Efebo D’oro 2019: Premiato il regista tedesco Fatih Akin

Premiazione Fatih Akin - Efebo D'Oro 2019

Ieri sera si è ufficialmente aperta la 41ª edizione dell’Efebo D’oro, sul palco la conduttrice della cerimonia d’inaugurazione Filippa Dolce, il Direttore Artistico del Festival Giovanni Massa, la giurata Egle Palazzolo e il regista tedesco Fatih Akin a cui è stato consegnato il Premio alla Carriera.

Si è inaugurata ieri sera presso il Cinema De Seta dei Cantieri Culturali di Palermo, la 41ª edizione dell’Efebo D’oro. La serata di apertura, presentata dalla giornalista Filippa Dolce, ha visto alternarsi sul palco il Direttore Artistico del Festival Giovanni Massa e la Presidente del Centro di Ricerca per la Narrativa e il Cinema, nonché membro della giuria, Egle Palazzolo, che hanno illustrato il programma della manifestazione. Tantissimi gli appuntamenti: dalle proiezioni in concorso, alla sezione Efebo Speciale Opere Prime e Seconde, fino alle Masterclass e alle bellissime iniziative per i più giovani come Efebo Education Schools ed Education Kids.

Il momento però più atteso della serata è stato sicuramente la consegna del Premio alla Carriera – Banca Popolare Sant’Angelo al regista tedesco di origini turche Fatih Akin, di cui è stata poi proiettata l’ultima fatica cinematografica, ovvero Il mostro di St. Pauli (traduzione italiana dell’originale Der Goldene Handschun).

 

«Prima di tutto grazie per questo premio. Insomma…un premio alla carriera. Il premio ha quarantuno anni, io ne ho quarantasei, siamo quasi coetanei. È vero ho qualche capello grigio e non so a che punto sono della mia carriera, se all’inizio, nel mezzo o alla fine. In ogni caso grazie, grazie per questo riconoscimento, per aver osservato la mia carriera da vicino, non so cosa succederà domani, ma intanto fino a qui grazie ancora.», ha dichiarato entusiasta Akin durante la premiazione.

Nel corso della settimana sarà dedicata una piccola retrospettiva proprio al regista tedesco, verranno infatti proiettati alcuni dei suoi film più noti come Soul Kitchen del 2009, vincitore del Gran Premio della Giuria al Festival di Venezia; Ai confini del paradiso, pellicola del 2006 e La sposa turca, il film capolavoro del 2004 vincitore dell’Orso D’oro e di due European Film Awards, che lo hanno reso noto al grande pubblico.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui