Gli Eugenio in Via di Gioia pubblicano il singolo Lentiggini

Eugenio in Via di Gioia - foto di Fabrizio Iozzo
Eugenio in Via di Gioia - foto di Fabrizio Iozzo

Gli Eugenio in Via di Gioia pubblicano il singolo Lentiggini, una canzone sulla volontà di unire e non dividere che racconta che per poterci definire come singoli dobbiamo definirci come insieme

In questi giorni su TikTok girava il ritornello di una canzone misteriosa, suonata e/o cantata da diversi creator, che fa così: “Lentiggini sopra la faccia / condividiamo il cuore, la pelle e le braccia / siamo fuliggine, eravamo legno / pezzi di puzzle con lo stesso disegno / tu mi fai ridere, ridere ancora / e dopo piangere perché / siamo comici e tragici insieme / io che pensavo di essere altro da te”.

Il refrain ha incuriosito gli utenti della piattaforma che hanno cominciato a chiedersi di chi potesse essere questa nuova canzone provando a indovinare confrontandosi con gli altri membri, ed è passato tra i profili dei tiktoker che ne hanno fatto le loro personali versioni invitando i loro follower a capire chi si nascondesse dietro a queste note e parole. Si tratta del nuovo singolo degli Eugenio in via di Gioia dal titolo Lentiggini.

Gli Eugenio, che tutti conoscono per la loro inesauribile creatività e la loro voglia di aprirsi sempre a nuove sfide e sperimentare diversi modi di veicolare la loro musica, riflettono così sul rapporto tra musica e social, sulle analogie e differenze tra artisti tout court e influencer musicali: «Quello che fanno i creator di TikTok con la musica un po’ ci ricorda il mondo del busking, della musica di strada, da cui siamo nati noi. Esiste un sottobosco artistico ricco e valido su quel social che sulle altre piattaforme non si è mai creato. Come tutti i musicisti suonano, cantano e sognano.

Appartengono a una generazione di attivismo e partecipazione a cause sociali e ambientali che amiamo anche noi. Non temono di trattare temi complessi e hanno una capacità di incuriosirsi e fare rete molto spiccata. Doti che servirebbero alle generazioni passate abituate a commentare aggressivamente, storcere il naso e autocommiserarsi. I linguaggi vanno approfonditi per essere compresi: su TikTok c’è grande autoironia e autocoscienza, è vero che il contenitore determina la forma del contenuto ma non la sostanza. C’è tutto quello che cantiamo in “Lentiggini”: la volontà di unire e non dividere, una solitudine che si trasforma in moltitudine, una canzone che ancora non esiste e che diventa di chiunque»

Lentiggini ha un significato semplice e complesso allo stesso tempo; racconta che per poterci definire come singoli dobbiamo definirci come insieme. Quindi semplice perché questo è un pensiero che dovrebbe essere basilare, quasi scontato, perché uniti si è più forti, perché nessuno si salva da solo, perché “insieme” significa confronto, condivisione, accettazione delle uguaglianze e delle diversità, perché “uno per tutti, tutti per uno”, ma complesso perché siamo immersi in un individualismo dilagante che spesso ci porta più verso atteggiamenti di esclusione che di inclusione e, se non si tratta di egoismo o egocentrismo, ci spinge a chiuderci rispetto all’altro.

E chiudersi, isolarsi, o non accogliere, non essere disposti ad allungare una mano per scoprire l’altro o per aiutare e farsi aiutare, ci preclude una cosa fondamentale: capire quale sia il nostro posto nel mondo. Questo può avvenire soltanto collezionando i punti di vista di tutti, unendo tutti i pixel per formare un’unica immagine nitida.

Allora prendiamo il titolo e riflettiamo; prese singolarmente le lentiggini ono una diversa dall’altra,  possono cadere nella trappola di sentirsi più rotonde, speciali, migliori, oppure cedere all’errore di considerarsi inferiori, più brutte, più piccole, invisibili. E allora si dannano, combattono per dare valore alla propria posizione l’una contro l’altra. Si uniscono in gruppi, fazioni diametralmente opposte, incompatibili, sempre più distanti. Si sentono fragili singolarità, ma assumono un senso solo insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome