Festa della Repubblica: per i 75 anni lo speciale palinsesto Rai, dal Concerto alla fiction

Vittoriano con Frecce Tricolori (foto Barbara Rea)
Vittoriano con Frecce Tricolori (foto Barbara Rea)

La Repubblica Italiana compie 75 anni e la Rai propone un palinsesto dedicato con programmi e approfondimenti, oltre alla diretta del tradizionale Concerto dal Quirinale e della cerimonia del 2 giugno

Settantacinque anni di Repubblica: Rai festeggia il 2 giugno con un palinsesto che coinvolge tutte le reti e le testate, già a partire dai giorni precedenti. Martedì 1° giugno, in particolare, Rai1 propone alle 18.25 la diretta dal Palazzo del Quirinale del tradizionale Concerto alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sul podio, Jakub Hrůša dirige l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in brani di compositori stranieri dedicati all’Italia. Protagonista anche Roberto Bolle con Virna Toppi in una pas de deux, da “L’altro Casanova” su musica di Vivaldi. Il concerto, prodotto da Rai Cultura, sarà riproposto mercoledì 2 giugno alle 21.15 su Rai5. Ancora il 1° giugno, in “Passato e Presente” alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli e la professoressa Isabella Insolvibile ripercorrono le tappe della nascita della Repubblica Italiana, mentre alle 21.20 Rai Premium propone la miniserie “De Gasperi. L’uomo della Speranza”, diretta da Liliana Cavani, con Fabrizio Gifuni.

Mercoledì 2 giugno in evidenza le cerimonie istituzionali con la deposizione di una corona d’alloro all’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, seguita in diretta dal Tg1 e trasmessa su Rai1 dalle 9.50. Da segnalare, inoltre, alle 15.00 su Rai Gulp, una puntata speciale de “La Banda dei FuoriClasse”, durante la quale il Presidente della Repubblica risponde alle domande di tre ragazzi sui 75 anni della Repubblica, sulla pace, la parità uomo donna, sul futuro.

Alle 16 su Rai3 è prevista, invece, la diretta a cura di Rai Parlamento della Cerimonia finale del concorso “Lezioni di Costituzione” presso la Sala della Regina della Camera dei deputati, alla presenza del Presidente della Camera, Roberto Fico, della Presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, e del Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. Alle 18.55 si torna in diretta su Rai1 con la Cerimonia per la Festa della Repubblica dal Palazzo del Quirinale a cura di Tg1 e Rai Quirinale durante la quale verrà proiettato il doc di Rai Cultura “L’Italia è Repubblica”: un viaggio per immagini nei momenti più importanti della storia repubblicana, proposto anche alle 21.10 su Rai Storia.

Sempre mercoledì 2 giugno spazi di approfondimento sono previsti su Rai1 all’interno di “Uno Mattina” alle 6.45, “Storie Italiane” alle 10.10, “È sempre mezzogiorno” in onda alle 11.55 e “Oggi è un altro giorno” alle 14.

Su Rai2 è il programma di seconda serata “Restart”, in onda alle 23.20, a dedicare ampio spazio all’anniversario, mentre su Rai3 se ne parla ad Agorà, in onda alle 8 e a “Quante Storie” che alle 12.25 ospita il costituzionalista Sabino Cassese autore del recente libro “Il buon governo” sul valore delle istituzioni della Repubblica Italiana. Alle 15.20 su Rai Premium, il documentario “Il tuo anno – 1946” di Leonardo Tiberi, mentre su Rai Gulp, Rai Ragazzi oltre a “La Banda dei FuoriClasse” tutta dedicata alla ricorrenza propone alle 19.20, “Il futuro passa di qui. La nostra Costituzione”, in cui 11 ragazzi “testimoniano” i valori della nostra Carta. E ancora, Rai Digital ospita su RaiPlay una ricca offerta tra documentari, fiction e materiali di Rai Teche.

Tutte le Testate Rai dedicano ampia copertura informativa nelle edizioni dei Tg dei Gr e di RaiNews24 – anche con le dirette degli eventi istituzionali – e della Tgr attraverso servizi e approfondimenti sulle iniziative locali. Da segnalare, in particolare, il servizio della redazione della Puglia, realizzato con materiale d’epoca, sul ruolo che Radio Bari ebbe negli anni che portarono alla Liberazione e alla nascita della Repubblica.

Per la Radio, inoltre, spazio alla ricorrenza nel palinsesto di Radio1, da “Moka” a “Zapping”, e in quello di Radio3 in “Fahrenheit” con le voci di alcune donne – oggi quasi centenarie – che raccontano l’emozione del loro primo voto, nel 1946.

Il Vittoriano con l'Altare della Patria (foto Barbara Rea)
Il Vittoriano con l’Altare della Patria (foto Barbara Rea)

L’offerta dei Canali specializzati

Rai Premium
Rai Premium celebra la Festa della Repubblica con il doppio appuntamento con la miniserie “De Gasperi: L’uomo della Speranza”, in onda martedì 1° giugno dalle 21.20. Diretta da Liliana Cavani e interpretata da Fabrizio Gifuni, Sonia Bergamasco e Stefano Scandaletti, la fiction narra la vicenda umana e politica del grande statista nato a Pieve Tesino il 3 aprile del 1881 e morto nell’agosto del 1954. Mercoledì 2 giugno alle 15.20 è la volta, invece, del documentario “Il tuo anno – 1946” per la regia di Leonardo Tiberi: le più belle immagini dell’archivio Rai raccontano i quindici anni che hanno cambiato l’Italia, dalle macerie del dopoguerra al boom economico.

Rai Gulp
“La Banda dei FuoriClasse”, in onda alle ore 15, sarà tutta dedicata ai 75 anni della Repubblica e all’Assemblea costituente e, durante la puntata, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, risponderà alle domande di tre ragazzi sui 75 anni della Repubblica, sulla pace, la parità uomo donna, sul futuro.

Alle 19.20, in prima tv, Rai Ragazzi propone “Il futuro passa di qui – la nostra Costituzione”, di Marco Maiello. A 75 anni dal 2 giugno ‘46, quando l’Italia scelse la Repubblica ed elesse la Costituente, 11 ragazzi testimonial, attraverso il racconto della loro esperienza di vita, illuminano e danno corpo ai primi articoli della Costituzione. In un racconto corale e senza retorica, i principi “agiti” della Costituzione sono la base per un futuro migliore. Mattia, Giulio, Luisa, Anna, Sahishnavi, Azzurra, Lucia, Cesare, Andrea, Ibrahim, Sokhna sono i protagonisti e raccontano il loro desiderio di porre le basi del loro domani sui principi fondamentali della Costituzione.

Rai Cultura
La ricorrenza del 2 giugno attraversa gran parte del palinsesto di Rai Storia, a partire da “Il giorno e la Storia”, già a mezzanotte e in replica alle 5.30, 8.30, 11.30, 14.00 e 20.00, mentre Paolo Mieli, in “Passato e Presente” ricorda le figure femminili della Costituente con la professoressa Patrizia Gabrielli alle 8.50 e 14.20, ripercorre le tappe della nascita della Repubblica con la professoressa Isabella Insolvibile alle  13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. Un tema, quest’ultimo affrontato anche da “L’Alba della Repubblica” di Clemente Volpini, in onda alle 15 per la serie “L’Italia della Repubblica. Alle 16 “2 giugno ’46: il giorno che divenne festa” di Enrico Salvatori fa rivivere memorie e celebrazioni della giornata fondativa della Repubblica Italiana attraverso la radio e i cinegiornali Alle 21.10 – dopo l’anteprima al Quirinale, nel pomeriggio – “L’Italia è Repubblica”: Un “viaggio per immagini” che attraversa i momenti salienti della nostra storia repubblicana: dall’Assemblea Costituente all’inchiesta di Mani Pulite, dall’entrata in vigore della moneta unica europea alle sfide del nuovo millennio. Alle 21.20 è la volta di “Voler Votare” che dà voce sette donne che, per la prima volta, votarono nel 1946: Piera Agliardi, classe 1915; Lula Tonini, (1923); Liliana Pellegrino (1926); Vincenza Cupini (1922); Marisa Rodano, (1921), Assunta Almirante (1925) e Vittorina Sedda (1913). La programmazione di Rai Storia si chiude alle 22.10 con “Costruire la Repubblica”, sempre della serie “L’Italia della Repubblica”, che ripercorre la nascita dell’Assemblea costituente e della nostra Costituzione, con il contributo del vicepresidente della Corte Giuliano Amato, intervistato da Michele Astori.

Rai5 celebra il 2 giugno tra teatro e musica: alle 17.15, in prima visione, “Il Chiostro. Dialoghi sulla Repubblica”, un video racconto teatrale prodotto da Fondazione Toscana Spettacolo sui valori che riguardano la cultura, l’arte e la conoscenza in relazione alla libertà e alla socialità. Si parte dal 2 giugno 1946, giorno del voto e della rinascita, per poi proseguire in un percorso scandito da frammenti poetici, letterari e giornalistici. In prima serata, la replica del Concerto per la Festa della Repubblica dal Palazzo del Quirinale. Spazio alla ricorrenza anche su Rai Scuola, con la prima puntata dello Speciale Educazione Civica “Cara Costituzione”, in onda alle 7.30 e in replica alle 11, 15, 19, 23. All’attualità della nostra Costituzione è dedicato l’intervento di Giancarlo Coraggio Presidente della Corte costituzionale. Mentre Massimo Luciani costituzionalista e professore di Istituzioni di diritto pubblico all’Università La Sapienza di Roma entra nel merito del rapporto oggi tra i giovani e la Costituzione e delinea la validità di alcuni articoli fondamentali.

Contenuti speciali, infine, sul sito di Rai Cultura con un web doc che ripercorre le fasi cruciali che portarono l’Italia alle urne nel 1946, in un viaggio nel triennio 1945-1948 tra video selezionati dall’archivio Rai e contenuti esclusivi.

Rai Digital
L’offerta di RaiPlay propone sul portale documentari, fiction e approfondimenti con materiale delle Teche Rai: da segnalare, in particolare “Buonasera Presidente”, undici Presidenti della Repubblica raccontati in una docufiction; “Le ragazze del ’46”, serie documentaristica in 5 episodi sulle prime donne che hanno esercitato il diritto di voto; “De Gasperi. L’uomo della speranza” miniserie in 2 episodi su un personaggio chiave della nascita della Repubblica e della Costituzione; e “Storia di Nilde” – docufiction sulla vicenda umana e politica di Nilde Iotti. E ancora, “Nascita della Repubblica”, documentario in 3 puntate del 1971, diretta da Sandro Bolchi, Ermanno Olmi e Vittorio De Sica; e “Il Presidente Tricolore”, una collezione con 30 contributi, tra cui molte interviste, a Carlo Azeglio Ciampi, il Presidente che ha voluto valorizzare la ricorrenza del 2 giugno.

I precedenti contributi saranno inseriti anche nella Collezione realizzata dalla redazione di RaiPlay Learning sulla nascita della Repubblica e della Costituzione e ai titoli appena citati si aggiungeranno programmi di approfondimento storico, contributi e testimonianze di studiosi, politici, giuristi, scrittori e uomini di spettacolo. La collezione avrà visibilità in Home Page, anche nella fascia Da Non Perdere. RaiPlay, infine, seguirà la diretta dell’annuale “Concerto per la Repubblica” dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, che si terrà presso il Palazzo del Quirinale il 1° giugno, oltre alle dirette televisive delle celebrazioni istituzionali del 2 giugno.

Rai Radio
Per celebrare i 75 anni della nascita della Repubblica Italiana, mercoledì 2 giugno Rai Radio1 dedicherà ampio spazio informativo. Il testimone passerà tra molti dei programmi di Rai Radio1 in una staffetta che durerà per tutta la giornata; a partire dall’alba con “Moka”, per coinvolgere gran parte delle trasmissioni da “Radio anch’io” a “Zapping”. L’attualità, la politica, l’economia, la storia, la memoria, il territorio: il racconto della Festa della Repubblica verrà declinato sotto vari aspetti, fino ad arrivare al racconto in diretta delle cerimonie previste al Quirinale. In occasione del 2 giugno, inoltre, verrà inoltre trasmessa la prima puntata del podcast “RadioRai racconta” realizzata con il materiale di archivio radiofonico e curata per Radio1 da Walter Veltroni.

Sempre in occasione della Festa della Repubblica, verrà realizzato e reso disponibile un sondaggio esclusivo di Demopolis per Radio1 sui valori della Repubblica e la conoscenza degli italiani della nostra storia repubblicana.

Su Radio3, invece, si ricorda il primo voto alle donne, nel 1946: all’interno della trasmissione Fahrenheit, protagoniste le voci di alcune ragazze di allora – oggi quasi centenarie –che raccontano l’emozione di quell’esperienza. Provenienti da varie regioni d’Italia, diverse per estrazione sociale e istruzione, Liliana, Adriana, Lidia, Ileana, Licia, Laura, Consiglia e Adele tornano con la memoria a quel clima di speranza che le vide protagoniste nella storica scelta tra Monarchia e Repubblica. Le testimonianze delle Ragazze al voto oltre ad andare in onda durante Fahrenheit saranno disponibili in versione integrale sul sito di Radio3. Isoradio, infine, realizzerà un redazionale sulle Frecce Tricolore condotto da Elena Carbonari.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui