Giancarlo Commare, video intervista Tutti parlano di Jamie: «Non chiedete permesso di essere voi stessi»

La nostra video intervista a Giancarlo Commare, protagonista del coloratissimo musical Tutti parlano di Jamie, in scena al Teatro Brancaccio di Roma

Vi presentiamo la nostra video intervista a Giancarlo Commare, protagonista del musical Tutti parlano di Jamie. L’attore di SKAM Italia e de Il paradiso delle signore ci ha raccontato il suo ruolo, quello di un adolescente con tanta voglia di essere se stesso e che se ne frega del giudizio altrui, dello spettacolo, del cast, del pregiudizio (anche nei confronti di un giovane attore come lui), e un accenno al suo nuovo film Rinascere, in cui interpreta Manuel Bortuzzo.

Tutti parlano di Jamie, adattato e diretto da Piero Di Blasio, con un cast che comprende Barbara Cola, Franco Mannella, Ludovica Di Donato, Lisa Angellilo, Benedetta Boschi, Flavio Marullo, Umberto Noto, Michele Savoia e Sebastian Gimelli Morosini, sarà in scena dall’11 marzo al 3 aprile 2022 al Teatro Brancaccio di Roma.

Guarda anche la nostra video intervista a Barbara Cola e quella al regista Piero Di Blasio.

Giancarlo Commare – Tutti parlano di Jamie

La storia

Tutti parlano di Jamie racconta le vicende di Jamie, un adolescente abbandonato dal padre che vive una vita serena e spensierata nella tranquilla Sheffield. Va a scuola, come tutti i ragazzi della sua età, ma a differenza loro, Jamie ha un sogno ambizioso: essere libero di esprimere sé stesso anche attraverso abiti femminili. Non è solo la scelta di voler diventare una Drag Queen, come crede all’inizio, a renderlo “diverso”, ma soprattutto la voglia di normalità nella diversità, come scoprirà alla fine. Ogni persona è unica e irripetibile… è il “glitter sopra il grigio di città”.

Supportato dall’amorevole madre Margaret, dalla sua migliore amica Pritti e da un mentore eccentrico (Hugo – Loco Chanelle), Jamie scopre il gusto della libertà: la libertà di essere se stessi. Tra una professoressa un po’ dura (Miss Hedge), una “zia” particolare (Ray, la migliore amica della mamma), il bullo della scuola (Dean) ed una classe di compagni scatenati, Jamie si avvierà al ballo di fine anno con una sola idea in mente: presentarsi come la migliore e più reale versione di sé, distruggendo convinzioni e costrizioni e abbattendo il muro più alto e duro di tutti, quello del giudizio.

Jamie non è uno studente “diverso”, ma un concetto, un seme, un’idea che vuole instillarsi nella mente di tutte le persone. Jamie non vuole sbandierare il suo orientamento sessuale, ma solamente essere libero di indossare abiti che lo rappresentino: abiti considerati femminili. Non ha paura della gente e di quello che potrebbe pensare e combatte i bulli col sorriso. Lo spettacolo mette in scena, nel classico stile del Musical Theatre, un testo divertente e commovente con canzoni pop e coreografie originali che spaziano tra diversi generi; uno stile fresco ed immediato che, grazie alla sua forza ed energia, riesce a travolgere il pubblico con il suo messaggio di inclusività e libertà.

Giancarlo Commare - Tutti parlano di Jamie
Giancarlo Commare – Tutti parlano di Jamie

1 commento

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui