Serata speciale inaugurazione l’isola del cinema XXV edizione, con Il primo Re di Matteo Rovere

Giorgio Ginori e Matteo Rovere in Sala Groupama

Matteo Rovere apre la serata d’inaugurazione della XXV edizione de L’isola del cinema, tra i più importanti appuntamenti estivi della capitale, con un fitto programma di eventi ed iniziative, tra Cinema e Cultura.

L’Isola del Cinema entra nel vivo della XXV edizione, con la serata inaugurale di giovedì 20 Giugno, che ha visto la partecipazione straordinaria del regista Matteo Rovere, ospite acclamato da pubblico e critica, che è intervenuto in apertura del film “Il primo Re”, il kolossal tutto italiano sulla fondazione di Roma.

In occasione di questa serata speciale, presentata dall’attrice Sabrina Crocco insieme al Direttore Artistico Giorgio Ginori, il regista ha incontrato il pubblico in una affollata Sala Groupama. Ai microfoni dell’Isola del Cinema il regista ha affermato: “Per me questo è un luogo magico e importante, che appartiene alla nostra città, dove sono anche un po’ cresciuto e in cui venivo da piccolo a vedere i film, è un luogo del cuore”. Matteo Rovere ha proseguito: “Aprire la rassegna, in occasione della XXV edizione, è un onore e sono felicissimo di farlo con un film che parla di Roma e della fondazione di questa città”.

Riguardo all’ideazione del film il regista ha affermato: “L’idea mi è venuta da mio padre che mi ha regalato un libro di un archeologo, che raccontava i misteri e leggende sulle origini della nostra città. Ho pensato che la storia di Romolo e Remo fosse un’idea straordinaria per fare un film d’azione, un film che parlasse al pubblico, d’intrattenimento, ma che allo stesso tempo raccontasse le nostre origini, nel rapporto tra individuo e religione”.

“Al di là del successo avuto in Italia – ha continuato il regista – è un film molto venduto all’estero, che gira dal Giappone agli Stati Uniti, fino alla Corea e in tutta Europa. Un film che parte da qui, dal Palatino, e che siamo riusciti ad esportare anche all’estero”.

Un’occasione, quella della proiezione all’isola tiberina, di vedere il film nel suo luogo di nascita effettivo, un momento di grande entusiasmo per sostenere un regista che, come ha affermato il Direttore Artistico Giorgio Ginori, rappresenta “un’eccellenza italiana”.

La serata inaugurale si è aperta con il Concerto della Banda dei Carabinieri, da 75 elementi, diretta dal Maestro Magg. Massimiliano Ciafrei, che si è esibita in un eccezionale appuntamento dedicato alle colonne sonore dei film, dal “Gladiatore” a “Ben Hur” o ispirate a Roma, come “Roma nun fa’ la stupida stasera” di Armando Trovajoli.

Ospiti dell’evento, personalità istituzionali, attori e operatori culturali, tra cui L’Avv. Lo Foco e Antonio Ferraro del MIBAC, l’Addetta Relazioni Culturali dell’Ambasciata di Australia Clelia March, l’Addetta Stampa dell’Ambasciata di Romania Raluca-Maria MIHĂILĂ, le attrici Isabel Russinova, Anna Teresa Rossini, Emanuela Mari, l’operatrice culturale Patrizia Fregonese De Filippo, che è intervenuta con la regista lituana Lina Luzytè e l’addetta culturale dell’Ambasciata lituana Laura Gabrielaityte-Kazulèniene, l’attore e regista Lino Damiani, il PR Ugo Mainolfi e tanti altri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here