Filming Italy Sardegna Festival, ospiti Matt Dillon, Isabelle Huppert, Muccino, Cortellesi, Ficarra e Picone

Conferenza stampa per la presentazione del Festival.

Posted by Filming Italy Sardegna Festival on Thursday, July 23, 2020

Presentato il Filming Italy Sardegna Festival 2020 con Matt Dillon, Ilenia Pastorelli, Tiziana Rocca e il Governatore sardo Christian Solinas: tanti ospiti da Isabelle Huppert a Gambiele Muccino, da Arisa a Ficarra e Picone a Paola Cortellesi, con gli incontri in streaming

Tiziana Rocca e il Governatore della Regione Autonoma della Sardegna Christian Solinas hanno presentato oggi nella Sala Anfiteatro della Regione Sardegna a Cagliari la 3ª edizione di Filming Italy Sardegna Festival, che si svolgerà fino al 26 luglio a Forte Village di Cagliari. Presenti all’appuntamento l’Assessore del Turismo, Commercio e Artigianato della Sardegna Giovanni Chessa, Matt Dillon, presidente onorario del festival, Ilenia Pastorelli, madrina di questa edizione, l’attrice cubana María Isabel Díaz Lago e l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Forte Village, Lorenzo Giannuzzi. Il Filming Italy Sardegna Festival 2020 è la prima manifestazione cinematografica al mondo post Covid-19: una spinta alla necessità di ripartenza, alla volontà di non fermarsi assicurando, attraverso le procedure sanitarie attuate dal Forte Village, i più alti standard di sicurezza grazie all’attuazione di un protocollo che vedrà tutti, star e giornalisti sottoporsi a test sierologici e, dove necessario, anche a tamponi per assicurare un Festival sicuro e sereno.

I grandi ospiti, da Isabelle Huppert a Gabriele Muccino

Molti gli artisti attesi al Filming Italy Sardegna Festival 2020. I talent internazionali saranno Isabelle Huppert, Matt Dillon, Joaquin de Almeida, Carol Alt, María Isabel Díaz Lago, Marta Milans, Nora Arnezeder, Guy Burnet, Toby Jones, Naomie Harris, Melissa George. Ancor più nutrita la presenza dei talent italiani con Claudia Gerini, Ilenia Pastorelli, Riccardo Milani, Marco Bocci, Gabriele Muccino, Paola Cortellesi, Michele Placido, Michela Andreozzi, Selene Caramazza, Ficarra e Picone, Giorgio Pasotti, Gianmarco Tognazzi, Maria Sole Tognazzi, Arisa, Benedicta Boccoli, Gaia Girace, Margherita Mazzucco, Elettra Mallaby, Bianca Atzei, Mal, Gianbattista Longu, Veronica Perseo, Maria Giovanna Cherchi. Saranno inoltre collegati via streaming altri importanti personaggi ed attori internazionali come John Turturro, Harvey Keitel, Sarah Ferguson, Laia Costa, Rossy De Palma.

Filming Italy Sardegna Festival 2020 - María Isabel Díaz Lago, Matt Dillon, Christian Solinas, Tiziana Rocca e Ilenia Pastorelli
Filming Italy Sardegna Festival 2020 – María Isabel Díaz Lago, Matt Dillon, Christian Solinas, Tiziana Rocca e Ilenia Pastorelli

Le parole degli organizzatori e dei politici sardi

Tiziana Rocca ha affermato: «È per me un piacere ed un onore presentare insieme al Governatore della Regione Autonoma della Sardegna Christian Solinas la terza edizione di Filming Italy Sardegna Festival. Sono felicissima di avere qui con noi un attore dalla fama unica ed eccezionale come Matt Dillon, che quest’anno è il presidente onorario del festival. Anche questa edizione sarà dedicata alle donne, avremo moltissime ospiti d’eccezione che si alterneranno durante i prossimi giorni del festival, una su tutte è la madrina di questa edizione, Ilenia Pastorelli, che ammiro proprio per la sua forza e determinazione di giovane donna e artista. Tanti gli ospiti internazionali e italiani che avremo il piacere di ospitare durante il festival, da Isabelle Huppert a cui verrà consegnato il Filming Italy Woman Power Award a Claudia Gerini, presidentessa della giuria della sezione dei cortometraggi; avremo una serata speciale dedicata a Gabriele Muccino e consegneremo a Riccardo Milani il Premio Women in Film – Filming Italy Award come ringraziamento per la sua sensibilità nei confronti delle donne».

«Tantissime le anteprime assolute – prosegue la Rocca – tra i nostri obiettivi infatti anche quello di promuovere e presentare quelli che saranno i film della stagione estiva e le anteprime autunnali attraverso il pubblico festivaliero. Ma saranno presentati anche documentari, docu-film, serie TV e non mancherà di certo la musica, con Arisa che si esibirà sulle note della colonna sonora di Lilli e il Vagabondo in occasione del lancio di Disney+, Mal, Bianca Atzei e un doveroso omaggio al maestro Morricone. Ci sarà spazio anche per affrontare la situazione cinematografica attuale post lockdown con i problemi legati alla crisi causata dal Covid, in collaborazione con APA – Associazione Produttori Audiovisivi infatti saranno presentati due panel alla presenza di diversi produttori e broadcaster internazionali e italiani. Tra le tante novità di quest’anno, la multimedialità del Festival, che metterà a disposizione un’area virtuale in modo da dare a tutti, e in particolare ai nostri 600 studenti che compongono la Academy Cinema, la possibilità di seguire i numerosi eventi anche da casa. Una terza edizione sempre più ricca di proiezioni, incontri e presentazioni di film e serie televisive, in cui coinvolgeremo le più importanti distribuzioni e produzioni del piccolo e grande schermo insieme ai colossi dell’entertainment VOD e televisivo».

Il Governatore della Regione Autonoma della Sardegna, Christian Solinas, ha voluto ringraziare così il Festival e Tiziana Rocca, la sua ideatrice: «La Regione Sardegna crede nel cinema e sostiene le produzioni cinematografiche come strumento di promozione culturale e rappresentazione delle peculiari caratteristiche della nostra Isola. Siamo felici di ospitare la terza edizione del Festival e ci auguriamo che – in particolare in questo momento storico – possa essere un appuntamento culturale di rilievo che consenta al grande pubblico, anche internazionale di conoscere apprezzare le bellezze della nostra terra».

L’Assessore del Turismo, Commercio e Artigianato della Sardegna Giovanni Chessa ha dichiarato: «Associare cinema, cultura e turismo come mezzo per promuovere la nostra Isola nel mercato internazionale è una scelta vincente che intendiamo sostenere per rendere la nostra terra più attrattiva per i turisti e per chi è in cerca di scenari unici e paesaggi incontaminati. Il Festival, alla terza edizione, in un crescendo di successo, rappresenta un evento capace di proiettare attraverso una prestigiosa e qualificata platea di ospiti – che diventano naturali ambasciatori della Sardegna – l’immagine positiva e suggestiva della nostra isola nel mondo».

«Sostenere il Filming Italy Sardegna Festival – dichiara il Presidente NUOVOIMAIE Andrea Miccichèè l’occasione per dare un segnale positivo al cinema e alle fiction, settori fortemente danneggiati dal lockdown. Noi ci siamo e continueremo a essere al fianco degli artisti che devono affrontare la ripresa della loro attività in un quadro profondamente diverso e più complicato rispetto a pochi mesi addietro. Il fatto che questa rassegna si svolga, nonostante il momento delicato” – conclude Miccichè – “rappresenta la virtuosa volontà di puntare con convinzione sull’offerta culturale. Il senso di comunità che si genera attraverso la vicinanza con gli artisti, in molti presenti sull’isola, è il viatico per il ritorno ad una graduale forma di normalità progettuale che deve caratterizzare la nostra attività per il futuro».

Filming Italy Sardegna Festival 2020 - locandina

Il programma di Filming Italy Sardegna Festival 

Quest’anno Filming Italy Sardegna Festival celebra il lancio italiano di Disney+, il servizio di streaming di The Walt Disney Company dedicato ai film e ai prodotti di intrattenimento di Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic, riuniti insieme, per la prima volta. Gli ospiti del Festival avranno l’opportunità di assistere a una proiezione speciale del live action Lilli e il Vagabondo. La proiezione sarà anticipata da un’esibizione dal vivo della cantante italiana Arisa, che esegue la canzone È un briccone (adattamento italiano dell’iconica canzone He’s a Tramp) nella versione italiana del film. Il nuovo film Lilli e il vagabondo, disponibile su Disney+, è la storia senza tempo del classico d’animazione del 1955, che quest’anno celebra il suo 65° anniversario. Nel film, una cagnolina viziata e un randagio si imbarcano in un’avventura inaspettata e, nonostante le loro differenze, si avvicinano e arrivano a comprendere il valore della casa. Un’avventura romantica e commovente che combina perfettamente live action e animazione fotorealistica, un film perfetto per tutta la famiglia.

Il Filming Italy Sardegna ospiterà anche un altro contributo Disney: la proiezione speciale del lungometraggio Disney e Pixar Onward – Oltre la Magia. Ambientato in un immaginario mondo fantastico, il film racconta la storia di due fratelli elfi adolescenti che si imbarcano in una straordinaria avventura per scoprire se nel mondo esiste ancora un po’ di magia. Quando due fratelli elfi adolescenti, Ian e Barley Lightfoot, hanno l’inaspettata opportunità di trascorrere un giorno in più con il loro defunto padre, si imbarcano in una straordinaria avventura a bordo dell’epico furgone di Barley, Ginevra. Come ogni impresa che si rispetti, la loro avventura è ricca di incantesimi magici, mappe misteriose, ostacoli insormontabili e scoperte incredibili. Ma quando la coraggiosa mamma dei ragazzi, Laurel, si accorge che i suoi figli sono scomparsi, si allea con la Manticora, una ex guerriera in parte leone, in parte pipistrello e in parte scorpione, e inizia a cercarli. Nonostante le pericolose maledizioni, questo singolo magico giorno potrebbe significare molto più di quanto avessero mai immaginato. Diretto da Dan Scanlon e prodotto da Kori Rae, la squadra creativa che ha realizzato Monsters University, Onward – Oltre la Magia include tra le voci italiane Sabrina Ferilli (Laurel Lightfoot), Fabio Volo (Wilden Lightfoot), Favij (spiritello), Raul Cremona (apprendista stregone) e David Parenzo (cameriere).

Il film di chiusura sarà Blackbird, diretto da Roger Michell che vede protagoniste Susan Sarandon e Kate Winslet. Il film racconta la storia di Lily, una donna malata di SLA che decide di porre fine alla sua vita volontariamente, dopo aver passato un ultimo week-end con la sua famiglia. Il film sarà presentato dalla coproduttrice Gisella Marengo.

Verrà organizzata una serata in onore del regista italiano Gabriele Muccino, nella quale sarà proiettato il suo ultimo film, Gli anni più belli. Molte le proiezioni speciali: Tornare a vincere (titolo originale The Way Back), il nuovo film di Gavin O’Connor con Ben Affleck nel ruolo di un ex campione di basket che riprende in mano la sua vita quando gli viene chiesto di allenare la squadra del suo vecchio liceo; Primal di Nick Powell con Nicholas Cage nei panni di un cacciatore che deve trasportare un gruppo di bestie feroci dall’Amazzonia in una nave in cui è presente anche un assassino; Synchronic di Justin Benson e Aaron Scott Moorhead, incentrato sulle vite di due paramedici di New Orleans che vengono distrutte dopo che un nuovo farmaco causa una serie di morti orribili.

Non mancheranno le serie TV, come: The Plot Against America, serie HBO, adattamento di un libro di Philip Roth, che riscrive la storia degli Stati Uniti nella Seconda Guerra Mondiale; Yellowstone, che segue le vicende della famiglia Dutton, proprietaria di un ranch nel Montana; e Le Bureau – Sotto copertura, che vede il funzionario dell’intelligence francese Guillaume Debailly rientrare a Parigi dopo sei anni trascorsi a Damasco sotto copertura.

La sezione Variety Choise presenterà le proiezioni di: Collective di Alexander Nanau, che racconta di una squadra di giornalisti investigativi che entra in azione per scoprire l’enorme corruzione del sistema sanitario e di altre istituzioni nazionali della Romania, in seguito al tragico incendio scoppiato in un night club; Better Days diretto da Derek Tsang, che tratta del bullismo nel sistema scolastico cinese visto dagli occhi di un’adolescente; e Jallikattu diretto da Lijo Jose Pellissery, film indiano che racconta della fuga di un bufalo che semina il caos per un villaggio e della caccia per contenere l’animale, a dimostrazione del fatto che l’uomo e la bestia non sono poi così diversi tra loro.

Ci sarà anche una sezione dedicata ai docu-film, tra questi: Life as a B-Movie: Piero Vivarelli di Nick Vivarelli, il racconto della psichedelica carriera di Piero Vivarelli; In her shoes di Maria Iovine, ambientato in un mondo distopico in cui le donne ricoprono ruoli di potere e gli uomini si occupano della famiglia; Fucilateli – Commissione d’inchiesta su Caporetto 1918 di Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon, che affronta il tema della Giustizia Militare a cent’anni di distanza, ancora oggetto di analisi e dibattito per la storiografia e l’opinione pubblica italiana; Una primavera di Valentina Primavera che fruga nel terreno dell’arretratezza politica e ideologica di una società attraverso la sua unità fondamentale: la famiglia; e il documentario La confessione, opera prima da regista di Benedicta Boccoli, presentato in anteprima assoluta al Filming Italy Sardegna Festival.

Due saranno i documentari presentati in collaborazione con National Geographic: Gli eroi del Mediterraneo, in cui il biologo marino Manu San Felix indaga sui danni causati dall’uomo nel Mar Mediterraneo in Spagna, incontrando le persone che stanno cercando di risolvere il problema; e Sea of shadows: trafficanti di mare, prodotto dal premio Oscar Leonardo Di Caprio e diretto da Richard Ladkani,  regista di Caccia all’avorio, che ci porta nel Mare di Cortez dove i cartelli della droga messicani e i trafficanti cinesi minacciano la vita marina dell’intera regione cacciando preziosi esemplari di totoaba.

Il Filming Italy Woman Power Award sarà consegnato ad Isabelle Huppert, mentre il Filming Italy Award sarà assegnato a Matt Dillon, che quest’anno è il presidente onorario del festival. A Riccardo Milani verrà consegnato il Premio Women in Film – Filming Italy Award come ringraziamento per la sua sensibilità nei confronti delle donne, così che possa continuare a scrivere nuovi soggetti e sceneggiature con protagoniste femminili. Anche quest’anno è stato istituito il Premio in onore di Pietro Coccia, che sarà consegnato per il secondo anno proprio dal fratello di Pietro, Benedetto. Il premio è stato realizzato per l’occasione da Crystal Couture Milano.

Il Festival supporta i film italiani che sono stati rilasciati direttamente in streaming a causa del Covid-19: Un Figlio di Nome Erasmus diretto da Alberto Ferrari, che segue le vicende di quattro amici quarantenni che si ritrovano in Portogallo, a distanza di 20 anni dall’Erasmus fatto a Lisbona, per affrontare un viaggio inaspettato alla scoperta di un segreto che potrebbe completamente cambiare la vita a uno di loro; Magari di Ginevra Elkann, che racconta l’infanzia di tre bambini che sognano una famiglia unita; D.N.A. – Decisamente Non Adatti diretto da Lillo & Greg, su due ex-compagni di scuola elementare molto diversi tra loro che si rincontrano da adulti e decidono di scambiarsi i codici genetici per migliorare le proprie vite; Abbi fede diretto da Giorgio Pasotti, su un prete ottimista che vedrà cambiare la sua rosea visione della vita dopo il tentativo di aiutare un criminale psicopatico; 7 ore per farti innamorare diretto da Giampaolo Morelli, una commedia romantica interpretata dallo stesso Morelli con Serena Rossi; A Tor Bella Monaca non piove mai per la regia di Marco Bocci, una storia ambientata nella periferia romana, dove si cresce arrabbiati e il più delle volte in seno al pregiudizio; Cambio tutto! diretto da Guido Chiesa, la storia di Giulia (Valentina Lodovini), una donna di 40 anni molto che decide di rivoluzionare la sua vita; Calibro 9, il nuovo film di Toni D’Angelo con Marco Bocci, prodotto da Gianluca Curti per Minerva Pictures e, sempre di Minerva, Bastardi a mano armata di Gabriele Albanesi con Marco Bocci e Fortunato Cerlino.

Confermata la vicinanza alle donne, si rinnova la collaborazione con Women in Film, TV & Media Italia. Nato a Los Angeles, WIF sostiene donne che lavorano nell’industria cinematografica e dietro la macchina da presa dal 1973. Oggi ci sono organizzazioni WIF in tutto il mondo che lavorano per un settore più equo attraverso programmi di sensibilizzazione, incentivi e supporto legale. In questa occasione, WIF Italia è stata felice di continuare questo lavoro presentando due cortometraggi.

Novità di quest’anno è la piattaforma streaming che sarà a disposizione degli utenti per poter guardare i film tutti insieme nello stesso momento, simulando la sala cinematografica. La Academy Cinema del Filming Italy Sardegna Festival – composta da 600 studenti di licei e università – potrà seguire così il festival da casa, anche sul sito web di MyMovies.

Sabato 25 luglio, in collaborazione con APA – Associazione Produttori Audiovisivi, saranno presentati due panel alla presenza di diversi produttori e broadcaster internazionali e italiani, moderati da Nick Vivarelli di Variety.

Il primo panel riguarda La distribuzione del film cinematografico tra TV e sala. Cosa è cambiato dopo il lockdown, e vi prenderanno parte: il produttore di A star is born Bill Gerber; il produttore di Wonder Woman Charles Roven; l’Amministratore Delegato di RAI Cinema Paolo Del Brocco; il Presidente di 01 Distribution Luigi Lonigro; il Senior VP Global Content & Executive Editor di Variety Steven Gaydos; il Presidente di ANEC Mario Lorini; il Responsabile delle Relazioni Internazionali di ANICA Roberto Stabile; e il regista Gabriele Muccino.

Al secondo panel, La ripartenza delle serie TV dopo il lockdown, prenderanno parte: il Presidente di APA Giancarlo Leone; l’EVP Coproductions and Acquisition di France TV Nathalie Biancolli; il SVP International Coproductions and Acquisitions di ZDF Simone Emmelius; il Vicedirettore di RAI Fiction Francesco Nardella; l’AD di Lux Vide Luca Bernabei; il Direttore Operativo di Freemantle Andrea Scrosati; il Direttore della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MIBACT Nicola Borrelli; il Direttore Produzioni Originali SKY Italia Nils Hartmann; e il Presidente dell’Associazione 100Autori Stefano Sardo.

In collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari, dopo il successo nella scorsa edizione, anche quest’anno si è deciso di istituire un premio dedicato ai corti cinematografici: Italy Sardegna Festival in Corto (II edizione). Il tema fissato per questa edizione è Ecologia, Ecosostenibilità, Sport ed Emergenza Climatica, che possa fungere anche da riflessione sulla propagazione planetaria del contagio da Coronavirus, sulle ricadute economiche e sociali, oltreché individuali, della pandemia e sulle buone pratiche da adottare in tema di tutela ambientale. Presidentessa d’eccezione a capo della giuria dedicata a questa sezione – composta anche dal Professore Ordinario di Linguistica Italiana presso l’Università degli Studi di Cagliari Massimo Arcangeli – sarà Claudia Gerini. Il corto vincitore sarà trasmesso su Rai Cinema Channel e sulla piattaforma MyMovies. “Vorrei rivolgere un particolare ringraziamento alla Magnifica Rettrice dell’Università degli Studi di Cagliari, Maria Del Zompo, per il rinnovo del protocollo d’intesa già firmato con il Filming Italy Sardegna Festival nel 2019 e per aver creduto nella riuscita della manifestazione fin dalla sua prima edizione”, ha sottolineato Tiziana Rocca.

Ancora scossi dall’addio al mondo che ha contribuito a rendere più bello con le sue musiche immortali, e ricorrendo gli anniversari di Alberto Sordi e Federico Fellini abbiamo fortemente voluto omaggiare il grande Maestro della musica Ennio Morricone, Oscar alla Carriera ed uno degli italiani più celebri del pianeta, e due personaggi immortali come Sordi e Fellini, che ancora oggi rappresentano l’italianità del cinema italiano nel mondo. Sono previsti due momenti musicali al giorno, ad apertura e chiusura di ogni serata. Il 24 aprirà la serata Mal con Pensiero d’amore, colonna sonora dell’omonimo film di Mario Amendola e Bruno Corbucci con Carlo Delle Piane e Silvia Dionisio e chiuderà la colonna sonora del film Mission di Ennio Morricone eseguita dal violino magico di Gianbattista Longu, conosciuto all’estero con il nome d’arte di GBLong. Il 25 aprirà Lady Gaga alias Veronica Perseo, vincitrice di Tale e Quale Show di RAI1, con la colonna sonora del film A star is born con Bradley Cooper e si chiuderà con il tormentone estivo in spagnolo “El verano ahora” con un video clip interamente girato in Sardegna. Il 26 aprirà Maria Giovanna Cherchi che interpreterà la musica della grande amica di Morricone, Maria Carta, cantante e attrice che ha rappresentato la Sardegna nel mondo. Grande chiusura con Bianca Atzei, amatissima cantante di origini sarde che con le sue hit musicali ha spopolato in Italia e all’estero, che canterà uno dei suoi più grandi successi scritto da Kekko Silvestre dei Modà.

Anche quest’anno, il maestro orafo Gerardo Sacco, con l’estro e lo stile unico che lo contraddistinguono, realizzerà in esclusiva i premi per il Festival. Sacco ha deciso di conferire un significato speciale ai premi: uno è un’opera in argento 925/000 su cristallo da tavolo, resa ancora più unica dal simbolismo scelto, ovvero il vessillo con cui si celebrò la vittoria riportata da Re Pietro I di Aragona nel 1096 ad Alcoraz, città difesa dai mori.  Al posto della Croce, sulla bandiera dei quattro mori, ha inserito un simbolo di rinascita: la Fenice che, dispiegando le proprie ali, simula la Croce di San Giorgio, richiamando la sua ultima linea “Rinascita”, ideata durante la quarantena. L’altro premio, invece, con alla sommità il logo dell’evento, al centro riproduce due maschere elleniche, utilizzate nelle rappresentazioni teatrali dell’antica Grecia, con il volto da un lato piangente utilizzato per i drammi e dall’altro sorridente per le commedie. La parte centrale del premio è costituita da una colonna romana adagiata su una base in marmo di breccia sarda che racconta il territorio. Il Maestro Sacco, in quest’edizione particolare, ci tiene fortemente a trasmettere, attraverso la sua arte, un messaggio di speranza soprattutto per il settore dello spettacolo.

Il Festival quest’anno gode anche della collaborazione di Never Alone, iniziativa della CHOPRA FOUNDATION che si pone l’obiettivo di ridurre il numero dei suicidi tra i giovani e consentire alle persone di sapere che non sono sole, grazie a delle comunità in cui parlare ed affrontare i problemi. In questa occasione sarà proiettato un video del suo fondatore, il medico pioniere della medicina integrativa, Deepak Chopra.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui