Fulminacci a Sanremo 2021: «Le emozioni degli altri sono più chiare delle nostre»

Fulminacci ha partecipato al Festival di Sanremo 2021 con Santa Marinella e nell’incontro ci ha raccontato come è nato il brano, la cover di Jovanotti e qualche anticipazione sul nuovo disco

Fulminacci ha partecipato al Festival di Sanremo 2021 con Santa Marinella e nell’incontro ci ha raccontato come è nato il brano: «Santa Marinella l’ho scritta di getto un paio d’anni fa ispirandomi a un amore che mi è stato raccontato. Forse è proprio per questo che quando la canto o la ascolto mi fa stare così bene, perché le emozioni degli altri sono molto più chiare, molto più facili delle nostre. Ho scelto di stare lì con la mia chitarra ed essere quello che sono al cento per cento. “Santa Marinella” l’ho scritta e l’ho cantata sotto la doccia per tanto tempo. Finalmente ho potuto presentarla al grande pubblico dell’Ariston. Credo di riuscire nel mio intento solo se mi faccio conoscere».

Nella serata di giovedì ha interpretato Penso positivo di Jovanotti con Valerio Lundini e Roy Paci: «A Jovanotti ho chiesto scusa in anticipo ma fortunatamente è andata benissimo. Con Valerio Lundini ci conosciamo da tanto, lui sta proponendo al nostro paese un intrattenimento molto interessante. Poi è un musicista, la strofa di ieri l’ha scritta completamente lui».

Fulminacci_foto di Filiberto Signorello_b

Il singolo anticipa l’album Tante care cose che uscirà il 12 marzo: «L’ho scritto in un lungo periodo di tempo, se c’è una cosa su cui ho riflettuto è che è la prima cosa che ho scritto da quando sono già cantautore. L’ho scritto pensando al live anche se il Covid ha bloccato tutto. Spero ci sia stata un’evoluzione anche negli arrangiamenti, ci sono molti lati di me, da quello ironico a quello romantico e sono curioso di sapere quale sarà il riscontro e quale sarà più apprezzata. Lo stesso giorno uscirà il videoclip di “Santa Marinella”»..

1 commento

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui