Home Serie TV Recensioni Serie TV Emergence, recensione ep. 1: chi è davvero Piper e cosa nasconde?

Emergence, recensione ep. 1: chi è davvero Piper e cosa nasconde?

Emergence, recensione ep. 1: tanti interrogativi che stuzzicano

Emergence si presenta come un crime che si affaccia sulla fantascienza: con l’ottima Allison Tolman come protagonista, il primo episodio fa nascere il desiderio di saperne di più.

Emergence

Il capo della polizia Jo Evans (Allison Tolman) accorre sulla spiaggia in cui si è misteriosamente schiantato un aereo. Lì, nella Baia di Peconic di Long Island, trova una ragazzina spaventatissima che sembra aver perso la memoria. La donna comincia ad indagare sulla piccola – che decide di chiamare Piper (Alexa Swinton) – e sulla storia che ha portato all’incidente. Ciò fa emergere una serie di bizzarre coincidenze tutte legate a Piper: interruzioni elettroniche, forze inspiegabili e persino uno strano simbolo criptico da dover interpretare.

Chi è Piper?

Il primo episodio di Emergence si apre con la misteriosa caduta di un aereo. Già lì bisogna fare i conti con un mistero, ovvero con la presenza di una bambina che non ricorda nemmeno il suo nome. Chi è? Perché si trova su quella spiaggia? Come poteva essere sul velivolo se ora non ha nemmeno un graffio? L’agente Evans decide di prendersi cura di lei, ma i fatti si fanno via via più intricati. Un uomo e una donna si presentano in commissariato sotto falso nome fingendosi i genitori, poi una macchina cerca di rapirla. Piper, dal canto suo, ha uno strano effetto sui metalli e soprattutto sembra ricordare molto più di quanto non dica…

Emergence: Donald Faison, Ashley Aufderheide e Alexa Swinton
Da sinistra: Donald Faison, Ashley Aufderheide e Alexa Swinton

Esordio che stuzzica

La serie tv mandata in onda dalla ABC (e da Fox in Italia) dissemina di interrogativi i primi minuti di pellicola. La curiosità viene sicuramente stuzzicata e con essa il desiderio di saperne di più. Mistero, indagini, simboli segreti e persino un tocco di paranormale si inseriscono nella storia e spingono a proseguire la visione. Ovviamente starà poi alla bravura degli ideatori Michele Fazekas e Tara Butters sviluppare la trama per dare risvolti credibili ad una vicenda che ha tutte le carte in regola per accaparrarsi una discreta fetta di pubblico.

Nuova divisa per Allison Tolman

Il cast di Emergence è capitanato da Allison Tolman, apprezzata soprattutto per l’interpretazione dell’agente di polizia Molly Solverson nella serie tv Fargo. Per lei nuova divisa, nuove indagini e nuove sfide, ma l’attrice appare a proprio agio e pronta a conquistare l’affetto del pubblico. Il suo personaggio è una donna in carriera dall’aspetto bonario e uno spiccato istinto materno. Caparbia e pronta a correre dei rischi, ha a cuore sia la giustizia che la sua famiglia. Accanto a lei ci sono Donald Faison (il dottor Chris Turk di Scrubs) nel ruolo dell’ex marito Alex, Owain Yeoman (l’agente Wayne Rigsby in The Mentalist) nel ruolo del giornalista Benny Gallagher e Zabryna Guevara (il capitano Sarah Essen in Gotham) in quello della dottoressa Abby Fraiser.

Emergence: Alexa Swinton
Piper (Alexa Swinton) nasconde più segreti di quanti non ne voglia rivelare

Emergence va in onda su Fox, canale 112 di Sky, a partire dal 6 gennaio (qui tutte le novità di inizio 2020).

Nessun commento

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui