Elena Faggi esordisce a Sanremo: «Essere diretti da Beppe Vessicchio è un grande onore»

ElenaFaggi_Sanremo5

Elena Faggi farà il suo esordio sul palco del Festival di Sanremo questa sera nella gara delle Nuove Proposte e nell’incontro con la stampa al quale abbiamo partecipato ha raccontato come è nato e di cosa parla il brano Che ne so, l’esperienza a Italia’s Got Talent e molto altro

Elena Faggi farà il suo esordio sul palco del Festival di Sanremo 2021 questa sera nella gara delle Nuove Proposte con il brano dal titolo Che ne so e nell’incontro con la stampa al quale abbiamo partecipato ha raccontato in apertura come è nato e di cosa tratta l’inedito: «Il pezzo è nato nella mia cameretta mentre suonavo l’ukulele. Erano poche settimane prima del lockdown in un momento in cui ero in pausa anche con la scuola, avevo un sacco di tempo per pensare e con quattro accordi ho scritto la mia prima canzone in italiano. Racconta della fase innamoramento quando si è soliti farci tanti film mentali e non si sa se si è ricambiati. Ritengo che sia un argomento non scontato che attraversiamo tutti prima o poi nella vita. Abbiamo paura di rimanere illusi, non riusciamo a elaborare i dubbi che abbiamo dentro. Ogni sguardo lo analizziamo come se fosse un marchingegno».

La giovane cantante sarà diretta da Beppe Vessicchio e ci anticipa il suo outfit: «Sono felice dell’arrangiamento che mantiene la semplicità del brano e allo stesso tempo risulta molto efficace. Essere diretti da Beppe Vessicchio per me è un grande onore, mi ha scelto. Lo trovo una persona straordinaria dalla quale si può imparare molto, spero di essere all’altezza del compito. Per quanto riguarda l’outfit mi baserò su uno stile di ispirazione manga». Mancherà il pubblico e per me Elena è uno stimolo a fare meglio: «La vedo come una sfida ulteriore, non ho la possibilità di vedere direttamente le persone a cui sto cantando e il mio messaggio potrà essere trasmesso solo attraverso uno schermo. Spero di esibirmi presto con il pubblico vicino».

ElenaFaggi_Sanremo4
Elena Faggi

Con suo fratello ha debuttato a Italia’s Got Talent e per ora non ipotizza la partecipazione a un altro talent: «A 6 anni ho iniziato a suonare il violino, i miei genitori hanno amici che hanno una scuola di musica a Forlì. Con mio fratello siamo andati insieme a Italia’s Got Talent nel 2017. Credo sia questo il segreto nell’andare d’accordo: essere amici oltre che fratello e sorella. Non vogliamo essere definiti un duo, ora entrambi abbiamo un percorso da solisti parallelo. Il motivo principale per cui non ho tentato con X Factor o Amici è che sono ancora molto piccola. Andare a fare un talent mi avrebbe portato via molto tempo con la scuola, poi non mi piace essere etichettata  come “quella del talent” per cui ho scelto Area Sanremo».

Per quanto riguarda i suoi ascolti risponde: «Non sono molto ferrata sulla musica italiana, se non quella contemporanea. Stimo molto Mahmood e la prima canzone che ho studiato a canto è stata “La notte” di Arisa». Ci saluta con un invito ai suoi coetanei: «Dobbiamo buttarci, le nostre passioni vanno coltivate. La musica e l’arte in generale sono dei mestieri, un punto di forza per molti di noi».

 

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui