Flee, il trailer del documentario animato candidato a tre Premi Oscar

Ecco il trailer di Flee, il documentario animato del regista danese Jonas Poher Rasmussen candidato a tre Premi Oscar, dal 10 marzo al cinema

Ecco il trailer di Flee, il documentario animato del regista danese Jonas Poher Rasmussen che racconta il viaggio verso la salvezza di un rifugiato afghano di nome Amin. Il film, che ha ricevuto tre candidature agli Oscar 2022, arriverà nella sale italiane il 10 marzo distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection.

I premi

In selezione nell’abortita edizione di Cannes 2020, Flee ha avuto la sua prima assoluta, che ha incanto pubblico e critica, al Sundance Film Festival 2021 dove ha vinto come Miglior documentario straniero, seguita dall’anteprima italiana alla 17ª edizione del Biografilm Festival 2021, dove si è aggiudicato il premio come Miglior film del concorso internazionale e l’Audience Award all’interno del concorso internazionale. La corsa ai riconoscimenti mondiali è proseguita con due premi all’European Film Awards 2021 e al National Board of Review, USA 2021 con il premio “Freedom of Expression” per citarne solo alcuni, fino ad ottenere la nomination come Miglior film d’animazione ai Golden Globes 2022 e ben tre candidature ai Premi Oscar 2022 come Miglior Film Internazionale, Miglior Film di Animazione e Miglior Documentario.

Flee - Una scena del film
Flee – Una scena del film

La storia

Amin è uno pseudonimo, come per tutti gli altri personaggi principali del film, che protegge l’anonimato dell’amico del regista che ha vissuto questa incredibile storia sulla sua pelle. Amin, arrivato come minore non accompagnato in Danimarca dall’Afghanistan, oggi, a 36 anni, è un accademico di successo. Da oltre vent’anni ha un segreto che rischia di far crollare il castello della sua vita, faticosamente costruito, proprio alla vigilia del matrimonio con il suo compagno di lunga data. Flee è una storia vera che racconta in modo unico gli strazianti tentativi di un rifugiato afghano di trovare asilo all’estero. Un documentario di animazione, un viaggio viscerale, poetico ma anche pieno di solitudine e di un’incessante voglia di vivere. Un racconto sincero del bisogno di un uomo di confrontarsi con il proprio passato per conquistarsi un grande futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome