Generazione Low Cost, recensione: Adèle Exarchopoulos in una lucida indagine sulla disillusione

Generazione Low Cost - Adèle Exarchopoulos
Generazione Low Cost - Adèle Exarchopoulos

La nostra recensione di Generazione Low Cost di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre, con Adèle Exarchopoulos nei panni di un’assistente di volo che diventa simbolo di una disillusione generazionale indagata con lucidità

“Non so nemmeno se sarò viva domani” risponde Cassandre a chi le chiede attiva partecipazione alle proteste degli operai del settore dei trasporti aerei. È imperlato di indolenza e apatia efficacemente messe in scena Generazione Low Cost, esordio al lungometraggio della coppia formata da Julie Lecoustre e Emmanuel Marre. Un microdramma compassato e dolente che rende protagonista la disillusione di una generazione intera mentre riflette, senza retorica alcuna, sulla transitorietà dell’esistenza.

Generazione Low Cost - Mara Taquin e Adèle Exarchopoulos
Generazione Low Cost – Mara Taquin e Adèle Exarchopoulos

Assistente di volo 

Cassandre (Adèle Exarchopoulos) è una giovane assistente di volo di una compagnia low cost. Le sue giornate si consumano mentre attraversa l’Europa su aerei dalla discutibile comodità, tentando, spesso invano, di vendere cibo, bevande e profumi ai viaggiatori. Intanto fantastica sulla possibilità di farsi assumere da una compagnia aerea di alto livello. Quando non è volo passa le sue giornate nell’appartamento di Lanzarote, alle Canarie, che condivide con i colleghi, e tenta di estraniarsi dalla ripetitività della sua professione partecipando a feste e incontrando ragazzi tramite le app di incontro. Quando il passato busserà alla sua porta, Cassandre dovrà fare i conti con un momento di crisi.

Generazione Low Cost - Adèle Exarchopoulos
Generazione Low Cost – Adèle Exarchopoulos

Un’esistenza sospesa 

Cassandre vive in un limbo. Quando è in volo cerca di dimenticare i suoi problemi e con gli occhi velati di una profondissima tristezza è costretta a sfoderare sorrisi a denti serrati. Anche quando l’aereo atterra, però, la ragazza continua a vagare nella sua apatia. Si appiglia a transitorie parentesi di svago, ma non riesce a smettere di scappare da se stessa, dalla stabilità, dagli affetti. Si rifugia nella ripetitività di un lavoro che le sta stretto ma che, infondo, le permette di non rinunciare mai alla sua comfort zone emotiva. È allettata dalle possibilità di un cambiamento, ma non ha le forze per dare una svolta alla sua vita. È paralizzata, ubriaca della sua indolenza. Cassandre diventa la personificazione di una noia esistenziale che affligge una generazione intera. La generazione del precariato e di Instagram, svuotata di ambizioni, costretta ad accontentarsi, ma che, a ben vedere, nonostante tutto, è affamata di vita. 

Generazione Low Cost - Adèle Exarchopoulos
Generazione Low Cost – Adèle Exarchopoulos

Una lucida radiografia 

Generazione Low Cost, lungi dal proporre una paternalistica rappresentazione dei trentenni (o giù di lì) di oggi, travalica le bieche narrazioni che raccontano i giovani come svogliati scansafatiche e tenta con lucidità di indagare le motivazioni di una soffocante disillusione. La regia non interferisce mai con le vicende narrate: non prende mai una posizione o esprime giudizi riguardo alle scelte dei protagonisti. Julie Lecoustre e Emmanuel Marre optano per un taglio documentaristico al fine di restituire attraverso la lentezza del ritmo e la ripetitività delle immagini la compassata e altrettanto monotona quotidianità di Cassandre. E Adèle Exarchopoulos, al suo ruolo migliore dopo lo splendido La vita di Adele, riesce a rendere assolutamente credibile l’inerzia della protagonista, senza dimenticare di farne emergere una sensibilità tale da permettere allo spettatore di empatizzare con Cassandre.

Generazione Low Cost. Regia di Julie Lecoustre e Emmanuel Marre. Con Adèle Exarchopoulos, Jean-Benoît Ugeux e Jonathan Sawdon. Al cinema dal 12 maggio, distribuito da I Wonder Pictures.
VOTO:
3 stelle

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui