Diritti Serie A 2021-24 assegnati a DAZN in accordo con TIM, mentre Sky prepara ricorso

DAZN e TIM diritti TV 2021-24
DAZN e TIM diritti TV 2021-24

La Lega Serie A ha assegnato i diritti tv 2021-24 per 840 milioni a DAZN che si associa con TIM e si prepara ad offrire il calcio ad un prezzo molto inferiore, mentre Sky rischia il tracollo e pensa al ricorso contro l’assegnazione

La Lega Serie A ha assegnato i diritti tv per il prossimo triennio a DAZN. Il campionato dal 2021 al 2024 sarà quindi sulla piattaforma streaming. DAZN ha acquistato i pacchetti 1 e 3, dalla Lega, per una cifra pari a circa 840 milioni di euro a stagione: 7 gare a giornata in esclusiva (pacchetto 1) e e 3 gare in co-esclusiva (pacchetto 3). Tra le mosse della sconfitta Sky, che rischia un’emorragia di abbonati, ci sarebbe il ricorso contro l’assegnazione e l’acquisto del pacchetto 2, per co-trasmettere almeno 3 gare a settimana. Ma come accaduto negli scorsi anni, potrebbero anche esserci in extremis accordi tra DAZN e Sky per accontentare tutti.

Intanto DAZN e Tim comunicano di aver firmato un accordo di distribuzione che, estendendo la partnership in essere, porta su TimVision i contenuti del servizio streaming per i prossimi tre anni. Dazn proseguirà la distribuzione delle partite via internet e ha scelto Tim come partner strategico. Pertanto, Tim sarà l’operatore di telefonia e Pay Tv di riferimento per l’offerta dei contenuti di Dazn in Italia. La nuova partnership sarà attiva a partire da luglio 2021 e ai clienti Tim saranno riservate offerte dedicate per il servizio Dazn che include le partite della Serie A, per un bacino di utenza di circa 5 milioni di famiglie fino ad oggi in prevalenza via satellite.

Dazn ritiene che il tifoso debba poter accedere ai contenuti sportivi in modo semplice, flessibile e innovativo. Tim supporterà la migrazione da satellite a piattaforma streaming, grazie alla copertura Ultrabroadband disponibile in Italia attraverso la rete fissa (oltre il 90% delle linee fisse attive è già pronto a fornire l’accesso UBB), a cui si aggiunge la rete mobile, il Fixed Wireless Access (FWA) e il WIFI satellitare, dando la possibilità di offrire a tutti i clienti la migliore user experience.

A favore dell’offerta di Dazn hanno votato 16 club, contro quattro. Dazn si è aggiudicata i pacchetti 1 e 3 per una cifra pari a circa 840 milioni di euro a stagione: trasmetterà quindi 7 gare a giornata in esclusiva (pacchetto 1) e 3 gare in co-esclusiva (pacchetto 3). Gli unici quattro voti contro l’offerta della piattaforma di streaming sono arrivati da Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo. Per il pacchetto 2, contenente la co-esclusiva delle 3 gare, proseguiranno invece i colloqui tra la Lega e Sky (che ha offerto 70 milioni a stagione) fino a lunedì 29 marzo, quando l’offerta scadrà in base a quanto previsto nel bando.

(fonte ADNkronos)

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui