Fish&Chips Film Festival, ecco i vincitori del festival del cinema erotico

Fish&Chips

Si è appena conclusa la threesome edition di Fish&Chips Film Festival, con l’annuncio d i film vincitori dei premi Miglior Lungometraggio, Miglior Cortometraggio e Miglior Cortometraggio XXX

I numeri

Con una grande partecipazione dentro e fuori la sala, Fish&Chips, festival del cinema erotico che vi avevamo recentemente presentato, ha visto oltre 4.000 presenze, confermandosi un appuntamento di richiamo nel panorama festivaliero cittadino, ma non solo, grazie al richiamo di pubblico anche da altre città e dall’estero. Le proiezioni hanno portato al Cinema Massimo e al Blah Blah circa 2.300 spettatori con 3 sold out e i 3 laboratori in programma hanno registrato il tutto esaurito prima ancora dell’inizio del festival, così come la visita guidata sugli scatti erotici di Carlo Mollino, a CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia.

Il bilancio

«La threesome edition si chiude con un bilancio molto positivo, sia per i numeri sia per la qualità dell’offerta proposta», dichiara la direttrice Chiara Pellegrini. «Workshop, feste ed eventi collaterali sono stati vissuti in maniera molto partecipata, così come le nostre proiezioni al Cinema Massimo e al Blah Blah, nuova location del festival. Registi e registe hanno potuto respirare un’aria scanzonata, ma allo stesso tempo impegnata, e hanno risposto alle numerose domande di un pubblico coinvolto e attento. Sono contenta che il lungometraggio vincitore sia italiano: l’auspicio è che sempre più registe e registi in Italia coglino la portata liberatoria della messa in scena della sessualità, fatta in maniera creativa e sganciata da facili stereotipi e sovrastrutture».

rol
Una scena di Rol, miglior cortometraggio

I vincitori

Premio miglior lungometraggio (premio in denaro: 1.000 €)
UN GRANDE PROGETTO di Giuseppe Longinotti (2017, Italia, 86′)
Per la giovane performer torinese Marika Ferrero il porno è stato una scelta naturale, un modo per investire il proprio futuro in modo consapevole e proficuo assecondando la sua più grande passione. Ma la strada dei sognatori, si sa, è irta di ostacoli, come testimonia questo sorprendente documentario, un po’ road movie un po’ racconto picaresco.

Premio miglior cortometraggio (premio in denaro: 300 €)
ROL di Hammudi Al-Rahmoun Font (2016, Spagna, 13′)
Una prostituta al bordo della strada, una Venere in pelliccia che si avvicina ad una macchina: ha inizio il gioco della contrattazione e della seduzione. Perché di gioco si tratta.

Premio miglior cortometraggio XXX (premio in denaro: 300 €)
FLOWER di Matt Lambert (2017, Stati Uniti, 15′)
Un gruppo di ragazzi prestanti e pronti a tutto. Le chiacchiere sulle proprie esperienze sessuali. E le canzoni dei Pansy Division a fare da sottofondo. Prodotto da Helix Studios.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here