Diamine, online il videoclip del nuovo singolo Via del macello

Online il videoclip di Via del macello, il nuovo singolo del duo elettro-pop romano Diamine, che anticipa il disco d’esordio Che diamine, in uscita il 1 maggio.

Fuori il videoclip di Via del macello il nuovo singolo di Diamine – disponibile in streaming e digitale al link https://SMI.lnk.to/viadelmacelloche anticipa l’album d’esordio Che diamine, in uscita il 1° maggio per Maciste Dischi/Sony Music Italy.

Per la regia di Marco Brancato, il video è immerso in un’atmosfera dal gusto noir che si alterna ad una psichedelica esplosione di colori fluorescenti. Registri questi, che assecondano i momenti del racconto di un bambino e dei suoi turbamenti. Le dipendenze del protagonista, insieme ai suoi deliri, si barcamenano tra gli elementi di quello che sembra essere uno spazio d’altri tempi. Forse sta ricominciando tutto.

Diamine - Via del macello cover
Diamine – Via del macello cover

«In via del Macello non succede niente – racconta il duo – C’è un ragazzo che guarda passare la gente. Bellissimi dubbi scoppiati dagl’occhi ma la vita che conta è quella che tocchi. Più che felice sembra alterato, capisce tutto ma resta confuso. Come una visione appare la realtà: un dirigibile enorme con la prua di vetro. È la speranza che punta proprio il suo di-dietro».

 Oltre al nuovo singolo, sono tre i brani che hanno già anticipato il primo album di Diamine. Il duo elettro-pop romano, infatti, ha già rilasciato a novembre 2019 Bolle di sapone, il cui video diretto da Jacopo Farina. Il testo criptico e a tratti visionario del brano lascia spazio all’immaginazione e all’interpretazione della canzone, abbracciando un sound elettronico raffinato e ammiccante. Pop ed elettronica convivono in funzione del tessuto nostalgico ed evocativo della canzone.

 

A gennaio è uscito invece il brano Ma di che, il cui video diretto da Olmo Parenti e Marco Zannoni è disponibile al link https://youtu.be/tzSx5W1cg2A. Un flusso di coscienza incosciente, una finestra aperta sull’assurdo che mette in discussione tutti gli standard di comunicazione, provando a distruggere il senso del linguaggio creandone uno nuovo.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui