto emozionante e coinvolgente, in cui spettacolari sequenze animate si alternano a interviste in live action ai veri protagonisti. E se i sopravvissuti parlano alle telecamere, i caduti non sono perduti per sempre: la memoria di chi era con loro, gli scritti di chi li ha raccontati, quell’ultima foto che li ritrae fanno sì che chi è scomparso non sia dimenticato. E permettono alle molte vittime della Storia di vivere ancora un giorno.

Gli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento sono organizzati da Cineventi con la direzione artistica di Remigio Truocchio, promossi dal Comune di Sorrento, guidato dal sindaco Giuseppe Cuomo, con il coordinamento del dirigente del Settore Cultura, Antonino Giammarino, con il sostegno della Regione Campania, del MIBAC e in collaborazione con la Film Commission Regione Campania, il Goethe-Institut, German Films Italia, l’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, Anica, con il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma. Partner della manifestazione: Fondazione Sorrento e Fedelberghi Penisola Sorrentina.

Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento 2019 locandina
Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento 2019 locandina

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here