Follia, Alessia Navarro torna sul palco del Teatro Quirino

Follia

Follia, scritto da Fabio Appetito e diretto da Matteo Tarasco che ne cura anche la drammaturgia, lo spettacolo è in scena dal 2 al 6 maggio. Follia è un viaggio nei meandri più segreti della mente di una donna che ha attraversato il secolo danzando sul limitare dell’abisso.

Alessia Navarro, in Follia incarna tre emblematiche figure della cultura del novecento: Alma Malher, compositrice e pittrice austriaca, Marina Cveteva, poetessa e scrittrice russa e Kiki de Montparnasse, modella francese. Donne poco conosciute a molti ma che tanto hanno dato alla cultura e all’arte dello scorso secolo. A condurre per mano lo spettatore nella vita di queste tre importanti figure ci saranno le musiche realizzate da Stefano Mainetti eseguite dal vivo da Gilda Buttà al pianoforte, Luca Pincini al violoncello e con Pietro Biondi (voce off). Uno spettacolo intenso che gioca su tre differenti piani di rappresentazione: il gesto  dall’attrice sul palcoscenico; il suono, creato da un team di rumoristi dal vivo (Alvaro Gramigna Davide dell’Ariccia), in un’azione mimetica che amplifica foneticamente il gesto di Alessia Navarro; l’immagine, ripresa in diretta con telecamere a lato del palcoscenico e contemporaneamente proiettata su schermo cinematografico, al fine di evidenziare il gesto con dettagli e primi piani fondamentali alla comprensione del testo che rischierebbero di sfuggire allo spettatore. Alessia Navarro ci porterà a conoscere i lati più veri, umani, bizzarri di tre donne che, attraverso le loro vite fuori dal comune, ci hanno lasciato un vero e proprio testamento sentimentale e hanno attraversato come schegge di luce il mondo dell’arte. L’attrice alla fine diverrà essa stessa una di loro: una donna rinchiusa in un manicomio immaginifico per non essersi accontentata di una vita soltanto.

Alma Malher combatterà contro la prigionia di possesso che, nell’arte come nella vita, Oskar Kokoschka ha esercitato su di lei.  Marina Cvetaeva parlerà per l’ultima volta con Rainer Maria Rilke, il poeta che morì poche settimane prima del loro primo appuntamento e che poté amare solo epistolarmente. Kiki di Montparnasse parlerà di Parigi, di Hemingway e sognerà un corpo non costretto alla decadenza. “Il nostro spettacolo, risultato omogeneo dei tre suddetti piani rappresentativi, si configurerà come una sorta di making-off in presa diretta” spiega il regista Matteo Tarasco, “una ibridazione tra radiodramma, video-clip e performance in un costante scambio dialettico da illusione ed elusione, nel senso antico di in-ludo ed ex-ludo, mettersi in gioco e contemporaneamente fuori gioco”.

Follia
Alessia Navarro

Dopo i consensi di Frida Kahlo: il Ritratto di una donna in scena la scorsa stagione, Alessia Navarro torna sul palco del Teatro Quirino di Roma con un nuovo intenso lavoro: Follia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome