Emmy 2018: tra le serie comedy la sfida è fra Atlanta e Mrs. Maisel

Emmy 2018 - Atlanta vs Mrs Maisel

Tra i candidati come miglior serie comedy agli Emmy la sfida sarà tra Atlanta e The Marvelous Mrs. Maisel, con Black-ish come possibile outsider.

Si avvicina l’assegnazione degli Emmy Awards 2018, gli Oscar della tv americana. Alla cerimonia di premiazione in programma a Los Angeles il prossimo 17 settembre, i candidati come miglior serie comedy saranno otto, con Atlanta e The Marvelous Mrs. Maisel a contendersi la vittoria. Le nomination vedono una varietà di temi e personaggi, partendo da Unbreakable Kimmy Schmidt, per proseguire con eccentrici drammi d’epoca come Glow e The Marvelous Mrs. Maisel, o con il mondo dominato dalla tecnologia, adatto quasi solo a nerd con Curb Your Enthusiasm e Silicon Valley, fino all’improbabile sicario di Barry, per arrivare alla surreale naturalezza di Atlanta e Black-ish.

Atlanta: divertente, audace, irresistibile

Atlanta, creata e interpretata da Donald Glover è diventata ancor più anti-convenzionale e, coraggiosa in un certo senso, nella sua seconda stagione, a cominciare dal titolo Atlanta: Robbin Season (riferendosi al periodo di dicembre in cui aumentato i furti a domicilio). La serie racconta con uno sguardo duro quella disperazione che sempre più si fa strada nella trama, lasciando ai personaggi principali Earn (Glover), Alfred (Brian Tyree Henry) e Darius (Lakeith Stanfield) maggior successo nel mondo della musica che come attori nella prima stagione. Ma è il tocco surreale a far davvero risaltare Atlanta: solo in questa serie si può far girare un intero episodio attorno al personaggio di un irascibile veterano del Vietnam che tiene un alligatore nella sua casa. Atlanta era considerata tra i possibili vincitori anche lo scorso anno, ma l’Emmy è andato ancora una volta a Veep, la cui assenza dalle nomination nel 2018, aumenta le quotazioni della serie di Donald Glover.

Donald Glover in Atlanta
Donald Glover in Atlanta

The Marvelous Mrs. Maisel: da casalinga ad attrice comica

The Marvelous Mrs. Maisel è la serie d’epoca di Amazon con una grande cura nei dettagli e l’ineguagliabile Midge Maisel interpretata da Rachel Brosnahan. La serie in modo quasi dolce ricostruisce la New York degli anni ’50 con verve e perfezione in ogni minimo particolare. Il contrasto del personaggio che oscilla tra la vita della casalinga e quella della star comica era già, solo a parole, vincente, e il cast non è da meno. The Marvelous Mrs. Maisel e la sua protagonista Brosnahan vantano tra l’altro due Golden Globe e altri riconoscimenti.

Rachel Brosnahan in The Marvelous Mrs. Maisel
Rachel Brosnahan in The Marvelous Mrs. Maisel

La novità Barry e l’outsider Black-ish

La competizione è comunque forte, a partire da Barry, con la rivelazione Bill Hader nei panni di un sicario che desidera diventare un attore e l’altrettanto ottima interpretazione di Henry Winkler nel ruolo di un insegnante di recitazione eccentrico e pedante. Continuando con Black-ish, la quarta stagione della commedia della ABC creata da Kenya Barris, che racconta di una famiglia afro-americana alla ricerca della propria identità culturale e che ha tenuto perfettamente il confronto con le precedenti. Se le previsione vedono una lotta a due tra Atlanta e The Marvelous Mrs. Maisel, l’outsider potrebbe essere proprio Black-ish alla sua terza nomination consecutiva.

Anthony Anderson e Tracee Ellis Ross in Black-ish
Anthony Anderson e Tracee Ellis Ross in Black-ish

Le altre serie candidate

Per l’esilarante Curb Your Enthusiasm di Larry David, la cui nona stagione è arrivata a sei anni di distanza dalla precedente, una vittoria sembra invece improbabile. Poi c’è Glow, dramedy targato Netflix con Alison Brie Betty Gilpin nei panni di due attrici riciclatesi come lottatrici di wrestling a metà degli anni ’80. Altra candidata è Silicon Valley, la serie giunta alla quinta stagione, che ancora una volta ha catturato e trasportato gli spettatori in uno dei mondi più tecnologici della televisione, sopravvivendo all’abbandono di uno dei protagonisti, T. J. Miller. Ottava e ultima candidata è Unbreakable Kimmy Schmidt, la serie interpretata da Ellie Kemper, di cui Netflix ha distribuito solo metà della quarta stagione e che, nonostante ciò, è riuscita ugualmente a ricevere la nomination.

Alison Brie e Betty Gilpin in Glow
Alison Brie e Betty Gilpin in Glow

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here