Dirty Dancing, il musical fa scatenare il Teatro Olimpico: la recensione

Dirty Dancing Italia

Roma si tinge di rosa. Dirty Dancing il musical sbarca al Teatro Olimpico per l’ultima tappa del tour che celebra i 30 anni dall’uscita del film cult che ha emozionato più d’una generazione. Un cast talentuoso, musiche originali e scenografie mozzafiato, il tutto sotto l’attenta regia di Federico Bellone. Un’esplosione di energia e colori per uno spettacolo da non perdere.

Dirty Dancing, è festa al Teatro Olimpico

Dirty Dancing il musical è sbarcato finalmente a Roma per l’ultima tappa del tour che celebra i 30 anni del film, uscito nelle sale cinematografiche il 21 agosto 1987, vero e proprio successo mondiale che ha registrato più di 11 milioni di dvd venduti solo negli Stati Uniti e 40 milioni di copie della colonna sonora. L’ormai iconica storia d’amore tra l’ingenua ma combattiva Baby Houseman e il fascinoso maestro di ballo Johnny Castle arriva al Teatro Olimpico di Roma, pronta a far sognare ancora e unire tra loro diverse generazioni che hanno amato questo classico intramontabile, in uno spettacolo esplosivo e colorato. Cura dei dettagli, scenografie mozzafiato e talento decretano il successo di questa versione di uno dei musical più amati di sempre, riproposto al pubblico in una veste assolutamente fedele al film originale. Il debutto al Teatro Olimpico ha visto il pubblico applaudire entusiasta e scatenarsi sulle note delle storiche hit Hungry Eyes, Do You Love Me?, (I’ve Had) The Time Of My Life per il gran finale, accompagnando con trasporto ballerini e cantanti che hanno saputo trascinare la platea in quella che è stata una vera e propria festa.

With these hungry eyesNow I've got you in my sightsWith these hungry eyesNow did I take you by surpriseI need you to…

Pubblicato da Dirty Dancing Italia su domenica 6 maggio 2018

Dirty Dancing Italia

I protagonisti: Sara Santostasi e Giuseppe Verzicco

Un cast d’eccezionale talento ha saputo ricreare la sensualità e la vitalità di Dirty Dancing sul palcoscenico del Teatro Olimpico, con personaggi ben caratterizzati ma soprattutto interpretazioni canore e coreografie travolgenti. Spiccano ovviamente i protagonisti Sara Santostasi (Baby) e Giuseppe Verzicco (Johnny), perfetti nel loro ruolo: il candore e la tenera goffaggine dell’una e il fascino sensuale dell’altro ci fanno rivivere l’emozionante storia d’amore tra due giovani così diversi tra loro, destinati però ad incontrarsi nel profondo e ad abbattere le proprie paure e fragilità per amore. Baby è timida ed inesperta, ma sa mettersi in gioco e sfidare se stessa; Johnny è un giovane navigato, un po’ sbruffone, ma è solo apparenza: anche lui, in fondo, sogna un futuro diverso e nasconde un animo dolce e fragile. I due s’incontrano in una magica estate degli anni ’60, in un villaggio turistico che per un po’ diventa un mondo scoppiettante e movimentato attorno al quale tutto si sviluppa: scoperte, amori, delusioni, traumi, confronti e cambiamenti. Sara Santostasi convince nella parte di Baby, trasmettendoci tutta la dolcezza di una giovane un po’ impacciata ma desiderosa di scoprire se stessa e vivere pienamente quelle nuove sensazioni che la sconvolgono. Giuseppe Verzicco ci regala un‘interpretazione davvero impetuosa e appassionante che ha scaldato il pubblico grazie ad un Johnny ben caratterizzato e a performance di ballo ricche d’energia e sensualità.

Dirty Dancing Italia

Dirty Dancing Italia

Un cast esplosivo

Si distingue anche Federica Capra, che interpreta Penny Johnson e domina il palco ballando magistralmente sulle note della scoppiettante colonna sonora. Particolarmente emozionante la scena corale sulle note di Do you love me?, dove Federica e Giuseppe incantano tutti danzando in coppia quei “balli proibiti” grazie ai quali poi scoppierà la scintilla tra Baby e Johnny. Da citare poi le interpretazioni canore di Russell Russell e Loredana Fadda, che ci trasportano dritti negli incredibili Sixties, tra sonorità jazz, rockabilly e soul. E poi ancora Samuele Cavallo (Billy Kostecki), protagonista di un simpatico scambio di battute con il pubblico, e tutti i ballerini e le ballerine: Giulia Patti, Daniela Ribezzo, Gianluca Briganti, Paki Vincenti, Antonio Catalano. Convincono anche Simone Pieroni e Lucia Cammalleri, nei panni del Signore e della Signora Houseman, i genitori di Baby, e Claudia Cecchini, la sorella un po’ svampita di questa, con la sua spassosissima canzoncina. Insomma, un cast talentuoso e davvero esplosivo, che coinvolge il pubblico tra musica e coreografie. Restare fermi al proprio posto sulla poltrona non è mai stato così difficile!

Do you love me – Cast Dirty Dancing Italia 2018

Ecco la canzone vincitrice in base alle vostre votazioni ?Abbiamo deciso di mostravi un video ravvicinato dei balli proibiti del nostro stuff del Kellerman… Scatenatevi con noi ????

Pubblicato da Dirty Dancing Italia su venerdì 4 maggio 2018

Dirty Dancing Italia

Regia, musica, scenografie

Ad occuparsi della regia è il giovane e talentuoso Federico Bellone (Grease, A qualcuno piace caldo, Flashdance, Newsies, The Bodyguard), il cui nuovo adattamento è piaciuto così tanto alla critica da indurre i produttori del format originale ad assumerlo come Regia Ufficiale dello spettacolo internazionale. Fedelissimo, come detto, alla versione cinematografica, lo spettacolo riproduce tutte le scene più iconiche del film, tra cui la sensualissima scena del passo a due sulle note di Lover Boy, il ballo di Baby e Johnny sospesi su un tronco d’albero e le prove di “prese” in acqua, queste ultime due riprodotte tramite l’uso di un pannello semi-trasparente su cui vengono proiettate le immagini d’ambientazione, regalandoci così anche i momenti del film più difficili da rappresentare a teatro. Le canzoni sono cantate dal vivo dagli attori e in lingua originale, mentre una orchestra esegue in scena i pezzi più famosi della colonna sonora, tra cui spiccano Time Of My Life, Do You Love Me?, Hey Baby, Hungry Eye, sulle cui note il cast balla con le nuove coreografie di Gillian Bruce (Frankenstein Junior, Grease, A qualcuno piace caldo). Ad impreziosire il tutto ci sono le bellissime ed imponenti scenografie di Roberto Comotti, professore emerito dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, che ricreano perfettamente l’ambiente del magico villaggio Kellerman. Un motivo in più per andare a vedere Dirty Dancing il musical – The classical story on stage? A supervisionare lo spettacolo è stata Eleanor Bergstein in persona, autrice del film, che ha affiancato il team italiano nella scelta del cast. Se non è garanzia questa! Fate come Baby, non rimanete in un angolo e godetevi quest’occasione unica per tutti gli amanti del musical e dell’immortale Dirty Dancing.

Dirty Dancing il musical – The classical story on stage è una produzione Wizard Productions. Regia di Federico Bellone, adattamento italiano di Alice Mistroni, scenografie di Roberto Comotti, coreografie di Gillian Bruce. A cura di Eleanor Bergstein. Con Sara Sanostasi, Giuseppe Verzicco, Fedrica Capra, Simone Pieroni, Claudia Cecchini, Lucia Cammalleri, Mimmo Chianese, Rodolfo Ciulla, Russell Russell, Samuele Cavallo, Loredana Fadda, Renato Cortesi, Antonio Catalano, Rossella Contu, Sonia Lynn Jamieson, Gianluca Briganti, Giulia Patti, Paky Vicenti, Daniela Ribezzo. Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Olimpico di Roma fino al 20 maggio 2018. Per tutte le informazioni su orari, biglietti e costi si rimanda al sito del teatro. Per altre informazioni su cast, produzione e tour, vi rimandiamo al sito ufficiale http://www.dirtydancingitalia.it/

[yasr_overall_rating]

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui